Ritorno in pista per Yann Zimmer!

condividi
commenti
Ritorno in pista per Yann Zimmer!
Di:
, Motorsport.com Switzerland
Tradotto da: Simone Chimento, Motorsport.com Switzerland
07 mag 2019, 08:18

Per il suo ritorno in gara dopo cinque anni di assenza, Yann Zimmer ha confermato di non aver perso nulla in velocità, dimostrando di essere uno dei piloti più veloci all'apertura dell'Alpine Europa Cup di Nogaro, in Francia, dove è salito sul podio.

Erano passati non meno di quattro anni da quando Yann Zimmer non aveva più assaporato l'adrenalina delle corse automobilistiche. Dopo essersi distinto nella NASCAR Euro Championship per diverse stagioni, il nativo di Yverdon-les-Bains aveva scelto di tentare la fortuna dall'altra parte dell'Atlantico, nella speranza di entrare nel "grande" campionato americano NASCAR. Una partenza dettata anche da motivi professionali.

Alpine A110 GT4

Alpine A110 GT4

Photo de: Alpine

"Dopo i miei anni di Euro NASCAR, l'idea era di tentare la fortuna negli Stati Uniti", ha detto Yann Zimmer a Motorsport.com. "Allo stesso tempo, Max Papis, conosciuto ai Campionati Europei, stava sviluppando il suo marchio di volanti sportivi, MPI, in America, e mi aveva offerto l'opportunità di lavorare con lui su questo progetto. Così sono andato a Charlotte e ci sono rimasto per diversi anni. Ma il lavoro mi ha sottratto molto tempo, ho fatto alcuni test in NASCAR ma era complicato. Avevo partner svizzeri, ma costava un sacco di soldi e così ho messo da parte le competizioni in quel periodo, tranne che per le gare di karting".

Leggi anche:

Quando l'anno scorso è stata lanciata l'Alpine Europa Cup, Yann Zimmer l'ha vista come un'opportunità per tornare sui circuiti. "Ho trovato l'auto davvero interessante e il campionato era qualcosa di nuovo. E poi, in termini di budget, si tratta di una serie che non è molto costosa rispetto, ad esempio, a una GT3. Così ho deciso di intraprendere questa strada.

"La scorsa stagione ho visto diversi piloti supportati da centri alpini e ho pensato che sarebbe stato interessante collaborare con un centro alpino in Svizzera. Il marchio ha molti appassionati nel nostro paese, ed è uno dei mercati più interessanti. Così ho contattato il Centro Alpino Vallese e immediatamente hanno manifestato il loro interesse".

Yann Zimmer si è ritrovato all'inizio della stagione 2019 dell'Alpine Europa Cup, sostenuto dal centro alpino vallesano, sotto la guida del team francese CMR, insieme a Mike Parisy e Gaël Castelli.

Il circuito di Nogaro nel sud-ovest della Francia ha ospitato l'apertura della stagione durante il weekend di Pasqua. Il ritorno alle corse è iniziato male per Yann Zimmer, vittima di una sfortunata combinazione di circostanze.

"Ha piovuto poco prima della sessione", continua lo svizzero. "Avevamo deciso per un giro secco e volevo essere uno degli ultimi piloti a stabilire un tempo sulla pista asciutta. Purtroppo, c'era bandiera rossa quando siamo scesi in pista, ironia della sorte, a causa del mio compagno di squadra, Mike Parisy, uscito fuoristrada. Erano rimasti tre minuti d'orologio, ed era ancora possibile andare a prendere la pole, ma gli organizzatori hanno deciso di interrompere definitivamente la sessione! Così ho dovuto accontentarmi della decima posizione. Da quel momento in poi, sapevo che sarebbe stata una gara complicata.

Leggi anche:

Soprattutto perché il pilota del team CMR ha perso altre due posizioni alla partenza, costretto a passare sull'erba per evitare un contatto. Tuttavia, con il passare dei giri, è riuscito a risalire e, ad un ritmo molto elevato, a conquistare un sesto posto più che incoraggiante, anche perché il podio sarebbe stato alla sua portata con qualche giro in più. Mateo Herrero ha vinto la prima gara dell'anno.

Il giorno successivo, il team CMR e Yann Zimmer non hanno sbagliato nulla e, grazie ad una buona strategia, è riuscito a far segnare il secondo miglior tempo, pur essendo ostacolato nel secondo settore. Un buon auspicio per il secondo turno del weekend.

 

Mentre il suo compagno di squadra Mike Parisy, che partiva dalla pole position, ha mantenuto il primo posto alla partenza, Yann Zimmer ha seguito la sua scia e i due uomini hanno accettato di allargare il divario sui loro inseguitori prima di attaccarsi. Ma, all'inizio di una frenata, Parisy ha bloccato le ruote e Zimmer è stato costretto a fare lo stesso per non colpire la vettura sorella della sua squadra, il che ha permesso a Vincent Beltoise di scivolare all'interno e prendere il secondo posto.

"In quel momento non ero allarmato", continua Yann Zimmer. "Nella mia mente, sapevo di avere la velocità per tornare rapidamente al secondo posto e riprendere Mike. Purtroppo, sono stato colpito piuttosto violentemente da Herrero durante la frenata di qualche istante dopo. Sono stato in grado di continuare, ma ero caduto di nuovo al quinto posto.

Devo rimanere positivo, non gareggiavo da quattro anni e se mi fosse stato detto prima del weekend che sarei salito sul podio nella prima gara della stagione, avrei firmato subito!

Yann Zimmer

Infine, nonostante una vettura danneggiata, Yann Zimmer è riuscito a risalire le posizioni al termine della gara per conquistare finalmente il terzo gradino del podio, mentre Parisy ha vinto la seconda gara.

"Alla fine, i risultati sono un po' deludenti perché avevamo i mezzi per vincere e questo non è stato fatto per vari motivi", conclude Yann Zimmer. "Dopo di che, devo rimanere positivo perché non gareggiavo da quattro anni, e se prima del weekend mi fosse stato detto che sarei salito sul podio nella prima gara della stagione, avrei firmato subito!

Il circuito di Hockenheim ospiterà il 25 e 26 maggio la seconda tappa dell'Alpine Europa Cup.

 
Articolo successivo
Piccin e Dall'Antonia in Coppa Italia TCR per il tridente di MM Motorsport

Articolo precedente

Piccin e Dall'Antonia in Coppa Italia TCR per il tridente di MM Motorsport

Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Turismo
Location Circuit Paul Armagnac
Piloti Yann Zimmer
Autore Emmanuel Rolland
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie