Audi TT Cup: Yannik Brandt a podio nel dominio di Ellis!

Il driver svizzero-tedesco, partito in pole position, è stato raggiunto e superato due volte, accontentandosi della medaglia di bronzo, mentre la top ten “era l’unico obiettivo” di Fabienne Wohlwend...

Audi TT Cup: Yannik Brandt a podio nel dominio di Ellis!
Fabienne Wohlwend
Tutti i piloti dell'Audi TT Cup 2017
Audi TT Cup2017, Hockenheim Philip Ellis
Audi TT Cup 2017, Hockenheim,Yannik Brandt
Audi TT Cup 2017, Hockenheim,Fabienne Wohlwend
Audi TT Cup 2017, Hockenheim,Doppelsieger Philip Ellis
Audi TT Cup 2017, Hockenheim, Philip Ellis, Gosia Rdest
Audi TT Cup 2017, Hockenheim, Philip Ellis
Audi TT Cup 2017, Hockenheim, Fabienne Wohlwend
Audi TT Cup 2017, Hockenheim, Doppelsieger Philip Ellis,
Audi TT Cup 2017, Hockenheim, Philip Ellis
Audi TT Cup 2017, Hockenheim R1, Philip Ellis
Audi TT Cup 2017, Hockenheim, Philip Ellis

Ventata d’aria fresca nell’edizione 2017 del trofeo Audi TT Cup. Al trofeo organizzato dal marchio dei quattro cerchi vi sono iscritti 16 giovani piloti, di cui ben 14 al debutto assoluto nella categoria. Soltanto Philip Ellis e Gosia Rdest, quindi, ripetono l’esperienza della scorsa stagione, accollandosi naturalmente l’etichetta di principali favoriti alla vittoria finale.

In effetti, le prime due corse dell’anno a Hockenheim, nel fine settimana inaugurale del DTM, non hanno fatto altro che confermare le aspettative. I due “veterani” hanno duellato per lunghi tratti, fino al duplice successo del britannico in entrambe le gare. “È stato un fine settimana a dir poco perfetto, più di così non potevo chiedere”, ha ammesso il driver anglo-tedesco.

 

Buono l’inizio anche per lo svizzero-tedesco Yannik Brandt, che all'età di 16 anni fu il più giovane pilota a gareggiare sotto bandiera rossocrociata. L’ex pilota di Formula 4, zurighese di nascita, ma radicato a Bruxelles per gli studi, nonché dotato di doppia cittadinanza in quanto in possesso di passaporto teutonico, ha chiuso in quinta posizione complessiva al termine del primo appuntamento dell’Audi TT Cup, una performance figlia del terzo posto in Gara 1 e dell’ottavo nella successiva corsa.

Eppure, il weekend a Hockenheim era iniziato nel migliore dei modi per l’elvetico, partito in pole position nella corsa del sabato. La Safety-Car ha poi aiutato i veterani Ellis e Rdest a ricucire il divario con Brandt. I due inseguitori Philip e Gosia hanno poi messo la zampata, costringendo lo zurighese ad accontentarsi della medaglia di bronzo alla sua prima gara con la TT tedesca.

 

Nella corsa domenicale, l’Audi Sport ha sancito l’obbligo delle gomme da bagnato a causa delle abbondanti precipitazioni. Una decisione che ha decisamente stravolto i piani di gara dei driver, i quali hanno visto l’asfalto asciugarsi poco dopo, con il conseguente rapido deterioramento delle coperture. Ne ha saputo trarre vantaggio Ellis, trionfante nuovamente davanti alla Rdest e Finlay Hutchinson, mentre Brandt è apparso in evidente difficoltà sul bagnato scivolando all’ottavo posto. 

Complessivamente soddisfatta Fabienne Wohlwend. La giovane speranza del Principato del Liechtenstein è partita in entrambe le corse in P13, riuscendo a terminare in ottava piazza la prima gara e al dodicesimo posto la seconda a 29’’ dal protagonista di giornata Ellis.

 

“Posso ritenermi soddisfatta”, ha dichiarato Fabienne Wohlwend. “In qualifica ho riscontrato alcune difficoltà, ma una buona partenza mi ha permesso di non restare troppo indietro. Il mio obiettivo personale era quello di entrare in top ten e l’ottavo posto in Gara 1, quindi, va più che bene. In Gara 2 siamo abbiamo tutti usato gomme da bagnato sull’asciutto. Questo ha penalizzato tutti”.

Le prossime due manche si terranno il fine settimana del 25-27 maggio al Nürburgring.

condividi
commenti
Coppa Italia piatto forte del Peroni Race Weekend di Adria
Articolo precedente

Coppa Italia piatto forte del Peroni Race Weekend di Adria

Articolo successivo

Coppa Italia: Borrett, Montali e Tarabini si impongono ad Adria

Coppa Italia: Borrett, Montali e Tarabini si impongono ad Adria
Carica i commenti