Debutto difficile a Reitnau per i giovani “scalatori” svizzeri

Le condizioni meteorologiche avverse hanno complicato la prima corsa stagionale degli otto partecipanti. Rolf Reding trionfa davanti a Eugster e Devaud. Scoramento per Mario Koch, quarto.

Debutto difficile a Reitnau per i giovani “scalatori” svizzeri
Toyota GT86 Race, Swiss Race Academy
Benjamin Devaud, Toyota GT86, Swiss Race Academy
Lukas Eugster, Toyota GT86, Swiss Race Academy
Mario Koch und Josef Koch
Benjamin Devaud, Rolf Reding, Lukas Eugster, Swiss Race Academy, Podium
Rolf Reding, Toyota GT86, Swiss Race Academy
Toyota GT86 Race, Swiss Race Academy

Hans Schori e l’amico Yves Meyer sono i responsabili del Centro Driving e Event Center di Seelisberg, dove praticano anche la professione di istruttori di guida.

Schori è stato il vincitore della Coppa della Montagna in Svizzera nel 2011 al volante di una Mitsubishi dotata di ben 800 cavalli, mentre Meyer si è in passato destreggiato nel Drifting e nel Time Attack, oltre ad aver gareggiato nell’Audi TT Cup nel 2016.

La stagione 2017 rappresenta un nuovo inizio per l’accoppiata Mayer-Schori. I due, infatti, hanno dato vita alla Swiss Race Academy, una sorta di scuola d’apprendimento per i piloti dai 18 a 28 anni interessati alle Corse in Salita. 

L’Associazione Auto Sport Svizzera (ASS) ha approvato il progetto, concedendo all’accademia la titolazione di Campionato Nazionale nella prima stagione. Così, gli otto partecipanti si batteranno per il titolo di campione Junior della Montagna, tutti al volante di altrettante Toyota GT86 di serie.

Sfortunatamente, il 2 luglio a Reitnau le condizioni meteorologiche non sono state particolarmente favorevoli ai ragazzi in gara. La pioggia si è vista durante le prove mattutine, l’asciutto per la prima e sola manche disputatasi.

Rolf Reding è stato il driver più rapido di tutti, così come avvenuto durante la giornata di prove nel mese di maggio. Un bel regalo per il suo 24esimo compleanno. 

Lukas Eugster ha invece commesso un piccolo errore in frenata, che però non ha tolto il secondo posto al 27enne, giunto al traguardo con un ritardo inferiore al secondo nei confronti del vincitore.

Alle spalle di quest’ultimo, felicissimo, si è piazzato Benjamin Devaud, volto noto nelle cronoscalate e negli Slalom per aver partecipato ad alcune tappe con licenza regionale al volante di una Volkswagen Golf.

“Ciò non significa che io sono avvantaggiato rispetto agli altri”, esordisce Benjamin. “Anzi, adattarsi ad un altro tipo di vettura non è così semplice. Magari nella prossima corsa di Anzère potrei avere qualche possibilità in più perché è la mia corsa di casa, ma non mi sento affatto più ‘esperto’ degli altri”.

 

Il nome più celebre nel mondo delle corse in salita per Junior è però quello di Mario Koch. Il padre, Josef, è stato il più rapido nel Gruppo InterSwiss a Reitnau a bordo di una Opel Kadett C GT/E. Nella scorsa stagione, Koch senior finì terzo nel Campionato Svizzero della Montagna nel girone riservato alle vetture Turismo.

Mario Koch, figlio d’arte, ha però vissuto nel Canton Argovia una grande delusione. Sbarcato a Reitnau con l’intenzione di salire almeno sul podio nella neonata specialità riservata ai giovani, il 27enne lucernese ha chiuso ai piedi del podio accusando un ritardo di 0”49’ nei confronti di Lukas Eugster.

Aurelio Demski, Florian Klein, Joshua Reynolds e Raphael Feigenwinter sono invece gli altri quattro piloti iscritti all’accademia Swiss Race Academy e partecipanti al Campionato Junior di Cronoscalate.

Swiss Hillclimb Junior Championship - standings after 1 round

condividi
commenti
Abarth Trofeo: Walter Reho beffato da Paul Kasper!

Articolo precedente

Abarth Trofeo: Walter Reho beffato da Paul Kasper!

Articolo successivo

Vittoria e primato per Ismaël Vuistiner nel Clio R3T Alps Trophy

Vittoria e primato per Ismaël Vuistiner nel Clio R3T Alps Trophy
Carica i commenti