Clio R3T Alps Trophy: una corsa al titolo che promette di essere grandiosa

condividi
commenti
Clio R3T Alps Trophy: una corsa al titolo che promette di essere grandiosa
Di:
, Motorsport.com Switzerland
Tradotto da: Gabriele Testi, Direttore Responsabile Motorsport.com Switzerland
13 mar 2019, 20:49

In assenza del campione in carica Olivier Courtois, che si è spostato verso altri orizzonti, Ismaël Vuistinier è uno dei favoriti per l'edizione 2019 del Clio R3T Alps Trophy.

Ma la concorrenza sembra agguerrita. Campione nel 2017, vice-campione nel 2018, il duo Ismaël Vuistiner-Florine Kummer sarà il favorito erede di Olivier Courtois, vincitore del Trofeo lo scorso anno.

Mentre l'esperto pilota francese ha scelto di affrontare una nuova sfida in questa stagione, gareggiando per il Clio Trophy nel proprio Paese, il team vallesano sarà pronto a vincere un altro titolo nella disciplina in questa stagione.

Per contrastarli, gli avversari non mancheranno, visto che quest'anno saranno presenti i principali protagonisti della scorsa stagione. A cominciare da Styve Juif eAlex Florenson. I francesi, che hanno vinto il primo round del calendario 2018, il Rallye Pays du Gier, avevano regolarmente eguagliato Vuistinier l'anno scorso, nonostante non avessero preso parte a tutti i rally in calendario. Intendono affermarsi rapidamente come candidati seri per il titolo nella loro seconda stagione in questa specialità.

Styve Juif, Alex Florenson, Renault Clio RS

Styve Juif, Alex Florenson, Renault Clio RS

Tra i nuovi arrivati nel trofeo, ci sarà la new entry pesante incarnata da un pilota tedesco. Non si tratta di un ultimo della classe perché Karl Friedrich Beck, 63 anni, ha più di 35 anni di esperienza nell'automobilismo sportivo.

Il residente di Albstadt, un habitué del Rallye du Valais, dove ha gareggiato 10 volte, ha dimostrato la propria formidabile velocità sulla Clio R3T un anno fa durante il Rallye Mont Blanc-Morzine, dove era al top della propria categoria prima di sbattere. Un'esperienza che lo ha spinto a iscriversi per l'intera stagione 2019, insieme al connazionale Hans-Peter Loth.

Lo stesso vale per Ricardo Araujo, che ha terminato ai piedi del podio finale nel campionato della passata stagione e che intende salire di rango nel 2019. Il pilota di Saxon, nel Vallese, potrà ancora contare su Audrey Zahlen sul sediolo di destra. Un altro driver del Canton Vallese, Nicolas Lathion, quinto nel campionato 2018 accanto al coéquipier Yannick Schriber, sarà il quarto equipaggio a ripetere l'avventura nel 2019.

Lire aussi:

Tra i nuovi arrivati, sarà presente Julien Camandona. Il pilota di Yens si è distinto soprattutto nelle competizioni storiche degli ultimi anni, e affronterà in questa stagione una nuova sfida nel Trofeo Alpi Clio R3T, con Thomas Jacon in qualità di navigatore.

Dopo aver brillato nel 2018 al volante di una Citroën DS3 R3T, anche il francese Thibaud Mounard, con lo storico copilota Thierry Marrel, sfiderà i driver svizzeri sul loro territorio nazionale in questa stagione. Potrà almeno contare sulla conoscenza del terreno durante il Rallye Pays du Gier, dove aveva già gareggiato l'anno passato a bordo di una Citroën, con cui aveva dominato nella propria categoria.

Tony Ribaudo, un altro francese che cercherà il successo in Svizzera nel 2019, sarà senza dubbio uno degli uomini da seguire questa stagione. Il pilota di Villaz, in Alta Savoia, ha una solida esperienza sulla Citroën C2 R2, la Peugeot 208 R2 e, soprattutto, nella Coppa di Francia delle Renault Clio R3 dello scorso anno. Ancora associato a Mickaël Viret, darà certamente qualche problema ai clienti abituali della serie.

Altri piloti si uniranno al gruppo con l'avanzare della stagione.

 
Articolo successivo
Il duo Vuistiner-Kummer s’impone nel Clio R3T Alps Trophy

Articolo precedente

Il duo Vuistiner-Kummer s’impone nel Clio R3T Alps Trophy

Carica i commenti
Be first to get
breaking news