WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
11 Ore
:
00 Minuti
:
23 Secondi
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
12 dic
-
14 dic
FP1 in
28 giorni
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
1 giorno
Moto3
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
G
Valencia
15 nov
-
17 nov
Moto2
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
IndyCar
20 set
-
22 set
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
8 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
64 giorni
FIA F3
26 set
-
29 set
Evento concluso
FIA F2
26 set
-
29 set
Evento concluso
G
Abu Dhabi
28 nov
-
01 dic
Prossimo evento tra
14 giorni
Formula 1
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
ELMS
20 set
-
22 set
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
WTCR
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Prove libere 1 in
12 Ore
:
00 Minuti
:
23 Secondi

UK: a Knockhill nessuno riesce a fermare l'inarrestabile Daniel Lloyd

condividi
commenti
UK: a Knockhill nessuno riesce a fermare l'inarrestabile Daniel Lloyd
Di:
14 mag 2018, 12:07

Due vittorie senza patemi per il pilota della WestCoast Racing, che ora conduce in classifica a bottino pieno con un bel vantaggio su Andreas Bäckman ed Ollie Taylor. In Scozia sul podio salgono anche lo stesso Taylor, Sean Walkinshaw e Price.

Daniel Lloyd è stato ancora una volta il grandissimo mattatore della TCR UK Series, con l'inglese che ha trionfato in entrambe le gare andate in scena a Knockhill.

Al via della prima, Lloyd è scattato molto bene dalla pole position mantenendo il comando delle operazioni, mentre Ollie Taylor ha piazzato la sua Honda Civic TCR FK2 davanti alla Alfa Romeo Giulietta TCR di Aiden Moffat (Laser Tools Racing), prima che il ragazzo della Pyro Motorsport incappasse in un errore al giro 6 scivolando al quarto posto.

Moffat si è ritrovato quindi secondo con 6" da recuperare a Lloyd, ma un guasto alla trasmissione lo ha messo fuori causa a metà gara, facendo risalire al secondo posto la Volkswagen Golf GTI TCR della WestCoast Racing condotta da Andreas Bäckman.

A metà gara è entrata in pista anche la Safety Car per consentire la rimozione della Hyundai i30 N TCR di Lewis Kent, finito contro le barriere alla "McIntyres".

Una volta ricominciato, anche Bäckman ha sbagliato alla curva 1, con Taylor che ne ha approfittato prendendosi la piazza d'onore, ma lo svedese lo ha raggiunto nuovamente per tentare il controsorpasso. Le due vetture si sono toccate e questo ha consentito a Josh Price (BMR Autoglym Acamdemy) di beffare entrambi con la sua Honda Civic TCR FK2. La gara non è finita qui, perché Taylor si è ripreso il secondo posto a 5 giri dalla bandiera a scacchi.

Quarto si classifica Bäckman, seguito dalla Honda Civic TCR FK2 del debuttante Sean Walkinshaw e dall'altra Giulietta della Laser Tools Racing affidata a Derek Palmer, mentre Jessica Bäckman (WestCoast Racing) chiude al settimo posto con la sua Volkswagen.

Darelle Wilson (DW Racing), che si trovava ottavo con una penalità di 5" sul groppone per non aver rispettato i track limits, ha dovuto alzare bandera bianca anticipatamente all'ultima tornata, quando la sua Vauxhall Astra TCR è stata centrata dalla Honda Civic Type R TCR FK7 di un disastroso Finlay Crocker alla "McIntyres". Fra l'altro il pilota del Verizon Connect Racing Team aveva un giro di ritardo dopo una serie di errori che lo avevano fatto sprofondare in classifica.

In Gara 2 la cavalcata di Lloyd è proseguita partendo dalle retrovie, come previsto dalla griglia invertita che lo vedeva in nona casella dello schieramento.

Per lui si tratta della quarta vittoria su quattro in altrettante gare della stagione, con Price e Walkinshaw a completare il podio assieme a lui.

Walkinshaw era scattato dalla pole position, ma alla curva 1 Kent lo ha toccato sul posteriore facendolo sbandare, con il pilota della Hyundai che è così balzato al comando.

Price, che era sesto, ha invece raggiunto Walkinshaw mettendoselo alle spalle al giro 4, per poi inseguire Kent, che alla tornata 7 ha commesso un errore lasciando quindi il comando della gara al ragazzo della Honda.

Intanto Lloyd ha cominciato a risalire la china passando sesto sul traguardo già al primo giro, per poi raggiungere il secondo posto all'ottavo e infine prendersi la vetta all'undicesimo con un bel sorpasso su Price fra le curve 2 e 3.

Il britannico della WestCoast Racing è scappato via incrementando il proprio vantaggio, annullato però dall'ingresso della Safety Car al giro 23, intervenuta per recuperare la Honda di Taylor finita nella via di fuga alla curva 1 dopo un contatto.

Il cronometro non si è fermato e quando la vettura di sicurezza si è tolta di mezzo, Lloyd ha ripreso a spingere per un ultimo giro che lo ha visto tagliare il traguardo vittorioso davanti a Price e Walkinshaw, che ha sudato freddo per i tentativi di assalto di un Wilson davvero carichissimo con la sua Vauxhall Astra.

Lloyd, che si era assicurato la pole position in qualifica, torna a casa anche questa volta con bottino pieno e in classifica conduce con un bel +66 su Andreas Bäckman e con +73 su Taylor.

TCR UK - Knockhill: Gara 1

TCR UK - Knockhill: Gara 2

Articolo successivo
A Knockhill tutti a rincorrere Daniel Lloyd

Articolo precedente

A Knockhill tutti a rincorrere Daniel Lloyd

Articolo successivo

Europe: a Zandvoort debutta la JBS Compétition con Briché e Marie Baus-Coppens

Europe: a Zandvoort debutta la JBS Compétition con Briché e Marie Baus-Coppens
Carica i commenti