GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
31 giorni
29 mag
-
30 mag
Prossimo evento tra
51 giorni
WSBK
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
30 giorni
WRC
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
43 giorni
WEC
22 feb
-
23 feb
Evento concluso
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
127 giorni
MotoGP
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
22 giorni
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
36 giorni
IndyCar
G
Birmingham
03 apr
-
05 apr
Evento concluso
G
Austin
24 apr
-
26 apr
Prossimo evento tra
16 giorni
Formula E
27 feb
-
29 feb
Evento concluso
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
58 giorni
Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
ELMS
G
Barcellona
03 apr
-
05 apr
Evento concluso
G
Monza
08 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
30 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
23 giorni
26 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
79 giorni

TCR Europe: Engstler vince di prepotenza Gara 2 al Red Bull Ring

condividi
commenti
TCR Europe: Engstler vince di prepotenza Gara 2 al Red Bull Ring
Di:
14 lug 2019, 08:41

Il tedesco passa di forza Luca Filippi all'ultimo giro e il pilota BRC finisce a muro, podio per Files e Morgan, Morbidelli in Top5, rimonta pazzesca di Panciatici, Homola e Urrutia in una gara con altre botte da orbi. Coronel sbaglia tutto, sfortunato Paulsen.

Luca Engstler conquista di prepotenza alla penultima curva la vittoria in Gara 2 del TCR Europe al Red Bull Ring, dove per l'ennesima volta in questa stagione ne sono successe di tutti i colori. La serie turismo europea si sta trasformando nella copia del RallyCross e se ci aggiungiamo anche la pioggia e due Safety Car a rimescolare le carte, ecco che lo spettacolo e i brividi non possono mancare.

In partenza sono volate fuori le prime auto, con John Filippi che per la seconda volta non ha passato indenne la prima curva, perdendo il controllo della sua Renault Mégane R.S. (probabilmente toccato alle spalle dalla Peugeot 308 di Aurélien Comte) e coinvolgendo l'incolpevole Daniel Nagy. Il francese della Vuković Motorsport e l'ungherese della M1RA hanno dovuto alzare bandiera bianca, mentre la Safety Car è entrata in pista per raccogliere i rottami.

Tom Coronel nel frattempo aveva mantenuto la leadership davanti a Gianni Morbidelli e Luca Engstler, ma la frittata l'ha combinata Daniel Lloyd superando in regime di SC e beccandosi poi l'inevitabile Drive Through proprio quando si trovava alle spalle del tedesco della M1RA. Nelson Panciatici ha invece stallato al via crollando in fondo al gruppo.

Al giro 3 è uscita di scena la vettura di sicurezza e Coronel ha subito allungato lasciando le scaramucce a chi seguiva, fra sportellate varie, frenate lunghe e uscite larghe anche per via di una fastidiosissima pioggerellina che ha cominciato a scendere poco prima della partenza.

Morbidelli ha provato a tenere botta, ma la Volkswagen Golf GTI condotta dal pilota WestCoast Racing è stata infilata e colpita a ripetizione ritrovandosi in un paio di passaggi dal secondo al sesto posto, con Engstler a portarsi in piazza d'onore davanti alla Cupra di Alex Morgan, alla Hyundai i30 N di Josh Files (Target Competition) e alla Cupra di uno straripante Stian Paulsen, in rimonta dalla 18a piazza! Intanto si è fermato ai box Davit Kajaia per problemi alla Cupra della PCR Sport con cui era in Top10.

Le sportellate sono proseguite (Lloyd è crollato nelle retrovie dopo un'uscita alla curva 4) e al giro 6 ci ha rimesso Tamas Tenke piombando contro al muro della curva 1 con la Cupra della Zengo Motorsport. Anche qui è dovuta entrare la Safety Car annullando il vantaggio accumulato da Coronel, che però si è visto comminare un Drive Through poiché gli uomini della Boutsen Ginion Racing hanno continuato a lavorare sulla sua Honda Civic Type R a meno di 5' dallo spegnimento dei semafori.

La SC si è fatta nuovamente da parte al giro 9 quando sul cronometro mancavano 4'15", ma Coronel non è rientrato ai box per scontare la penalità e alla fine ha combinato più danni che altro. Luca Filippi, dopo aver perso la vittoria ieri per poca grinta (come ha ammesso lui stesso), ha tirato fuori gli artigli superando avversari a ripetizione, sbarazzandosi di Paulsen, Morgan, Files, Morbidelli ed Engstler fino ad arrivare in testa grazie ad una sbandata nella via di fuga di Coronel.

Gli ultimi due giri sono stati da brividi per tutti. La Volkswagen Golf GTI di Maxime Potty (Team WRT) ha colpito la Hyundai i30 N di Dušan Borković (Target Competition) mandandolo fuori mentre lottavano per la Top5, Coronel ha pensato bene di proseguire nonostante la sanzione da scontare e si è sportellato con Morgan, mentre Paulsen ha provato l'assalto al podio finendo però nella sabbia alla curva 3 e con un pugno di mosche in mano.

L'episodio decisivo si è consumato alla curva 6 nell'utimo giro, quando Engstler ha affiancato in accelerazione Filippi: le due Hyundai i30 N si sono agganciate e a finire K.O. è stato il piemontese della BRC, franato mestamente contro il muretto interno. Il Campione di TCR Malaysia-Asia-Middle East ha così tagliato il traguardo comodamente da vincitore davanti alla Hyundai i30 N di Files, che grazie a questo podio mantiene la leadership in classifica di campionato.

Alle spalle del britannico di casa Target Competition troviamo Morgan, ma il capolavoro lo compie Panciatici, risalito addirittura quarto con la Hyundai i30 N della M Racing dopo l'errore della partenza finendo ultimo.

Morbidelli si porta a casa il quinto posto che se non altro fa morale, seppur il pesarese ambisse a qualcosa di più partendo dalla prima fila, poi ci sono la Hyundai i30 N della Target Competition condotta da Mat'o Homola e l'Audi RS 3 LMS di un Santiago Urrutia (Team WRT) in risalita da centro gruppo.

Top10 pure per Potty, Andreas Bäckman (Target Competition, Hyundai i30 N) e Comte (DG Sport Compétition), seguiti da Nathan Bihel (M Racing, Hyundai i30 N) e dalle Peugeot 308 di Julien Briché (JSB Compétition), Jimmy Clairet e Teddy Clairet, fra cui si piazza la Honda Civic Type R di Viktor Davidovski (PSS Racing) a completare la zona punti.

A Coronel, transitato terzo sotto la bandiera a scacchi, sono poi stati aggiunti 30" per non aver scontato il Drive Thorugh, facendo finire l'olandese 18°.

TCR Europe - Red Bull Ring: Gara 2

Articolo successivo
TCR Europe: Files incorna Filippi al Red Bull Ring e vince Gara 1

Articolo precedente

TCR Europe: Files incorna Filippi al Red Bull Ring e vince Gara 1

Articolo successivo

Borković cerca ancora la rissa, denunciato a FPAK e FIA!

Borković cerca ancora la rissa, denunciato a FPAK e FIA!
Carica i commenti