Comini a Sochi mostra doti da... Olimpionico!

Comini a Sochi mostra doti da... Olimpionico!

Lo svizzero conquista la vittoria in Gara 2 e torna in testa al campionato. Ora servono i soldi per le altre gare.

E’ proprio nel contesto del Parco Olimpico di Sochi che Stefano Comini afferma le sue qualità di atleta, confermandosi vincitore nel settimo round del campionato TCR International Series per la terza volta in questa stagione.

Comini non si mette particolarmente in evidenza durante le qualifiche di sabato, segnando il settimo tempo. La prestazione è dovuta al mancato gioco di scie con il compagno di squadra Andrea Belicchi ed al traffico incontrato in pista durante il giro lanciato, essenziale per l’ottima prestazione in qualifica.

Dunque partenza dalle retrovie per gara 1 (settimo posto in griglia), ma un buono start permette a Stefano di guadagnare sin da subito posizioni importanti. Già dall’inizio del primo giro si porta in quinta posizione, difendendola. Al quarto giro arriva il sorpasso ai danni del pilota di casa, Grachev, portando così Comini a transitare in quarta posizione sotto la bandiera a scacchi.

Morbidelli, sino ad ora principale avversario per quanto riguarda la classifica di campionato, chiude parecchio dietro Stefano. Risultato quindi importante per ridurre il margine di vantaggio del pilota pesarese. Grazie all’abilità di Comini, il gap viene definitivamente colmato al termine della seconda gara del week-end.

Il giovane ticinese parte dalla terza posizione in griglia per gara 2 e, autore ancora una volta di un’ottima partenza, grazie ad un sorpasso, si porta subito in seconda posizione e già al quarto giro conquista la testa della gara con una brillante azione di nuovo su Grachev, allunga e gestisce al meglio sull’avversario Pepe Oriola. In questo frangente viene segnato anche il giro più veloce della gara.

Uno strepitoso Comini gestisce nel migliore dei modi gli 11 giri, guadagnandosi non solo il primo gradino del podio di Sochi, segnando la terza vittoria della stagione, ma riconquistando nuovamente il top della classifica del campionato. Dopo la bandiera a scacchi festeggia con un burn-out in retromarcia, facendo letteralmente impazzire il pubblico di Sochi.

Ora inizia per Stefano il duro lavoro di ricerca del denaro per cercare di portare a termine le ultime gare di campionato. Si prospetta una battaglia serrata in cui non mancheranno sicuramente colpi di scena e sorpassi.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati TCR
Piloti Stefano Comini
Articolo di tipo Ultime notizie