Tassi beffa Files e conquista la pole position per Gara 1 a Barcellona nella doppietta Honda

condividi
commenti
Tassi beffa Files e conquista la pole position per Gara 1 a Barcellona nella doppietta Honda
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
20 ott 2018, 10:42

L'ungherese dell'Hell Energy Racing-KCMG scavalca in extremis il compagno inglese, con i duellanti per il titolo Azcona-Borković in seconda fila. Michelisz in Top5 davanti a Sutton, Briché in pole per Gara 2, fuori in Q1 Vernay, Paulsen e Berthon. Continua il calvario di Comini.

Con un colpo di reni proprio nell'ultimo giro a disposizione, Attila Tassi va a prendersi la pole position per Gara 1 della TCR Europe Series a Barcellona beffando il suo compagno di squadra Josh Files. Il ragazzino ungherese dell'Hell Energy Racing with KCMG ha piazzato la propria Honda Civic Type R davanti a quella del collega inglese per appena 0"041 fermando il cronometro sull'1'53"861, tempo che curiosamente non è risultato il più basso in assoluto delle qualifiche.

In Q1 il riferimento migliore era stato realizzato da Mikel Azcona in 1'53"802, ma lo spagnolo della PCR Sport non è riuscito a ripetersi in Q2 ritrovandosi solamente terzo; il leader del campionato, che può chiudere il discorso titolo già oggi pomeriggio, partirà con la sua Cupra davanti alle Hyundai i30 N del suo diretto rivale, Dušan Borković (Target Competition), e di Norbert Michelisz (M1RA).

Buon sesto posto per Ashley Sutton in quella che è la sua prima uscita nella serie e al volante della Volkswagen Golf GTI preparata dalla WestCoast Racing. Il britannico si tiene alle spalle l'altra Hyundai i30 N della M1RA affidata a Dániel Nagy e la terza Honda Civic Type R della KCMG con sopra il tedesco Mike Halder.  

Leggi anche:

Peter Terting chiude nono al volante della Hyundai i30 N dell'Autodis Racing/Target Competition e sarà in prima fila nella griglia invertita di Gara 2 dove in pole position avremo la Peugeot 308 di Julien Briché (JSB Compétition). In realtà il transalpino si sarebbe qualificato undicesimo, ma viene promosso più avanti per il secondo round grazie alla penalità inflitta a Kris Richard.

Il pilota della Target Competition aveva ottenuto la settima prestazione, ma il suo crono migliore è stato cancellato per infrazione dei track limits, per cui lo svizzero risulta decimo. I commissari hanno però ritenuto opportuno evitare che, beneficiando della sanzione, lo svizzero potesse essere in pole per Gara 2, per cui nell'appuntamento di domani partirà undicesimo con la sua Hyundai i30 N davanti al compagno di squadra Reece Barr.

Fuori clamorosamente in Q1 Jean-Karl Vernay, grande dominatore dell'ultimo weekend trascorso a Monza, beffato da Barr per 0"045 nella lotta per evitare la tagliola della prima manche. Il francese del Leopard Lukoil Team WRT, che nutre ancora alcune speranze di vittoria del titolo, si ritroverà sulla tredicesima casella dello schieramento con la propria Audi RS 3 LMS, affiancato dalla Volkswagen Golf GTI di Maxime Potty (Comtoyou Racing), incapace di replicare le buone prestazioni delle FP2.

Alle loro spalle l'ottava fila vedrà la presenza della Cupra giallo-nera del privato norvegese Stian Paulsen e della Volkswagen Golf GTI di Andreas Bäckman (WestCoast Racing), mentre sua sorella Jessica è 21a.

Male anche Ollie Taylor, con la Honda Civic Type R della Pyro Motorsports, e soprattutto Nathanaël Berthon sull'Audi RS 3 LMS della Comtoyou Racing, costretti a partire dalla nona fila dopo aver chiuso in 17a e 18a posizione davanti alla Peugeot 308 di Francisco Abreu (Sports & You) e a Klim Gavrilov (Volkswagen Golf GTI - LVA Team).

Continua il calvario di Stefano Comini, relegato al 26° posto ad oltre 2" dalla vetta. A questo punto viene da chiedersi cosa non funzioni sulla sua Honda Civic Type R o quali siano i problemi del team Autodis Racing by THX nel metterla a punto, visto che le altre vetture della JAS Motorsport (che non siano nelle mani di piccoli privati) hanno ottenuto ben altre prestazioni, mentre lo svizzero, portacolori di Race Republic e Bi-Campione internazionale, continua ad arrancare nelle retrovie.

TCR Europe - Barcellona: Q1
TCR Europe - Barcellona: Q2

 
Articolo successivo
Barcellona, Libere 2: Honda davanti a tutti con Attila Tassi

Articolo precedente

Barcellona, Libere 2: Honda davanti a tutti con Attila Tassi

Articolo successivo

Attila Tassi domina Gara 1 di Barcellona e tiene vive le speranze di titolo assieme a Borković e Vernay

Attila Tassi domina Gara 1 di Barcellona e tiene vive le speranze di titolo assieme a Borković e Vernay
Carica i commenti