Salzburgring, Libere 1: Borković porta l'Alfa Romeo in vetta

In una sessione molto tirata, il serbo piazza la Giulietta al comando davanti alla Honda di Colciago e alla VW di Vernay, con Lloyd e Comini in Top5 vicini. Oriola sesto, bene Demoustier con la Opel, Altoè in Top10, brutto botto per Ficza.

Salzburgring, Libere 1: Borković porta l'Alfa Romeo in vetta

Dušan Borković ha ottenuto il miglior tempo nella prima sessione di Prove Libere che i piloti della TCR International Series hanno affrontato sul circuito del Salzburgring.

I 30' minuti a disposizione sono stati molto combattuti e tirati, con 20 concorrenti racchiusi in 0"9 e sei marchi nelle primissime posizioni: Alfa, Honda, Volkswagen, SEAT, Audi ed Opel.

Il serbo della GE-Force ha piazzato la sua Alfa Romeo Giulietta TCR al comando nelle fasi finali: "Abbiamo lavorato sull'auto per migliorare, non per cercare il tempo. Non mi aspettavo di essere così veloce, anche perché con temperature più basse e maggior grip, tutti sono riusciti ad abbassare i propri tempi. Non puoi mai sapere che tipo di lavoro stanno svolgendo gli altri con le gomme, vedremo in qualifica".

Nella mattinata c'era stato uno scroscio di pioggia che ha bagnato la pista. Il primo tempo valido lo ha realizzato James Nash con la SEAT della Craft-Bamboo Lukoil in 1:26.979, poi hanno cominciato a fioccare i miglioramenti.

Il primo ad abbassare il limite è stato Stefano Comini (Audi RS 3 LMS TCR - Comtoyou Racing) in 1:26.942, seguito dall'1:26.858 di Thomas Jäger (Opel Astra TCR - Kissling Motorsport), poi dall'1:26.846 di Mat’o Homola (Opel Astra TCR - DG Sport Compétition), nuovamente Comini in 1:26.608 ed infine dall'1:26.356 di Borković.

Il secondo crono se lo è preso la Honda Civic TCR di Roberto Colciago (M1RA), il quale ha preceduto la Volkswagen Golf GTI TCR di Jean-Karl Vernay (Leopard Racing), la SEAT di Daniel Lloyd (Craft-Bamboo Lukoil), Comini, Pepe Oriola (SEAT - Craft-Bamboo Lukoil) e la Opel di Grégoire Demoustier (DG Sport Compétition).

Dopo il bruttissimo incidente occorso ieri ad Attila Tassi, alla curva 9 c'è stato un altro botto con protagonista Ferenc Fizca.

L'ungherese è sceso da solo dalla sua SEAT León TCR (parecchio danneggiata), ma zoppicando vistosamente; il pilota della Zengő Motorsport è stato trasportato prima al centro medico, poi in ospedale per visite più approfondite dato che lamentava un forte dolore alle costole.

Esposta la bandiera rossa, la sessione è ripresa dopo una sosta necessaria per rimettere in sesto le barriere.

Una seconda interruzione si è verificata nel finale, quando anche la SEAT di Duncan Ende è finita a muro alla curva 9 per via di una foratura. In questo caso non ci sono state conseguenze per pilota e auto.

Non è scesa in pista l'Audi di Milovan Vesnić a causa di un problema ai freni.

TCR International Series - Salzburgring: FP1

condividi
commenti
Una nuova Honda Civic dalla JAS per Attila Tassi

Articolo precedente

Una nuova Honda Civic dalla JAS per Attila Tassi

Articolo successivo

Salzburgring, Libere 2: svetta l'Audi di Comini

Salzburgring, Libere 2: svetta l'Audi di Comini
Carica i commenti