Morbidelli: "Non ho ancora trovato il limite della mia Honda"

Il poco tempo ha disposizione ha rallentato i lavori a Gianni Morbidelli, che però è piuttosto contento. Oriola e Vernay preoccupati per il consumo gomme, Borković soddisfatto.

Morbidelli: "Non ho ancora trovato il limite della mia Honda"

Ecco le parole di alcuni protagonisti dopo le seconde prove libere della TCR International Series andate in scena all'Estoril.

Dušan Borković: "E' andata bene, ma è stato difficile capire le condizioni della pista. Abbiamo provato un paio di soluzioni in termini di set-up e hanno funzionato. Il consumo gomme qui è molto alto, specialmente nell'ultima curva, bisogna essere bravi a gestirlo perché altrimenti potresti essere molto veloce, ma poi ritrovarti dietro al gruppo nel finale. Saranno qualifiche molto interessanti!"

Pepe Oriola: "Ho fatto solo un giro veloce, nel secondo stavo migliorando, ma ho deciso di abortirlo per risparmiare le gomme. L'auto va bene nonostante i 30kg di zavorra, ma dobbiamo stare molto attenti perché perdiamo facilmente il posteriore".

Gianni Morbidelli: "E' stata la prima vera sessione di prove per noi e non è andata male, considerando che non ho fatto lo stesso numero di giri degli altri. Ho avuto un problemino con il servosterzo all'inizio, ma dopo è stato risolto. Mi serve più tempo per capire il comportamento dell'auto e trovare il limite".

Jean-Karl Vernay: "Sessione niente male, stiamo trovando il giusto ritmo, ma il problema resta il consumo delle gomme. Abbiamo un nuovo sistema di bilanciamento della frenata e all'inizio ho sofferto un po', rischiando parecchio in un paio di occasioni".

condividi
commenti
Estoril, Libere 1: Comini vola sull'umido con la Golf
Articolo precedente

Estoril, Libere 1: Comini vola sull'umido con la Golf

Articolo successivo

Homola centra la sua prima pole position all'Estoril

Homola centra la sua prima pole position all'Estoril
Carica i commenti