Mora, Campione sazio e... affamato: "Ho vinto tanto, cerco nuove motivazioni"

Dopo aver trionfato per due stagioni consecutive in TCR Portugal, il 21enne di Porto spera di poter affrontare sfide inedite in altri campionati TCR nazionali, o magari trovare un sedile a livello internazionale.

Mora, Campione sazio e... affamato: "Ho vinto tanto, cerco nuove motivazioni"
Francisco Mora, Veloso Motorsport, SEAT Leon TCR
Francisco Mora, SEAT Leon TCR
Francisco Mora, SEAT Leon TCR
Francisco Mora, SEAT León, Veloso Motorsport
Francisco Mora, SEAT Leon TCR, Veloso Motorsport
Francisco Mora, Veloso Motorsport, SEAT León
Francisco Mora, Baporo Motorsport, SEAT León TCR
Francisco Mora, Baporo Motorsport, SEAT León TCR

Indubbiamente Francisco Mora è il Re incontrastato della TCR Portugal Series. Dopo aver vinto il titolo nel 2016, anche quest'anno il pilota della Veloso Motorsport si è confermato imbattibile al volante della propria SEAT León TCR in patria.

Il 21enne si è però imposto dovendo guadagnarsi la cosiddetta pagnotta, dato che gli avversari non si sono tirati indietro dalla battaglia dandogli parecchio filo da torcere.

"Il mio obiettivo era confermarmi Campione della TCR Portugal Series, anche se ovviamente mi sarebbe piaciuto vincere anche quello del TCR Ibérico - ha ammesso il portoghese - E' stata una stagione positiva e sono contento perché sono riuscito a chiudere i giochi prima dell'ultimo evento".

Già, l'ultimo appuntamento della stagione, ovvero Portimão. Sul tracciato dell'Algarve le cose non sono andate nel migliore dei modi a causa di un incidente che ha danneggiato irreparabilmente la SEAT del giovane Campione.

A sorpresa Francisco Abreu, con la Volkswagen
Golf GTI TCR del Team Novadriver, ha recuperato i punti necessari per superare Mora e laurearsi Campione del TCR Ibérico.

"Purtroppo l'incidente mi ha tagliato fuori dalla lotta per il successo nel TCR Ibérico. Chiaramente è stato un dispiacere enorme, ma abbiamo vinto 7 gare e conquistato tanti podi, per cui sorrido ugualmente".

Abreu non è stato l'unico contendente al titolo per Mora, il quale ha dovuto incrociare le armi (anzi, le traiettorie!) con avversari del calibro di Edgar Florindo, Rafael Lobato e Patrick Cunha.

"Il livello della serie è cresciuto tantissimo e questo dà più valore alle mie vittorie. Debbo ammettere che Abreu ha fatto un ottimo lavoro e che la sua Golf ha dimostrato di essere una vettura competitiva, a parte a Braga".

Ora per il ragazzo di Porto serve una boccata d'ossigeno e una ventata di aria fresca e nuova. La fame di vittorie nel proprio paese ormai è stata saziata, dunque l'attenzione si sposta necessariamente altrove.

"Ho vinto il Campionato nel 2016 e el 2017, ora mi piacerebbe cambiare passando ad un'altra serie TCR nazionale oppure tuffarmi nell'avventura internazionale. E' obbligatorio, ho bisogno di nuove motivazioni".

condividi
commenti
Comte e la missione 308: "La Peugeot è nuovissima e voglio guidarla nel 2018"
Articolo precedente

Comte e la missione 308: "La Peugeot è nuovissima e voglio guidarla nel 2018"

Articolo successivo

Nel 2018 nasce il TCR DSG Championship dedicato a SEAT, Audi e Volkswagen

Nel 2018 nasce il TCR DSG Championship dedicato a SEAT, Audi e Volkswagen
Carica i commenti