Monza, Libere 2: Files beffa Vernay per 0"003

condividi
commenti
Monza, Libere 2: Files beffa Vernay per 0
Di: Francesco Corghi
21 set 2018, 15:56

L'inglese chiude al comando con la Honda mettendosi dietro l'Audi del francese e la Cupra di Azcona, con Borković e Potty in Top5. Bel tempo per Sapag, Giovanardi sbatte alla prima variante, Comini soffre per il set-up, Baldan a denti stretti per la spalla.

Josh Files ha dato una bella zampata sul finale delle Prove Libere 2 della TCR Europe Series in quel di Monza piazzando la propria Honda Civic Type R FK7 al comando per soli 0"003 beffando Jean-Karl Vernay.

Il pilota dell'Hell Energy Racing with KCMG ha fermato il cronometro sull'1'58"886 scavalcando per un soffio l'Audi RS 3 LMS del rivale portacolori del Leopard Lukoil Team WRT, che però detiene comunque il tempo di riferimento di giornata nel complesso grazie a quello che lo aveva fatto terminare in vetta nelle Libere 1 di stamattina.

Buon miglioramento invece per Mikel Azcona con la Cupra della PCR Sport, terzo davanti al rivale di campionato Dušan Borković, il primo delle Hyundai i30 N della Target Competition.

Si conferma da Top5 anche Maxime Potty al volante della Volkswagen Golf GTI preparata dalla Comtoyou Racing, dunque nei primi cinque posti abbiamo altrettante auto diverse.

Alle spalle del belga, ultimo a restare sotto il mezzo secondo di distacco dalla vetta, troviamo le altre Hyundai della Target Competition condotte da Kris Richard e Reece Barr, con il debuttante José Manuel Sapag che stupisce ottenendo l'ottavo crono con la Cupra della Baporo Motorsport.

Completano la Top10 la Hyundai di Dániel Nagy (M1RA) e l'Alfa Romeo Giulietta TCR di Fabrizio Giovanardi; il pilota del Team Mulsanne/Romeo Ferraris è stato protagonista di un'uscita di strada alla prima variante riportando danni alla carrozzeria.

Dopo l'ottimo tempo delle Libere 1, Salvatore Tavano si piazza tredicesimo con la Cupra della Scuderia del Girasole-SEAT Motorsport Italia.

Nicola Baldan è ancora alle prese con il dolore alla spalla sinistra per via dell'infortunio riportato ad Imola a fine luglio: il veneto conclude sedicesimo sulla seconda Hyundai della M1RA.

Le Subaru WRX STI della Race Republic-Top Run sono quindicesima con Cosimo Barberini e ventiseiesima con Roberto Russo, il quale sta procedendo il suo adattamento a vettura e serie con estrema prudenza vista la lunga assenza dai circuiti.

Giovanni Altoè è il migliore delle auto DSG impegnato con la Audi RS 3 LMS di Pit Lane Competizioni, ottenendo il 24° tempo assoluto davanti ad uno Stefano Comini alle prese con una Honda per la quale il pilota della Autodis Racing by THX non ha ancora trovato l'assetto ottimale. Le cose non sono andate meglio per il suo nuovo compagno di squadra Benjamin Lessennes, diciannovesimo.

Infine la graduatoria è chiusa dal privato Daniele Cappellari, che dopo aver saltato le FP1 è riuscito a completare i primi giri con la sua Volkswagen Golf GTI concludendo a 3"8 dalla vetta e con buoni margini di miglioramento.

Le parole dei piloti raccolte da Motorsport.com

Stefano Comini: "Sono un po' preoccupato perché non riusciamo ad essere abbastanza veloci, anzi, mi ha sorpreso molto il miglior tempo ottenuto da Files che guida anche lui una Honda. Pure il mio compagno di squadra Lessennes non è stato fra i migliori, il problema sarà che in gara ci passeranno facilmente sul dritto. Mi impegnerò ovviamente al massimo perché corro in casa, ma temo che sarà molto dura in generale".

Salvatore Tavano: "Mi sto divertendo, sapendo che sono qui come ospite e per aiutare anche gli altri piloti Cupra in caso di necessità. La macchina va bene, è una bella occasione per confrontarsi con piloti di alto livello e anche per preparare le gare del TCR Italy che faremo qui fra un paio di settimane".

Daniele Cappellari: "Purtroppo facendo tutto da solo sono arrivato tardi alle verifiche e ho saltato la prima sessione. Nella seconda ho cominciato a prendere le misure agli altri, tenendo conto che non avevo girato prima è andata anche bene e non sono lontanissimo dalle altre Golf. Domani penserò a proseguire il mio divertimento".

Giovanni Altoè: "Dopo aver vinto il titolo DSG nel TCR Italy ora avrò la grande occasione di mettere le mani anche su quello europeo che mi garantirà di aggiornare l'auto a sequenziale per il prossimo anno. Per ora sono contento, mi sono divertito e domani punto a prendere i punti che mi servono per allungare in campionato".

Fabrizio Giovanardi: "In frenata in fondo al rettilineo la macchina si è alzata leggermente sul posteriore e le ruote si sono bloccate, per cui quando è atterrata ho perso il controllo per l'effetto pendolo e ho picchiato forntalmente sul muretto. E' stata una botta piuttosto dura, si è rotta la sospensione e parte della carrozzeria, ma nulla che possa compromettere il prosieguo del weekend".

Roberto Russo: "Debbo fare solo una cosa: divertirmi! Nelle libere 1 mi sono accorto che forse potevo osare di più, ma ho preferito andare con calma. Sono dell'idea che è meglio crescere facendo un passo alla volta piuttosto che rischiare e poi finire fuori. Nelle libere 2 purtroppo si è rotto lo splitter anteriore e l'auto non andava, mi sono fermato dopo aver replicato praticamente i tempi della prima sessione. In generale l'auto è veramente bella e forte, facciamo le cose con calma però".

Nicola Baldan: "E' una sofferenza perché la spalla ovviamente non è ancora guarita e qui in staccata è dura sopportare il dolore, visto che le frenate sono brusche ad alta velocità. Comunque ce la sto mettendo tutta, vedremo domani come proseguirà il weekend, per ora comunque penso a divertirmi e ad ottenere un bel risultato se possibile".

Stian Paulsen: "Le libere 1 non sono andate male, tutto sommato il nono tempo era soddisfacente, mentre nelle libere 2 l'auto non andava, o forse ero io stanco. Domani speriamo di risalire".

TCR Europe - Monza: Prove Libere 2

Prossimo articolo TCR
Monza, Libere 1: Vernay comincia fortissimo precedendo Potty e l'Alfa Romeo di Giovanardi

Articolo precedente

Monza, Libere 1: Vernay comincia fortissimo precedendo Potty e l'Alfa Romeo di Giovanardi

Articolo successivo

Scandinavia: a Mantorp Park arriva il nubifragio a benedire la prima pole di Wernersson

Scandinavia: a Mantorp Park arriva il nubifragio a benedire la prima pole di Wernersson
Carica i commenti