Giacomo Altoè ha provato l'Alfa Romeo a Cremona

Il giovane pilota di Adria è stato invitato per un test con la Giulietta TCR dalla Romeo Ferraris, che nel frattempo continua a lavorare sullo sviluppo della vettura e ai progetti futuri.

Giacomo Altoè ha provato l'Alfa Romeo a Cremona
Davit Kajaia, GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR
Dusan Borkovic, GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR
Davit Kajaia, GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR
Davit Kajaia, GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR
Dusan Borkovic, GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR
Giacomo Altoè, West Coast Racing, Volkswagen Golf GTi TCR
Giacomo Altoè, West Coast Racing, Volkswagen Golf GTi TCR
Giacomo Altoè, West Coast Racing, Volkswagen Golf GTi TCR
Giacomo Altoè, West Coast Racing, Volkswagen Golf GTi TCR
Giacomo Altoè, West Coast Racing, Volkswagen Golf GTi TCR

I mesi estivi non sempre coincidono con le agognate vacanze: in casa Romeo Ferraris si continua a lavorare allo sviluppo dell'Alfa Romeo Giulietta TCR e nella giornata di martedì la squadra lombarda è scesa in pista sul tracciato di Cremona.

L'occasione è stata ghiotta per un pilota di casa nostra, Giacomo Altoè, che ha accettato con entusiasmo l'invito di provare l'auto del Biscione che, per la verità, è una delle sue avversarie in TCR International Series.

Il giovane pilota di Adria ha momentaneamente sospeso le proprie ferie al mare per correre (in tutti i sensi) in quel di Cremona, dove ha passato un pomeriggio molto interessante.

"Sono in vacanza, ma non potevo rifiutare questa occasione - ha raccontato Altoè a Motorsport.com - L'unico rammarico è che non ero da solo perché, oltre a me, erano presenti altri due piloti per provare l'Alfa Romeo, quindi non c'è stato molto tempo. Da quel poco che ho potuto fare, però, mi sono davvero divertito e la Giulietta mi ha colpito in modo particolare".

"Nonostante il motore sia un 1,75 litri, ha una grandissima potenza e lo si sente sia sul rettilineo che in curva. Ho fatto alcuni run con gomme nuove, proseguendo poi con un treno di usate, ma quando ho spinto per cercare il tempo, i miei crono sono subito stati molto interessanti, almeno stando a quello che mi hanno detto i componenti della squadra".

Il sogno di rivedere un pilota italiano (dopo il grandissimo lavoro svolto da Michela Cerruti in questi due anni con la Giulietta) a bordo di un'Alfa Romeo è in fase embrionale? Per il momento non si sa nulla, ma chissà che in futuro non si aprano spiragli.

"E' stata solo una mezza giornata di test - conclude Altoè - Ho pensato solamente a divertirmi, senza cercare di impressionare nessuno. Per il momento va bene così, poi in futuro tutto può accadere. I ragazzi della Romeo Ferraris comunque sono stati contenti, ci rivedremo sicuramente sulle piste della TCR International Series, dove io riprenderò in mano il volante della mia Volkswagen Golf GTI TCR. Ora pensiamo alle vacanze".

Per quanto riguarda la Romeo Ferraris, proseguono quindi i lavori in vista degli ultimi impegni della stagione targati TCR con le Giulietta, più qualche altro obiettivo che verrà svelato a tempo debito.

condividi
commenti
Russia: Gavrilov conquista il primo successo in Gara 2 allo Smolensk Ring
Articolo precedente

Russia: Gavrilov conquista il primo successo in Gara 2 allo Smolensk Ring

Articolo successivo

Scandinavia: a Karlskoga fanno festa Dahlgren ed Ekblom

Scandinavia: a Karlskoga fanno festa Dahlgren ed Ekblom
Carica i commenti