Gara 1, Tassi è perfetto e festeggia per la prima volta in casa

Con una partenza magistrale, il pilota della M1RA va a trionfare davanti ai suoi tifosi scortato da Michelisz, che si tiene dietro Vernay. Colciago e Oriola in Top5, punti per Altoè e Morbidelli, Audi e Alfa Romeo un disastro.

Gara 1, Tassi è perfetto e festeggia per la prima volta in casa
Jean-Karl Vernay, Leopard Racing Team WRT, Volkswagen Golf GTi TCR
Norbert Michelisz, M1RA, Honda Civic TCR
Jean-Karl Vernay, Leopard Racing Team WRT, Volkswagen Golf GTi TCR
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS, Jean-Karl Vernay, Leopard Racing Team WRT, Volkswagen
Press Conference, Norbert Michelisz, M1RA, Honda Civic TCR, Jean-Karl Vernay, Leopard Racing Team WR
Norbert Michelisz, M1RA, Honda Civic TCR
Polesitter Norbert Michelisz, M1RA, Honda Civic TCR
Ferenc Ficza, Zengo Motorsport, KIA cee'd TCR
Jens Reno Møller, Reno Racing, Honda Civic TCR
Giacomo Altoè, West Coast Racing, Volkswagen Golf GTi TCR
Rob Huff, Leopard Racing Team WRT, Volkswagen Golf GTi TCR
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Jean-Karl Vernay, Leopard Racing Team WRT, Volkswagen Golf GTi TCR
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Daniel Lloyd, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Anett Gyorgy, Zengo Motorsport, SEAT León TCR

Nella prima gara della TCR International Series, il poleman Norbert Michelisz non solo ha dato prova della sua bravura, ma anche della capacità di studiare le strategie migliori per il proprio team.

All'Hungaroring, il proprietario e concorrente della M1RA si è visto affiancato dalla Honda Civic TCR del suo compagno di squadra Attila Tassi al via (partito benissimo dalla seconda fila) e ha deciso di dargli strada proteggendolo dagli avversari. Per il giovane ungherese è il primo successo in TCR Series.

La ciliegina sulla torta per la squadra magiara è arrivata con l'ottimo quarto posto conquistato da Roberto Colciago, che approfitta del giro a vuoto di Stefano Comini per scavalcarlo in classifica piloti e balzare al comando.

Dal canto suo, lo svizzero della Comtoyou Racing è incappato in un inizio di giornata nerissimo, incapace di lottare per la zona punti con un'Audi RS 3 LMS TCR totalmente inguidabile per via della zavorra caricata.

Dietro al duo Tassi-Michelisz si è piazzato Jean-Karl Vernay con la Volkswagen Golf GTI TCR della Leopard Racing, mentre Pepe Oriola (Lukoil Craft-Bamboo Racing) è quinto e migliore delle SEAT, seguito dai compagno di squadra Daniel Lloyd e James Nash.

Bella gara a punti anche per Giacomo Altoè e Gianni Morbidelli con le Volkswagen preparate dalla WestCoast Racing, mentre Mat'o Homola è stato autore di una grande rimonta dal fondo dello schieramento fino a riportare la Opel Astra TCR della DG Sport Compétition in decima posizione.

Ferenc Ficza ha invece portato al debutto la KIA cee’d TCR della Zengő Motorsport tagliando il traguardo sedicesimo.

Gara in salita anche per le Alfa Romeo Giulietta TCR, con il solo Davit Kajaia a sfiorare la zona punti.

Durante le bagarre, diversi piloti non hanno rispettato i famigerati track limits e i commissari stanno indagando: fra loro ci sono Oriola, Kajaia e Jens Reno Møller (14°).

IL FILM DELLA GARA

GRIGLIA – Vervisch (cambio motore) ed Homola (penalità) partono dal fondo, così come Ficza per una punizione relativa alla gara precedente.
GIRO DI FORMAZIONE – La KIA di Bernula resta in pit-lane per un problema al cambio.
VIA – Michelisz e Tassi partono bene, con Attila a prendere il comando. Colciago e Vernay lottano per il terzo posto.
GIRO 1 – Vernay si mette davanti a Colciago ed Oriola. Ende si ritira per problemi al differenziale.
GIRO 2 – Vernay insidia Michelisz, con Huff sesto inseguito da Lloyd e Nash. Borković si tocca con Comini e rientra ai box, poi torna in pista.
GIRO 3 – Paulsen finisce nella via di fuga e si tocca con Morbidelli, rientrando quindi ai box. Huff si ferma per un guaio al radiatore.
GIRO 4 – Homola rimonta fino al 12° posto, Ficza è 16°.
GIRO 5 – Morbidelli insidia Nash, 7°.
GIRO 6 – Kajaia difende il 10° posto da Vervisch ed Homola.
GIRO 8 – Colciago ed Oriola lottano ruota a ruota per il 4° posto. Vervisch va K.O. col differenziale rotto.
GIRO 9 – Comini e Møller combattono per il 12° posto. Demoustier, Ficza e Nagy sono subito dietro di loro.
GIRO 10 – Demoustier passa Møller ed è 13°.
GIRO 11 – Altoè supera Morbidelli ed è 8°.
GIRO 12 – Homola si mette dietro Kajaia ed è 10°.
GIRO 13 – Nagy sorpassa Ficza ed è 15°.
GIRO 14 – Tassi conquista la sua prima vittoria davanti a Michelisz e Vernay.


Attila Tassi: " Sono felicissimo, ho vinto la mia prima gara in TCR International Series in casa, davanti alla mia gente. E' un sogno che si avvera, il momento migliore della mia vita. Sono partito bene, poi "Norbi" mi ha protetto le spalle e io ho potuto concentrarmi sul gestire le gomme senza guardare troppo negli specchietti. Negli ultimi giri ho cominciato a soffrire di problemi ai freni e di sottosterzo, ma avevo tutto sotto controllo".

Norbert Michelisz: "Tutto è andato secondo i piani, ma ribadisco che Attila ha vinto per meriti suoi, partendo benissimo al via. Si è meritato il successo dimostrando quanto sia cresciuto nell'arco dell'anno. Sono molto emozionato anche io, è una vittoria anche per me. Durante la gara ho cercato di lasciare spazio ad Attila senza pressarlo, ma dovevo anche difendermi da Jean-Karl, che in alcuni punti era molto veloce. No dobbiamo esagerare con i festeggiamenti, c'è un'altra gara nel pomeriggio e va mantenuta la concentrazione".

Jean-Karl Vernay: "E' stato un piacere lottare con "Norbi", sono partito bene, ma non abbastanza da superare le Honda, che al via scattano sempre meglio. Per alcune curve ho combattuto con Colciago e sono riuscito a tenermelo dietro. Sono contento del risultato, l'obiettivo era prendere punti pesanti".

Roberto Colciago: "Viste le circostanze, non è andata male. Dopo tre giri l'auto non andava bene, mancava di prestazioni e dobbiamo capire perché. Ma con questo success ballast non possiamo farci molto".

TCR International Series - Hungaroring: Gara 1

condividi
commenti
Norbert Michelisz senza rivali, sua la pole position di Budapest

Articolo precedente

Norbert Michelisz senza rivali, sua la pole position di Budapest

Articolo successivo

Tassi incontenibile, vince anche Gara 2 ed è leader del campionato

Tassi incontenibile, vince anche Gara 2 ed è leader del campionato
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie TCR
Evento Hungaroring
Sotto-evento Domenica
Location Hungaroring
Piloti Norbert Michelisz , Jean-Karl Vernay , Attila Tassi
Team Leopard Racing , M1RA
Autore Francesco Corghi