Dimsport: un futuro nel TCR con un’Audi RS 3 a biometano

L’azienda che da trent’anni è sinonimo di tuning elettronico per il settore Automotive nel mondo si affaccia verso nuove “sfide”: tra queste, la volontà di portare nel campionato TCR 2022 un’Audi RS 3 LMS convertita a biometano.

Dimsport: un futuro nel TCR con un’Audi RS 3 a biometano

In occasione della conferenza stampa tenutasi lo scorso 26 luglio presso Serralunga di Crea per festeggiare i suoi trent’anni di attività, Dimsport, prima azienda del Gruppo Holdim fondata nel 1991, ha annunciato le nuove attività messe in campo, tutte legate da un denominatore comune: la sostenibilità. 

All’evento, ha partecipato anche Snam4Mobility, la società controllata da Snam con la missione di promuovere la mobilità sostenibile a gas naturale, biometano e idrogeno, che negli ultimi anni è stata affiancata dal gruppo Holdim in varie iniziative, soprattutto sul versante tecnologico. In particolare, Ecomotive Solutions fornisce le proprie soluzioni per la conversione della flotta di auto aziendali Snam, e si è affermata come partner di Snam4Mobility per la diffusione di tecnologie retrofit e di rifornimento smart in vari mercati.  

Proprio la partnership con Snam4Mobility, ha creato lo stimolo a Dimsport per “andare oltre” e puntare alle corse. 

Nel corso della conferenza, infatti, la Direzione per voce di Simone Deregibus, ha annunciato l’intenzione di portare in pista nel campionato TCR 2022, un’Audi RS3 LMS convertita a biometano, grazie a Ecomotive Solutions, con una gestione elettronica dedicata e l’istallazione di bombole in fibra criogeniche in base al tipo di competizione. 

“L’esperienza maturata con Snam4Mobility, in particolare sulla Cupra Ateca portata fino a 400 cavalli, ci ha convinto a spingerci ancora oltre, per dimostrare che metano e biometano non sono alimentazioni di ripiego, ma carburanti con cui si può guidare con piacere su strada o competere in pista. La supervisione di un campione come Dindo Capello, tre volte vincitore della 24h di Le Mans, è un ulteriore stimolo”. 

Proprio il pilota piemontese, intervenuto durante la conferenza, si è mostrato entusiasta e curioso di provare la versione a metano di un modello con cui ha corso la sua ultimissima gara della sua lunghissima carriera. Nell’attesa di vedere l’Audi sulla griglia di partenza del 2022, l’azienda ha raccolto risultati significativi in ambito competizioni con carburanti alternativi, grazie all’attività di Nicola Ventura, fresco campione italiano Green Hill Climb Piloti 2021 su 124 Abarth con impianto a biometano sviluppato da Autogas Italia.  

 

condividi
commenti
Pure ETCR: Romeo Ferraris sostituisce Coletti con Philipp Eng
Articolo precedente

Pure ETCR: Romeo Ferraris sostituisce Coletti con Philipp Eng

Articolo successivo

TCR Europe: Felice Jelmini raccoglie la sfida di Spa

TCR Europe: Felice Jelmini raccoglie la sfida di Spa
Carica i commenti