CUPRA e-Racer, l'elettrizzante rivoluzione di SEAT Sport

L'annuncio della nuova serie E TCR ha portato con sè anche le prime immagini dell'auto che la Casa spagnola ha sviluppato partendo dalla base della León TCR, cambiando completamente un concetto meccanico e aerodinamico.

CUPRA e-Racer, l'elettrizzante rivoluzione di SEAT Sport
Seat Cupra e-Racer
Logo E TCR
Xavi Serra, Marcello Lotti
Presentazione Cupra TCR
Seat Leon
Pepe Oriola, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Duncan Ende, Icarus Motorsports, SEAT León TCR
Pepe Oriola, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
James Nash, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Pepe Oriola, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR prende la bandiera a scacchi
Duncan Ende, Icarus Motorsports, SEAT León TCR
James Nash, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Duncan Ende, Icarus Motorsports, SEAT León TCR
Duncan Ende, Icarus Motorsports, SEAT León TCR
Duncan Ende, Icarus Motorsports, SEAT León TCR
Daniel Lloyd, Craft-Bamboo Racing, Seat Leon TCR
Pepe Oriola, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Pepe Oriola, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
James Nash, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
James Nash, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
James Nash, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Pepe Oriola, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Duncan Ende, Icarus Motorsports, SEAT León TCR
Pepe Oriola, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Race action
James Nash, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Pepe Oriola, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Seat Leon TCR, Wimmer Werk Motorsport
#129 LMS Racing by Bas Koeten Racing Seat Leon TCR: Olli Kangas, Kari-Pekka Laaksonen, Antti Buri

Con l'annuncio della nascita del campionato E TCR totalmente elettrico siamo ancora all'alba di quella che può essere una nuova era delle corse turismo, ma una macchina rivoluzionaria già c'è e merita di essere analizzata.

Stiamo parlande della CUPRA e-Racer, prima auto "full-electric" della categoria che il promoter WSC Technology Ltd. lancerà nei prossimi mesi. Marcello Lotti aveva già fatto partire nel 2014 il suo concetto TCR lavorando a stretto contatto con la Casa spagnola, che ora ha rinnovato l'impegno al fianco del manager modenese creando una vettura all'avanguardia.

Le prime immagini della CUPRA e-Racer mostrano un mezzo davvero stupendo e aggressivo, dall'aspetto molto più "cattivo" paragonandolo alla già magnifica SEAT León TCR, base da cui i tecnici spagnoli sono partiti per creare la sua sorellina elettrica.

Due occhi molto arrabbiati

La prima differenza sostanziale guardando bene la CUPRA e-Racer sta nella parte anteriore, dove il paraurti e lo splitter hanno subìto delle ampie modifiche aerodinamiche. La presa d'aria centrale della parte inferiore è molto diversa rispetto a quella della León TCR; questo perché non c'è più un motore da 2 litri turbo da raffreddare sotto al cofano, bensì si deve convogliare il flusso sul posteriore.

Anche le paratie laterali dei passaruota sono molto cambiate, con una feritoia che prima non c'era, posta all'estremità sotto il fanale. Fra i due fari (sempre dotati del bellissimo LED bianco nel contorno), campeggia il nuovissimo marchio CUPRA che SEAT ha deciso di apporre quest'anno al posto della sua "S".

E anche questa zona è parecchio differente perché ora c'è un'apertura molto più larga studiata per incanalare il flusso verso il cofano, profondamente rivisto e sul quale ora abbiamo delle tre finestrelle ai lati che vanno a sostituire la presa centrale che c'è sulla León TCR.

Fianchi più snelli

Passiamo all'unica parte dove probabilmente la CUPRA e-Racer non cambia particolarmente paragonandola alla León TCR. Le fiancate sono pressoché simili, mantenendo le due sagomature aerodinamiche sotto i vetri laterali, mentre più in basso è "dimagrita" per consentire ai flussi d'aria di incanalarsi meglio tra il flap aggiunto al fianco del passaruota anteriore e il "buco" scavato nella parte inferiore di quello posteriore.

Gli specchietti retrovisori sono molto più piccoli con una linea tutta nuova. Questo perché non sono dotati di vetro, ma di... telecamere! Una delle grosse novità di questa macchina è appunto il modo per consentire al pilota di osservare chi lo segue, ma di questo parleremo più avanti. La forma ad "S" è studiata per incanalarare il flusso verso il posteriore, combaciando esattamente con la linea del passaruota e quella della carrozzeria che troviamo in prossimità del fanale.

Cambiano radicalmente invece i cerchioni, non più a 10 raggi, ma ora a 5 e con una forma molto diversa anche per via dell'unico dado centrale con cui la ruota viene fissata. Di fatto, i raggi sono scavati all'interno di un cerchio che ricorda a tratti quelli lenticolari utilizzati dalla Formula 1 una decina d'anni fa. Tra un raggio e l'altro abbiamo tre scanalature per il raffreddamento dell'impianto frenante.

Vento alle spalle

E veniamo alla parte più rivista della macchina, ossia il posteriore. Partendo dall'alto, è totalmente cambiato l'alettone. Il precedente era dotato di un solo flap regolabile, paratie laterali a forma triangolare e montanti fissati nella parte superiore di esso. Ora abbiamo paratie laterali a quattro lati e il pezzo è suddiviso in due, con doppio flap (sempre regolabile) che vede i montanti fissati alla parte inferiore. Mantenuto invece il prolungamento della carrozzeria superiore come piccolo spoiler che convoglia il flusso sul flap inferiore dell'ala.

I passaruota hanno un fissaggio più alto nella CUPRA e-Racer, con l'apertura centrale molto più ampia e in linea con la parte "scavata" del paraurti. Scendendo più in basso invece abbiamo il raccordo con quella che è la grossa novità, ossia il diffusore.

Non dovendo ospitare impianti di scarico, gli uomini di SEAT Sport si sono divertiti a ridisegnare completamente quella che è l'estrazione dell'aria. I due (anzi, quattro) grossi sfoghi laterali, sono uniti da un doppio raccordo centrale orizzontale, sotto cui campeggiano tre lamelle verticali. Un deciso passo avanti rispetto alla León TCR, che con lo scarico centrale (o il doppio laterale) e tutto il resto non poteva certo permettersi questa... diavoleria aerodinamica.

Un cuore... di litio

Il telaio della CUPRA e-Racer cambia completamente forma per via dell'alloggiamento delle batterie al litio che faranno... camminare l'auto. La parte centrale della scocca è stata completamente scavata e il sistema elettrico di alimentazione viene infilato proprio qui. Nel complesso bisogna anche considerare che l'intero pacchetto aumenta di circa 300kg il peso totale dell'auto rispetto alla León TCR, per questo i tecnici hanno scelto di fissarlo sul fondo, per via della miglior ripartizione dei pesi.

Questa "scatola" viene posta alle spalle del pilota fra i montanti della cellula di sicurezza e vanta una potenza continua di 300 Kw che può raggiungere anche un picco di 500 Kw; ciò significa che fra le mani si possono avere qualcosa come 408CV da sfruttare, fino ad un massimo di 680CV! Il sistema di raffreddamento è ad acqua e parte dall'anteriore della vettura per poi snodarsi all'interno di essa.

L'energia viene scaricata sull'asse posteriore della macchina grazie al doppio motorino che vi trasferisce l'energia. Non c'è un vero e proprio cambio, ma la gestione del differenziale la dovrà fare il pilota in base alle necessità. Con la trazione spostata dietro, sono state riviste anche le sospensioni. All'anteriore restano pressoché simili a quelle della León TCR, mentre le altre hanno due triangoli e un ammortizzatore completamente differente per poter reggere tutta la spinta.

Anche l'impianto frenante è diverso perché il pilota può ora scegliere quanto sfruttarlo per ricaricare le batterie. La ripartizione che SEAT Sport ha indicato è di 60% sul posteriore e 40% sull'anteriore per ottenere le prestazioni ideali, ma chiaramente il conducente avrà la facoltà di decidere come sfruttare al meglio tutto il pacchetto.

Doppio schermo e volante ridotto

E proprio il pilota dovrà gestire la macchina con un volante completamente cambiato. Molto più simile a quello di una monoposto come forma, al centro di esso c'è il display che mostra tutti i dati della vettura, con quattro pulsanti per lato e due potenziometri per la gestione delle varie componenti.

Sul cruscotto invece alloggia lo schermo collegato alle telecamere degli specchietti retrovisori di cui prima parlavamo. Questa è un'altra grande novità della CUPRA e-Racer, che vedrà il conduttore immerso in una visione totalmente diversa di chi lo insegue. Il display è suddiviso chiaramente in tre parti, con le due laterali relative agli specchietti di destra e sinistra, mentre quella centrale riporta le immagini della telecamera fissata sul lunotto posteriore al di sotto dell'alettone.

Prima uscita pubblica a Ginevra

La CUPRA e-Racer è già stata assemblata e verrà esposta al Salone di Ginevra la prossima settimana. In estate cominceranno i test di sviluppo per poi capire se ci saranno le possibilità di confrontarsi con le altre auto a motore termico in un weekend di gara vero e proprio. Inoltre si attendono ulteriori dettagli riguardo il campionato E TCR, che nei prossimi giorni dovrebbero essere resi noti dal promoter.

condividi
commenti
Europe: Jens Reno Møller c'è con la sua nuova Honda Civic
Articolo precedente

Europe: Jens Reno Møller c'è con la sua nuova Honda Civic

Articolo successivo

Scandinavia: PWR Racing cala il poker con Dahlgren, Haglöf, Morin e Åhlin-Kottulinsky

Scandinavia: PWR Racing cala il poker con Dahlgren, Haglöf, Morin e Åhlin-Kottulinsky
Carica i commenti