Comini: "Podio speciale. Vervisch? Ha fatto il suo lavoro...”

Il portacolori della Comtoyou e dell’Audi ha concluso con l’ennesimo podio il fine settimana sul circuito delle Ardenne. Ostacolato in gara dal compagno? “No, è stata tutta colpa delle gomme”.

Comini: "Podio speciale. Vervisch? Ha fatto il suo lavoro...”
Race winner Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Race winner Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Podio: il vincitore della gara Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Podio: il vincitore della gara Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS, il secondo classificat
Pole position for Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Pole position for Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS leads
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS

Stefano Comini ha chiuso con un ottimo terzo posto in Gara 2 il positivo fine settimana di Spa-Francorchamps. Il ticinese, partito in decima posizione a causa del rovesciamento della griglia di partenza, ha messo in fila una serie di sorpassi utili a conseguire la medaglia di bronzo alle spalle delle due Volkswagen Golf Gti TCR del Leopard Racing Team WRT. 

A complicare la rimonta del bi-campione ha pensato però il suo nuovo compagno di box, Frédéric Vervisch. Nel corso dei primi giri il belga ha provato a intromettersi nella lotta per il podio, facendo perdere secondi preziosi all’elvetico, il quale si è accontentato del gradino più basso del podio con il pensiero alla corsa “di casa” a Monza.

Stefano, che sapore ha questo podio?
“Sapevo che si trattava di una corsa complicata. Rimontare dalla decima posizione non è mai semplice. I podi sono tutti belli perché significa che si è fatto qualcosa di buono, quelli in rimonta lo sono ancora di più. Sono molto soddisfatto del fine settimana in Belgio, e onestamente non so se avrei potuto chiedere di più”.

 

Forse sarebbe stato ancora più positivo se Vervisch ti avesse fatto passare… Il lavoro di squadra della Leopard ha funzionato meglio: sei d’accordo?
“A essere sinceri, ognuno in pista pensa per sé. Nei primi giri sono rimasto dietro Frédéric perché non avevo il pieno grip delle gomme. Se non avessi avuto problemi con gli pneumatici, credo che sarei riuscito a prendere le due Volkswagen”.

Nessuno ha portato a casa da Spa più punti di te…
“Abbiamo lavorato per questo, era il nostro obiettivo principale. Sono secondo nella classifica piloti e ho preso cinque punti da Vernay. Questo comporta un BoP di 30 kg a Monza...”.

Quali sono le sensazioni in vista della gara, per così dire, “di casa” di settimana prossima?
“Fortunatamente possiamo guardare al fine settimana di Monza con ottimismo. Il circuito brianzolo è un tracciato molto veloce e con lunghi rettilinei. Questo ci consente di poter dire la nostra già in qualifica, nonostante la zavorra. In tutta onestà, credo che sarà Gara 2 quella con maggiore spettacolo”.

condividi
commenti
Doppietta Leopard Racing con Vernay-Huff in Gara 2 a Spa
Articolo precedente

Doppietta Leopard Racing con Vernay-Huff in Gara 2 a Spa

Articolo successivo

Scandinavia: Ekblom e Dahlgren mattatori a Knutstorp

Scandinavia: Ekblom e Dahlgren mattatori a Knutstorp
Carica i commenti