Comini: “È pericoloso guidare così appesantiti!"

Doppio decimo posto nelle sessioni di prove libere a Monza per il campione in carica, messo in difficoltà dal BoP inflitto all’Audi del Comtoyou Racing. “È come avere un passeggero di fianco”.

Comini: “È pericoloso guidare così appesantiti!"
Pole position for Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS, Gianni Morbidelli, West Coast Racing, Volkswagen Golf
06.Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS

Stefano Comini già lo sapeva sette giorni fa. Il fine settimana di "casa" non avrebbe certo sorriso al bicampione del TCR. Il successo ottenuto a Spa la scorsa settimana valeva a dire aggiungere peso all’Audi RS3 LMS TCR del team Comtoyou nel terzo appuntamento del campionato.

E così è stato: il Success Ballast aggiuntivo alla vettura del luganese si è fatto sentire eccome. Nelle due sessioni di prove libere a Monza, Comini ha concluso con un doppio decimo posto che non lascia di stucco il pilota.

“Sapevo di arrivare a Monza e avere problemi dovuti alla zavorra. Il risultato non mi stupisce perché in linea con le aspettative, anche se a dire il vero poteva andare anche peggio. C’è da dire che, oltre a essere complicato, risulta pure pericoloso girare così tanto appesantiti. È come avere di fianco un passeggero. Sono l’unico pilota che arriva alla prima variante con i dischi dei freni al limite”.

L’équipe di Stefano è chiamata a compiere una sorta di "miracolo" per garantire un posizionamento nobile ai fini della classifica. “Sarà dura, ma proveremo a lavorare per essere ugualmente competitivi”, ha ammesso il campione in carica amareggiato dalla situazione.

 

Quali gli obiettivi per il weekend "fra le mura amiche"?  “Innanzitutto, il primo obiettivo è quello di riuscirmi a qualificarmi in Q2, poi quello che verrà in più sarà tanto di guadagnato. Come già detto la settimana scorsa, cercherò di dare il 200 per cento in Gara 1 per riuscire a ottenere una buona posizione nella corsa di domenica. Partire un po’ avanti in Gara 2 potrebbe portare qualche punto che, viste e considerate le circostanze, non è poi così scontato”.

condividi
commenti
Monza, Libere 1: Pepe Oriola guida la doppietta Lukoil Craft-Bamboo
Articolo precedente

Monza, Libere 1: Pepe Oriola guida la doppietta Lukoil Craft-Bamboo

Articolo successivo

Monza, Libere 2: Colciago al comando con la Honda

Monza, Libere 2: Colciago al comando con la Honda
Carica i commenti