Test: in pista ad Adria con la Cupra campione d'Italia TCR

condividi
commenti
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
31 ott 2018, 16:32

Motorsport.com ha avuto l'opportunità di calarsi nell'abitacolo della vettura con cui Salvatore Tavano ha regalato il titolo all'esordio al nuovo marchio spagnolo, confrontandola anche con la versione dotata del cambio DSG,

Dici Cupra e pensi subito Seat. I modelli più sportivi della gamma, quello che con le forme della Leon hanno regalato successi a raffica nel panorama delle corse turismo alla Casa di Martorell. Ma da quest'anno, anche se a vederla sembra sempre una Leon, c'è di più: se in passato il nome Cupra rappresentava solo l'espressione più sportiva delle vetture spagnole, ora è diventato un marchio vero e proprio.

In Italia ha debuttato con il botto, portandosi a casa il titolo tricolore TCR con un pilota esperto e di talento come Salvatore Tavano. Impresa non facile, perché la concorrenza in pista era davvero molto agguerrita, tra Hyundai, Alfa Romeo, Honda e Audi. Insomma, erano presenti tutte le Case che si sfidano anche nel Mondiale della categoria. Il pilota di Seat Motorsport Italia però si è portato a casa tre vittorie (Mugello, Imola e Vallelunga) e con queste anche la corona di campione.

E noi di Motorsport.com abbiamo avuto la fortuna di poter toccare con mano la vettura campione d'Italia, grazie ad un test organizzato ad Adria, che ci ha dato anche l'opportunità di mettere a confronto la Cupra TCR con la "sorella minore", quella che invece del cambio sequenziale Sadev monta il cambio DSG, ma che comunque grazie al "Balance of Performance" ha permesso a Matteo Greco di piazzarsi terzo assoluto in campionato, oltre a conquistare diversi piazzamenti a podio.

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Photo by: Maurizio Rigato

La Cupra TCR è capace di erogare una potenza di 350 cavalli con il suo motore TSI da 2 litri, che grazie anche ad una coppia di 420 Nm permette di raggiungere una velocità di punta di quasi 270 km/h. Cosa però impossibile su una pista breve come quella rodigina, sulla quale però è stato possibile apprezzare l'ottimo spunto in uscita dalle curve lente, che invece hanno esaltato la maneggevolezza e la precisione quando viene messa in appoggio.

Dopo un paio di passaggi accanto ai due piloti, che ci hanno mostrato le traiettorie, ma anche aiutato scaldando gli pneumatici posteriori, cosa non semplice con una vettura a trazione anteriore, ma soprattutto con le condizioni di leggero umido trovate in occasione del test.

La prima presa di contatto è stata con la DSG, dotata del celebre cambio doppia frizione stradale che potete trovare su numerose vetture del gruppo Volkswagen, che permette di divertirsi anche in pista, ma chiaramente non consente di avere le stesse prestazioni di un cambio sequenziale da corsa. Inoltre questa vettura si distingue dalla "sorella maggiore" perché ha un differenziale elettro-idraulico, contro quello meccanico molto più corsaiolo dell'altra versione.

E appena si passa dalla vettura di Greco a quella di Tavano la differenza si sente tutta: la cambiata è indubbiamente più rapida, quindi ha anche una cascata di giri minore. Inoltre, c'è anche una differente rapportatura, che permette mediamente di affrontare le curve con una marcia in meno con la vettura con il cambio sequenziale. Cosa che permette di forzare di più la staccata, poderosa nonostante l'assenza dell'ABS, e che quindi aiuta particolarmente in qualifica, per sfruttare l'extra-grip offerto dalle gomme nuove.

Matteo Nugnes

Matteo Nugnes

Photo by: Maurizio Rigato

Discorso che vale anche in uscita dalle curve, dove il differenziale autobloccante meccanico della sequenziale offre una migliore motricità, soprattutto con l'asfalto reso viscido ed insidioso dalla pioggia. Parlando però di vetture soggette al "Balance of Performance", anche la DSG ha qualche punto a suo favore, a cominciare dal peso minimo inferiore e da una coppia motrice leggermente superiore, come consentito proprio dal regolamento a quelle che montano un cambio derivato dalla serie.

Ma non solo, perché la DSG gode di un bel vantaggio per quanto riguarda la partenza, perché pensa a tutto il launch control. Se la DSG ha solamente i pedali di acceleratore e freno, infatti, sulla sequenziale invece bisogna utilizzare la frizione almeno in partenza (o magari come precauzione anche in scalata sul bagnato). Per questo, con quest'ultima si può giocare anche con la lunga leva del freno a mano, cercando di mettere subito la macchina in tiro con appena un filo di frizione. Chiaramente però per azzeccare la partenza è fondamentale impostare il giusto regime di rotazione.

Si potrebbe quindi dire che la DSG è una buona base per iniziare a prendere le misure con la categoria, mentre la sequenziale è una vettura da corsa fatta e finita, perfetta per essere sfruttata al massimo da piloti più esperti. E Tavano lo ha dimostrato molto bene quest'anno...

Scorrimento
Lista

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
1/58

Foto di: SEAT

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
2/58

Foto di: SEAT

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
3/58

Foto di: SEAT

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
4/58

Foto di: SEAT

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
5/58

Foto di: SEAT

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
6/58

Foto di: SEAT

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
7/58

Foto di: SEAT

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
8/58

Foto di: SEAT

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
9/58

Foto di: SEAT

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
10/58

Foto di: SEAT

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
11/58

Foto di: SEAT

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
12/58

Foto di: SEAT

Matteo Greco e Salvatore Tavano

Matteo Greco e Salvatore Tavano
13/58

Foto di: SEAT

Cupra Leon-TCR, dettaglio dello scarico

Cupra Leon-TCR, dettaglio dello scarico
14/58

Foto di: SEAT

Cupra Leon-TCR, dettaglio dell'alettone posteriore

Cupra Leon-TCR, dettaglio dell'alettone posteriore
15/58

Foto di: SEAT

Cupra Leon-TCR, dettaglio del pilone dell'alettone posteriore

Cupra Leon-TCR, dettaglio del pilone dell'alettone posteriore
16/58

Foto di: SEAT

Cupra Leon-TCR, dettaglio del logo Cupra

Cupra Leon-TCR, dettaglio del logo Cupra
17/58

Foto di: SEAT

Cupra Leon-TCR, dettaglio del logo Cupra

Cupra Leon-TCR, dettaglio del logo Cupra
18/58

Foto di: SEAT

Cupra Leon TCR SEQ, volante

Cupra Leon TCR SEQ, volante
19/58

Foto di: SEAT

Cupra Leon TCR SEQ, volante

Cupra Leon TCR SEQ, volante
20/58

Foto di: SEAT

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio dello specchietto

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio dello specchietto
21/58

Foto di: SEAT

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio del fanale anteriore

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio del fanale anteriore
22/58

Foto di: SEAT

Volante di una Cupra Leon TCR SEQ

Volante di una Cupra Leon TCR SEQ
23/58

Foto di: Maurizio Rigato

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ e Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ e Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
24/58

Foto di: Maurizio Rigato

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
25/58

Foto di: Maurizio Rigato

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
26/58

Foto di: Maurizio Rigato

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
27/58

Foto di: Maurizio Rigato

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
28/58

Foto di: Maurizio Rigato

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
29/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Nugnes

Matteo Nugnes
30/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Nugnes

Matteo Nugnes
31/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
32/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
33/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
34/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
35/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
36/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ e Salvatore Tavano, Cupra Leon TCR SEQ
37/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
38/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
39/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
40/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
41/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
42/58

Foto di: Maurizio Rigato

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ

Matteo Greco, Cupra Leon TCR SEQ
43/58

Foto di: Maurizio Rigato

Le Cupra Leon TCR SEQ di Matteo Greco e Salvatore Tavano

Le Cupra Leon TCR SEQ di Matteo Greco e Salvatore Tavano
44/58

Foto di: Maurizio Rigato

Le Cupra Leon TCR SEQ di Matteo Greco e Salvatore Tavano

Le Cupra Leon TCR SEQ di Matteo Greco e Salvatore Tavano
45/58

Foto di: Maurizio Rigato

Le Cupra Leon TCR SEQ di Matteo Greco e Salvatore Tavano

Le Cupra Leon TCR SEQ di Matteo Greco e Salvatore Tavano
46/58

Foto di: Maurizio Rigato

Le Cupra Leon TCR SEQ di Matteo Greco e Salvatore Tavano

Le Cupra Leon TCR SEQ di Matteo Greco e Salvatore Tavano
47/58

Foto di: Maurizio Rigato

La Cupra Leon TCR SEQ di Salvatore Tavano

La Cupra Leon TCR SEQ di Salvatore Tavano
48/58

Foto di: Maurizio Rigato

La Cupra Leon TCR SEQ di Matteo Greco

La Cupra Leon TCR SEQ di Matteo Greco
49/58

Foto di: Maurizio Rigato

Il casco di Salvatore Tavano sul cofano della sua Cupra Leon TCR SEQ

Il casco di Salvatore Tavano sul cofano della sua Cupra Leon TCR SEQ
50/58

Foto di: Maurizio Rigato

Il casco di Matteo Greco sul cofano della sua Cupra Leon TCR SEQ

Il casco di Matteo Greco sul cofano della sua Cupra Leon TCR SEQ
51/58

Foto di: Maurizio Rigato

Foto di gruppo

Foto di gruppo
52/58

Foto di: Maurizio Rigato

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio dell'abitacolo

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio dell'abitacolo
53/58

Foto di: Maurizio Rigato

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio dell'abitacolo

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio dell'abitacolo
54/58

Foto di: Maurizio Rigato

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio dell'abitacolo

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio dell'abitacolo
55/58

Foto di: Maurizio Rigato

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio del volante

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio del volante
56/58

Foto di: Maurizio Rigato

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio del volante

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio del volante
57/58

Foto di: Maurizio Rigato

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio del volante

Cupra Leon TCR SEQ, dettaglio del volante
58/58

Foto di: Maurizio Rigato

Articolo successivo
Nel TCR Italy la vittoria ha tutto il sapore della Svizzera!

Articolo precedente

Nel TCR Italy la vittoria ha tutto il sapore della Svizzera!

Carica i commenti

Su questo articolo

Serie TCR Italia
Evento Prova Cupra Leon TCR
Sotto-evento Prova
Location Adria International Raceway
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Test