TCR Italy: Baldan vince l'appello di Imola e torna leader

Il pilota della Target Competition viene riaccreditato del secondo posto ottenuto in Gara 2 sul Santerno e guadagna i punti che lo proiettano a +12 su Tavano e +21 su Buri quando manca solo il Mugello da disputare. Ma gli scarti potrebbero ribaltare tutto.

TCR Italy: Baldan vince l'appello di Imola e torna leader

Nicola Baldan si è visto riaccreditare il secondo posto ottenuto in Gara 2 del TCR Italy ad Imola il 5 settembre scorso.

Radunatasi venerdì all'ora di pranzo, la Corte Sportiva d'Appello di ACI Sport ha discusso e accolto il reclamo presentato dal pilota veneto e dal suo team, Target Competition, circa la penalità di 5" comminatagli per un taglio di variante al "Tamburello" nel corso del secondo round andato in scena sul Santerno.

In un post-evento davvero bollente, Baldan era stato sanzionato dai commissari con l'accusa di aver guadagnato posizioni indebitamente nell'episodio, scivolando con la sua Hyundai i30 N dalla piazza d'onore fino al settimo posto della classifica finale.

Fortunatamente, i vertici del campionato turismo tricolore non hanno commesso lo stesso "errore" della passata stagione, quando si era giunti all'ultima gara con l'assegnazione di un titolo sub-judice, riuscendo ad arrivare ad una sentenza prima della fine dell'annata corrente.

Il prossimo fine settimana, al Mugello, si terranno le due corse conclusive della stagione 2021 e, con la riammissione di Baldan al secondo posto di Imola, chiaramente anche la graduatoria di campionato subisce delle modifiche importanti.

Confermato il successo in quella occasione ottenuto da Kevin Ceccon (Team Aggressive Italia), ciò che cambia con il reinserimento del Campione 2017 alle spalle del bergamasco è che Mattias Vahtel (ALM Motorsport/JAS) scende al terzo posto, ma soprattutto che giù dal podio finisce Salvatore Tavano (Scuderia del Girasole by Cupra Racing), con Eric Brigliadori (BF Motorsport) a ritrovarsi quinto.

Nicola Baldan, Target Competition, Hyundai i30 N TCR

Nicola Baldan, Target Competition, Hyundai i30 N TCR

Photo by: ACI Sport

In termini di punteggi, per Baldan è un colpaccio perché significa guadagnare 17 lunghezze che lo portano al primo posto provvisorio con 307 totali, mentre Tavano ne perde 3 e scivola secondo a 295.

Matematicamente ancora in corsa per l'alloro restano anche Antti Buri (Target Competition) a quota 286, Ceccon a 285 e Brigliadori, che però con quest'ultimo aggiornamento ne perde 3 scendendo a 263.

Dicevamo provvisorio, però, perché bisogna tenere conto del fatto che ogni pilota ha a disposizione due scarti, considerando solamente i migliori 10 risultati ottenuti su 12 gare.

In questo caso, se volessimo rifare i conteggi, ad oggi sarebbe lo stesso Baldan a dover stornare 43 punti, mentre Tavano ne leverebbe 11, Buri e Brigliadori 13, e Ceccon 4. E la relativa classifica verrebbe capitanata nuovamente da Tavano a 284, seguito da Ceccon a 281, Buri a 273, Baldan a 264 e Brigliadori a 250.

Con i punteggi assegnati ai Top10 della Qualifica (su scala 10-9-8-7-6-5-4-3-2-1) e ai primi 15 delle due gare (scala 40-35-30-27-24-21-18-15-13-11-9-7-5-3-1), dunque con un massimo di 90 in palio, a Scarperia tutto potrebbe ancora essere ribaltato e si preannuncia un finale mozzafiato e da non perdere.

Decisione ACI Sport su appello Baldan

Decisione ACI Sport su appello Baldan

Photo by: ACI Sport

condividi
commenti
Kevin Ceccon verso il Mugello per la volata al titolo TCR Italy
Articolo precedente

Kevin Ceccon verso il Mugello per la volata al titolo TCR Italy

Articolo successivo

TCR Italy: Tavano e Baldan con 60 kg al Mugello

TCR Italy: Tavano e Baldan con 60 kg al Mugello
Carica i commenti