Nocentini vuole portare la Lexus ISF nel CITE

Nocentini vuole portare la Lexus ISF nel CITE

Questa vettura potrebbe essere una di quelle che approfittano del downsizing previsto dal regolamento

La formula tecnica proposta dal Campionato Italiano Turismo Endurance per la Super Production, la divisione maggiore, piace sempre di più alle squadre finora protagoniste tra le V8.

Grazie al downsizing previsto dal regolamento ("è consentito sostituire il motore di serie con un altro motore di serie della stessa casa costruttrice o dello stesso gruppo"), si allunga infatti la lista delle ammiraglie da corsa pronte a dare battaglia nella serie tricolore.

Tra queste, la Lexus ISF curata da Mauro Nocentini, una vettura del tutto inedita per il campionato ACI che vede così crescere ulteriormente il numero di marchi presenti in pista. La soluzione tecnica offerta dal ricco bouquet del gruppo Toyota e che permette alla Lexus di rientrare nella divisione Super Production entro i 3.600 cc, è rappresentata dal propulsore 3,5 litri V6 che allestisce la IS 350 e che nella versione di serie già eroga 306 CV con 375 Nm di coppia a 4.800 giri/m.

Si tratta, peraltro, di un propulsore che nella terra del sol levante ha un impiego agonistico stabile come nel Super GT, il campionato Gran Turismo giapponese, dove la Lexus IS350 da 3,5 litri si è aggiudicata la classe GT300 nel 2009 e pur se attraverso un livello di preparazione più estremo.

A parere di Nocentini, come riportato dal settimanale Autosprint, gli interventi consentiti dal regolamento Turismo Endurance su aspirazione e scarico permettono al motore Lexus di raggiungere agevolmente i 360 CV.

Intanto nelle prossime settimane sono attese ulteriori novità sul fronte delle vetture ex V8 dove sono già pronte a scendere in pista nella serie tricolore ACI anche BMW 550i E60, Mercedes C-63 AMG, Chevrolet Lumina Cr8, BMW M3 E92 4.2 e Chevrolet Camaro Ss.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati TCR Italia
Articolo di tipo Ultime notizie