La Solaris pensa al CITE per la sua Camaro

La Solaris pensa al CITE per la sua Camaro

Le modifiche apportate al regolamento Super Production aprono le porte anche alla Lumina

Le novità apportate al regolamento tecnico del CITE per il 2015 potrebbero presto costituire le solide basi di una rinnovata vita agonistica per le Chevrolet Camaro e Lumina della Solaris Motorsport. Da quest’anno, infatti, la top class Super Production ha posto un limite alle cilindrate dei motori, con il tetto massimo fissato a 3600cc.

Una cubatura, già presente all’interno del parco motori del marchio americano, che permetterebbe di rimettere in pista la Camaro vincitrice dell’EuroV8 Series e la Lumina, sua fida e competitiva scudiera in tante battaglie.

Entrambe le vetture potrebbero infatti montare il V6 da 3600cc già presente nel listino della muscle car americana, accreditato di ben 323 cv nella versione di serie, quasi 20 in più rispetto ai più accreditati rivali.

"E’ un’ottima opportunità per noi ed è un progetto in cui crediamo fermamente – ha commentato Roberto Sini, team principal della Solaris Motorsport – con poche modifiche sono sicuro che entrambe le nostre vetture potrebbero continuare a lottare per la vittoria come hanno sempre fatto fin’ora".

Ancora da definire il programma, in attesa di riscontri da parte dei piloti interessati a disputare il CITE, o altre serie, con le due vetture capaci di conquistare una perentoria doppietta nell’ultima gara dell’EuroV8 Series.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati TCR Italia
Articolo di tipo Ultime notizie