Kevin Ceccon verso il Mugello per la volata al titolo TCR Italy

Kevin Ceccon si prepara alla resa dei conti: in questo fine settimana si conclude al Mugello la stagione 2021 del TCR Italy Touring Car Championship e il pilota di Costa Volpino è in piena volata per il titolo.

Kevin Ceccon verso il Mugello per la volata al titolo TCR Italy

Il pilota dell'Aggressive Team Italia arriva sul circuito toscano con grande slancio, dopo la terza vittoria dell'anno conquistata lo scorso mese a Imola in gara 2, l'ultima fin qui disputata, a dimostrazione di una crescita costante alla guida della sua Hyundai i30 N TCR.

Al momento Kevin è quarto in classifica generale con 285 punti, solo 13 in meno da leader provvisorio, per un epilogo che si preannuncia davvero intenso. Non bisogna poi dimenticare che il regolamento sportivo del TCR Italy consente di scartare i due risultati peggiori, e questo dà modo a Ceccon di essere ancor meglio posizionato nella caccia al tricolore.

Proprio al Mugello, esattamente dieci anni fa, Ceccon si aggiudicò il titolo 2011 di Auto GP, serie per monoposto da 550 cavalli. La speranza è quindi di poter replicare quel momento speciale. Questa volta il compito di Ceccon sui saliscendi del tracciato di Scarperia sarà reso più difficile dai 40 chilogrammi di zavorra a bordo, in base ai precedenti risultati ottenuti, ma proprio a Imola ha già dimostrato di poter vincere persino con un peso extra superiore (60 kg) e con un'altezza da terra maggiorata di 10 mm per l'assetto della vettura.

Il weekend al Mugello si aprirà con il turno di prove libere del venerdì in programma alle 16:25, a cui seguirà un'altra sessione preparatoria alle 9:00 di sabato 9 ottobre. Alle 12:20 le qualifiche che determineranno lo schieramento di partenza di gara 1, che scatterà domenica 10 ottobre alle 10:40. Alle 16:40 si disputerà gara 2, quella probabilmente decisiva per assegnare il titolo, sempre con durata di 30 minuti più un giro.

"Dopo un mese di attesa ormai ci siamo: al Mugello si conclude la stagione del TCR Italy e scenderemo in pista per giocarci il titolo. Sono uno dei cinque piloti rimasti in gioco, il leader ha 13 punti di vantaggio e in più c'è il sistema degli scarti da considerare. Insomma, nulla è scontato ma nemmeno facile, perché dovrò ancora fare i conti con la zavorra", ha detto Ceccon.

"Nel frattempo, non posso che dire grazie all'Aggressive Team Italia per avermi dato questa opportunità dopo il mio infortunio in inverno: all'inizio non è stato semplice, ma con la nostra Hyundai siamo cresciuti di weekend in weekend e adesso possiamo ambire alla conquista del campionato nell'ultimo appuntamento del calendario. E chissà che questo circuito non mi porti di nuovo fortuna come nel 2011 in Auto GP".

condividi
commenti
TCR Italy: ultima al Mugello per un Butti "amaro"

Articolo precedente

TCR Italy: ultima al Mugello per un Butti "amaro"

Articolo successivo

TCR Italy: Baldan vince l'appello di Imola e torna leader

TCR Italy: Baldan vince l'appello di Imola e torna leader
Carica i commenti