Imola, Libere 1: Baldan piazza subito il tempone con la Hyundai

Il Campione in carica comincia alla grandissima rifilando 1" all'Audi di Kralev, con Ferrara che è 3° nonostante un problemino alla sua Alfa Romeo. Bene anche Tavano, Scalvini e Bettera, Gagliano precede Altoè fra i DSG in Top10.

Imola, Libere 1: Baldan piazza subito il tempone con la Hyundai

Il primo ruggito in pista è del Campione in carica: Nicola Baldan ha aperto ufficialmente la stagione 2018 del TCR Italy Touring Car Championship ottenendo il miglior tempo nelle Libere 1 di Imola.

Il pilota della Pit Lane Competizioni, al volante della sua nuovissima Hyundai i30 N TCR, ha completato i 4,909km del tracciato del Santerno fermando il cronometro sull'1'52"109.

"Per ora sono molto contento, c'è stato solo un piccolo problemino, ma nulla di grave - ha dichiarato Baldan a Motorsport.com - La macchina sembra veramente fortissima e conosco perfettamente i ragazzi della squadra, per cui ci sono tutti gli ingredienti per fare bene. Sono molto motivato e carico, voglio difendere il titolo, ma togliermi anche altre soddisfazioni con quest'auto che ho battezzato 'Pakelomobile 2' ! ".

Alle sue spalle c'è il terribile Plamen Kralev con l'Audi RS 3 LMS TCR della Kraf Racing, al quale Baldan ha rifilato quasi 1". Il bulgaro nella sua ultima uscita qui ad Imola lo scorso settembre ne fece di tutti i colori, speronando avversari a destra e a manca (chiedere a Max Mugelli, Stefano Comini e Giacomo Altoè...), e con una vettura nero-opaco molto bella e aggressiva promette ulteriori battaglie ai suoi rivali.

L'ottimo debutto di Luigi Ferrara con la Alfa Romeo Giulietta TCR è però macchiato da un problema ad un sensore che ha zittito la vettura preparata dal V-Action Racing Team. Il pugliese, dopo aver ottenuto il terzo crono ad 1"1 dalla vetta in soli 6 passaggi, ha dovuto alzare bandiera bianca senza più rientrare in pista.

"Sono tornato ai box, poi si è spento tutto e non è più ripartito il motore - ci ha spiegato con serenità "Gigi" - Il team sta indagando, ma non sono preoccupato e comunque meglio che queste cose succedano ora nelle prove. Per il resto sono convinto che possiamo fare bene, c'è grande motivazioni in tutta la squadra".

Salvatore Tavano ha invece piazzato quarta la SEAT Leon TCR che condivide con Matteo Greco, mentre in Top5 troviamo la Hyundai i30 N TCR del BRC Racing Team condotta da Eric Scalvini.

Bene anche Enrico Bettera con l'Audi RS 3 LMS TCR della Pit Lane Competizioni, sesto nonostante un sospetto problema ai freni anteriori iniziale che aveva fatto sudare freddo il veterano, rientrato di corsa ai box con un grande fumo fuoriuscire dai cerchi.

Lorenzo Nicoli è settimo, seguito dai primi due concorrenti della Classe DSG, ossia Max Gagliano (SEAT Leon) e Giovanni Altoè (Audi - Pit Lane Competizioni).

"Siamo in Top10 assoluta e a pochissimi decimi dai nostri avversari di categoria, come inizio non è affatto male, anche se l'asfalto potrebbe comunque migliorare con il prosieguo del weekend. Sono molto contento di essere al via di questo campionato e voglio fare bene, ma senza esagerare con le sportellate, che poi la mia RS 3 si rovina troppo!", ha scherzato il ragazzo di Adria.

Completa la Top10 la Honda Civic TCR di Marco Pellegrinelli (Target Competition), mentre Andrea Argenti ha debuttato con la propria Opel Astra TCR fermandosi al 21° posto.

In fondo alla classifica troviamo anche le Cupra TCR del Team Wimmer Werk Motorsport di Peter Gross e Gunter Benninger, divise dalla Peugeot 308 Racing Cup di Adriano Bernazzani/Raimondo Ricci.

TCR Italy - Imola: Libere 1

condividi
commenti
MM Motorsport, ranghi completi con Mugelli e Nicoli per un tridente Honda
Articolo precedente

MM Motorsport, ranghi completi con Mugelli e Nicoli per un tridente Honda

Articolo successivo

Imola, Libere 2: Hyundai sempre davanti con Scalvini

Imola, Libere 2: Hyundai sempre davanti con Scalvini
Carica i commenti