Ecco le nuove regole per la stagione 2018 del TCR Italy

condividi
commenti
Ecco le nuove regole per la stagione 2018 del TCR Italy
Redazione
Di: Redazione
31 gen 2018, 07:42

Nel nuovo regolamento tecnico-sportivo che verrà adottato per quest'anno in palio avremo i trofei riservati ad Under25, piloti, team, AM e DSG. Cambiano le durate delle sessioni in pista.

Cosimo Barberini, Seat Leon Racer-TCR
Max Mugelli, Pit Lane, Audi RS3 LMS-TCR
Stefano Comini, Top Run Motorsport, Subaru STI TCR
Max Mugelli, Pit Lane, Audi RS3 LMS-TCR
Stefano Comini, Top Run Motorsport, Subaru STI TCR
Nicola Baldan, Pit Lane, Seat Leon TCR-TCR
Nicola Baldan, Pit Lane, Seat Leon TCR-TCR
Giacomo Altoè, Target, Audi RS3 LMS TCR
La partenza di Gara 2
Ricci-Notarnicola
Eric Scalvini,Honda Civic TCR, MM Motorsport
Max Mugelli, Audi RS3 LMS, Pit Lane
Kevin Giacon, Opel Astra-TCR
Nicola Baldan, Seat Leon TCR, Pit Lane
Eric Scalvini, Honda Civic TCR, MM Motorsport
Peugeot 308 MI16-TCT#104, Sport & Comunicazione by Autostar: Ricci-Notarnicola
Alessandro Thellung, Seat Leon-TCR, BF Racing

L'ACI Sport ha pubblicato il regolamento sportivo del TCR Italy Touring Car Championship per la stagione 2018.

Sono diverse le novità per il Campionato Italiano riservato alle Turismo due litri turbo a trazione anteriore. Ecco i punti chiave regolamentari.

I titoli in palio

Accanto al Campionato Italiano riservato ai Piloti, al Trofeo Nazionale TCR Italy Under 25 (riservato a tutti i conduttori nati dall’1 gennaio 1993 in poi) ed al Trofeo Nazionale TCR Italy Team/Costruttore (riservato ai Concorrenti Persona Giuridica ed alle Scuderie titolari di licenza valida per l'anno 2018), sono ora indetti il Trofeo Nazionale TCR Italy DSG, riservato a tutti i conduttori che utilizzano le vetture con cambio DSG ed il Trofeo Nazionale TCR Italy Conduttori AM, riservato ai conduttori non prioritari e che esplicitamente ne richiederanno il riconoscimento ad Acisport.

Il format dei weekend

Il programma delle manifestazioni conferma il format con doppia gara da 25 minuti + 1 giro, ma varia la durata di prove libere e di prove ufficiali che saranno in turno unico rispettivamente da 40 e 20 minuti e soprattutto viene innovato il criterio di griglia di partenza di gara 2.

Se infatti fino alla scorsa stagione lo schieramento di gara 2 seguiva le classifica del secondo turno di prove ufficiali, quest’anno il miglior tempo ottenuto nelle prove ufficiali di qualificazione, determinerà la posizione in griglia di gara 1, mentre l’ordine di arrivo di Gara 1 determinerà la griglia di partenza di gara 2 con le prime otto posizioni invertite.

Le vetture ammesse

Sul fronte delle vetture ammesse, restano confermati i principi dello scorso anno, dovendo perciò rispettare tutti i requisiti di sicurezza previsti dall’All. J e le vigenti normative internazionali TCR (TCR Technical Regulations 2018). Tutte le vetture dovranno essere dotate della Scheda Tecnica TCR, con riportato il numero di telaio e del passaporto tecnico. L’ACI Sport potrà poi autorizzare la partecipazione di “Guest Driver” e/o di una vettura al TCR Italy Touring Car Championship 2018. Il “Guest Driver” e/o la vettura competerà come conduttore/vettura "trasparente", potrà usufruire di deroghe al Regolamento e non potrà accumulare punti per le classifiche ufficiali del TCR Italy Touring Car Championship 2018.

B.O.P. ed handicap peso

Come lo scorso anno le vetture vedranno inoltre l’applicazione del Balance of Performance come emanato dalla WSC e sarà considerato parte integrante del presente Regolamento. La sua pubblicazione avverrà, al più tardi, entro il termine di chiusura delle iscrizioni della manifestazione alla quale troverà applicazione, mentre eventuali successivi bollettini pubblicati dalla WSC dopo tale termine verranno presi in considerazione per la manifestazione successiva.

Confermati anche gli Handicap Peso assegnati ad ogni Equipaggio e/o Conduttore classificatosi ai primi tre posti (30 kg al primo, 20 kg al secondo, 10 kg al terzo) della classifica della manifestazione precedente come risultato della somma del punteggio totale conseguito in Gara 1 e Gara 2 (qualora due piloti abbiano ottenuto il medesimo punteggio totale, sarà discriminante il miglior punteggio ottenuto nella prima gara).

Punteggi

Ai fini dell’assegnazione dei titoli, per ciascuna classifica verranno assegnati punteggi alle prime dieci posizioni in gara e saranno conteggiati i punteggi relativi ai 12 migliori risultati. Ai fini della classifica Assoluta del TCR Italy Touring Car Championship, un punto sarà assegnato al conduttore che avrà realizzato il miglior tempo delle Prove Ufficiali di Qualificazione ed un punto a chi avrà realizzato il miglior tempo sul giro in gara. In caso di equipaggio con doppio conduttore, al termine delle prove ufficiali e di ciascuna Gara (comprensiva del giro veloce), l’eventuale punteggio conseguito sarà assegnato ad entrambi i conduttori, indipendentemente da chi abbia effettivamente conseguito il risultato.

Pneumatici

Per quanto alla dotazione di pneumatici slick, quest’anno in monofornitura Michelin, sarà limitata a massimo 12 per ciascuna manifestazione (Prove Libere, Prove Ufficiali e Gare) di cui 8 nuovi e 4 punzonati in una qualsiasi Manifestazione precedente della stagione in corso. In occasione della prima manifestazione del 29 aprile ad Imola la dotazione di slick sarà di massimo 12 pneumatici nuovi.

Articolo successivo
Due SEAT DSG della Wimmer Werk Motorsport pronte per Gross e Benninger

Articolo precedente

Due SEAT DSG della Wimmer Werk Motorsport pronte per Gross e Benninger

Articolo successivo

Jürgen Schmarl è il secondo asso della Target Competition per la stagione 2018

Jürgen Schmarl è il secondo asso della Target Competition per la stagione 2018
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie TCR Italia
Autore Redazione