Misano, Libere 1: subito netto dominio italiano

condividi
commenti
Misano, Libere 1: subito netto dominio italiano
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
19 giu 2015, 10:40

Ben otto piloti italiani nelle prime dieci posizioni, con Caricasulo davanti a Razgatlioglu

Se nella Superstock 1000 i nostri portacolori hanno mostrato sin da subito di essere competitivi, il primo turno di libere della Superstock 600 ha dato prova di un netto dominio dei nostri portacolori, i quali hanno occupato otto tra le prime dieci posizioni della classifica di questa mattina.

A cogliere il miglior tempo assoluto è stato Federico Caricasulo, partito subito molto forte sin dai primi minuti della sessione e mettendosi alle spalle tutto il resto dello schieramento. Il pilota della Honda ha preceduto ben sette Kawasaki e due Yamaha, fermando il cronometro in 1'40”660. Alle sue spalle ecco Toprak Razgatlioglu, che in questo fine settimana punta a conquistare il titolo di categoria, ormai a un passo per via dell'enorme vantaggio che il turco può vantare sullo stesso Caricasulo e Michael Ruben Rinaldi.

Proprio Rinaldi ha centrato la terza posizione, staccato di oltre quattro decimi di secondo dal connazionale della Honda e a un decimo appena da Razgatlioglu, sintomo che, almeno per la vittoria della gara, la lotta sarà serrata e probabilmente a tre. Alle spalle di Rinaldi ecco altri sei piloti italiani. In quarta posizione troviamo Davide Stirpe, però in ritardo di quasi sette decimi da Caricasulo.

Quinto tempo per Luca Vitali, bravo a chiudere davanti ad Andrea Tucci e a un sorprendente Stefano Casalotti. Nicola Morrentino jr ha invece chiuso con l'ottavo tempo, a 59 millesimi di secondo da Casalotti ma davanti a Massimiliano Spedale per appena 26 millesimi di secondo. Rob Hartog ha invece chiuso la Top Ten davanti ad Augusto Fernandez e Guillaume Antiga, rispettivamente undicesimo e dodicesimo assoluto.

Prossimo articolo Superstock 600
Misano, Libere 2: Caricasulo non molla la vetta

Previous article

Misano, Libere 2: Caricasulo non molla la vetta

Next article

Seconda gara "di casa" per Rinaldi e Tucci a Misano

Seconda gara "di casa" per Rinaldi e Tucci a Misano