Jerez, Libere 1: doppietta tricolore con Rinaldi e Stirpe

Partono bene i ragazzi di casa nostra anche se cade Caricasulo. Stupisce vedere Razgatlioglu solo 19esimo

Jerez, Libere 1: doppietta tricolore con Rinaldi e Stirpe

Dopo la Stock 1000, gli italiani si sono messi in evidenza anche nel turno inaugurale dell'Europeo Superstock 600 a Jerez de la Frontera. Il più veloce è stato Michael Ruben Rinaldi, autore di un crono di 1'46"452 con la Kawasaki del San Carlo Team Italia.

Alle sue spalle, a sorpresa, l'unico in grado di infrangere la barriera è stato Davide Stirpe, che con il suo 1'46"867 paga però oltre quattro decimi. E' addirittura a sette decimi invece il terzo in classifica, ovvero lo spagnolo Augusto Fernandez del Pata Honda Junior Team.

Tra la terza e la quinta piazza sono però tutti racchiusi nello spazio di appena 17 millesimi, con a seguire l'altro portacolori del San Carlo Team Italia, Andrea Tucci, ed il finlandese Niki Tuuli, migliore tra i piloti Yamaha. Sesto crono, ma ad oltre un secondo, per l'altro italiano Axel Bassani.

Top ten poi anche per Luca Vitali e Stefano Casalotti, che hanno occupato rispettivamente l'ottava e la nona posizionje, con Riccardo Caruso che invece è rimasto fuori per un soffio, chiudendo con l'11esima prestazione. 13esimo poi c'è Massimiliano Spedale, con Alessandro Zaccone 15esimo.

Molto in sordina l'avvio del campione in carica Toprak Razgatlioglu, che non è andato oltre al 19esimo crono, distanziato addirittura di 2"5. In salita pure la sessione di Federico Caricasulo, che è subito nella sua scia: l'italiano è caduto dopo appena tre giri.

condividi
commenti
Il San Carlo Team Italia torna in pista a Jerez
Articolo precedente

Il San Carlo Team Italia torna in pista a Jerez

Articolo successivo

Jerez, Libere 2: un grande Stirpe risponde a Rinaldi

Jerez, Libere 2: un grande Stirpe risponde a Rinaldi
Carica i commenti