Guarnoni batte Marino all'ultimo giro a Magny-Cours e aiuta Rinaldi

Il francese del Pedercini Racing firma la prima vittoria stagionale ai danni del connazionale, che si avvicina ad un Rinaldi che comunque mantiene 8 punti di vantaggio nonostante il decimo posto. Sandi completa il podio.

Guarnoni batte Marino all'ultimo giro a Magny-Cours e aiuta Rinaldi

L'aria di casa ha fatto decisamente bene a Jeremy Guarnoni, che a Magny-Cours ha ottenuto la sua prima vittoria stagionale nell'Europeo Superstock 1000, al termine di una gara che si è decisa solamente all'ultimo giro.

Il portacolori del Pedercini Racing ha battagliato fino alla fine con la Yamaha del connazionale Florian Marino, ma alla fine è statat la sua Kawasaki a transitare per prima sotto alla bandiera a scacchi, con un margine di poco più di quattro decimi.

Un duro colpo per Marino, che avrebbe avuto decisamente bisogno di questa vittoria in ottica campionato, visto che il leader, il ducatista Michael Ruben Rinaldi, non è riuscito a fare meno del decimo posto. In ogni caso, l'italiano conserva un margine di otto punti, che potrà provare a gestire nella tappa conclusiva dei Jerez.

Senza dimenticare che in Andalusia potrebbe esserci anche il rientro in gara del terzo candidato al titolo, il turco Toprak Razgatlioglu, che oggi non ha potuto essere della partita con la sua Kawasaki, a causa della lussazione della spalla destra rimediata nella FP3 di ieri. Anche lui, infatti, è distanziato di 14 lunghezze dalla vetta.

Tornando alla gara di oggi, a completare il podio troviamo la BMW di Federico Sandi, bravo a tenersi dietro la Yamaha del poleman Roberto Tamburini. Dietro di loro completa la top 5 Ilya Mykhalchyk, ma nella top 10 c'è spazio anche per Luca Vitali, ottavo con l'Aprilia della Nuova M2 Racing.

Superstock 1000 - Magny-Cours - Gara

condividi
commenti
Grande Italia a Magny-Cours: Tamburini in pole e Sandi secondo!
Articolo precedente

Grande Italia a Magny-Cours: Tamburini in pole e Sandi secondo!

Articolo successivo

Roberto Tamburini vola nelle Libere di Jerez

Roberto Tamburini vola nelle Libere di Jerez
Carica i commenti