Max Mugelli resta con il Team Dinamic nel 2013

Il pilota di Ronta sarà al volante della BMW M3 E92 con cui ha corso le ultime gare del 2012

Max Mugelli resta con il Team Dinamic nel 2013
Era già nell’aria da tempo ed ora è ufficiale: Max Mugelli ha raggiunto l’accordo con il Team Dinamic per disputare la stagione 2013 del Superstars International Series. Il pilota di Ronta sarà al via al volante della BMW M3 E92 del team di Reggio Emilia, con cui già nella passata stagione ha disputato le ultime due gare del campionato cogliendo il primo e meritato podio a Vallelunga. Il campionato si compone di otto appuntamenti (a gara doppia) che saranno trasmessi in diretta su Rai Sport e coinvolge sei differenti paesi: si inizia il 6/7 aprile a Monza per poi proseguire a Brno, Slovakiaring, Zolder, Portimao, Donington, Imola e un ultimo circuito italiano da definirsi. Una sfida che Max ha deciso di cogliere al volo per dimostrare da un lato di essersi lasciato alle spalle la negativa parentesi con la Mercedes della Caal Racing e dall’altro di avere le carte in regola per potere puntare al successo. "Sono molto soddisfatto della scelta fatta: già a Vallelunga, quando ho guidato per la prima volta la BMW del Team Dinamic in gara, mi sono immediatamente reso conto che quella avrebbe potuto essere la scelta giusta per il 2013. Ho trovato nel team un calore umano e una preparazione tecnico-sportiva che fin da subito mi hanno bene impressionato" ha detto Max Mugelli. "In più il team sta lavorando sullo sviluppo della vettura che speriamo possa essere ancora più competitiva: sappiamo che la velocità non è il nostro punto di forza rispetto alle più potenti Mercedes, Chevrolet, Maserati o Jaguar, ma possiamo contare su una proverbiale affidabilità unita ad una maneggevolezza e agilità che nelle piste guidate saranno fondamentali. Sono queste le nostre armi contro Audi che si presenta come favorita dopo il successo dello scorso anno e che grazie alle quattro ruote motrici in alcune circostanze, ad esempio sul bagnato, diventa imprendibile" ha aggiunto. "Se escludiamo la prima gara di Monza, dove di certo non saremo la vettura da battere, le altre piste presentano caratteristiche che si adattano alla nostra BMW. Il mio obiettivo è chiaro: tornare a lottare per il gradino più alto del podio, che al Team Dinamic è sfuggito nel 2012. Ringrazio tutti gli sponsor che, nonostante il 2012 sia stato un anno molto difficile, hanno creduto in me e anche quest’anno non mi faranno mancare il loro appoggio" ha proseguito. Maurizio Lusuardi, Team Dinamic: "Sono lieto di avere ancora con noi Max Mugelli, e questa volta per una intera stagione! Il podio di Vallelunga, al suo debutto su BMW, mi ha fatto capire le potenzialità di Max, che spero possano emergere in pieno nella prossima stagione. Mugelli è un pilota veloce ed esperto, che ha una grande voglia di rivincita dopo un 2012 da dimenticare. Dal canto nostro stiamo lavorando sulla vettura per renderla ancora più competitiva insieme ai nostri tecnici, ingegneri e meccanici che oramai conoscono alla perfezione la BMW. Ci sono stati tolti per regolamento 20kg e spero che il nuovo balance of performance elimini le evidenti disparità con altre vetture che in alcuni casi ci sono state lo scorso anno". Stefano Zambon, Agorest Management: "L’accordo siglato con il Team Dinamic può, a mio giudizio, portarci grandi soddisfazioni nel 2013. È positivo avere dato un segnale di continuità con quello che è stato fatto nelle ultime due gare dello scorso anno, in cui abbiamo visto un Max Mugelli praticamente rinato dopo la parentesi con Call Racing. Abbiamo fiducia nel team e nelle qualità della vettura: tutto questo, unito alla determinazione di Max e al supporto degli sponsor, ci permetterà di puntare in alto e toglierci quelle soddisfazioni che nel 2012, non certo per causa nostra, non ci siamo potuti permettere"
condividi
commenti
La Solaris Motorsport passa alla Camaro
Articolo precedente

La Solaris Motorsport passa alla Camaro

Articolo successivo

Ritorna in pista la Panamera con Petri Corse

Ritorna in pista la Panamera con Petri Corse
Carica i commenti