WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
WU in
09 Ore
:
39 Minuti
:
54 Secondi
Moto3
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Gara in
11 Ore
:
19 Minuti
:
53 Secondi
Moto2
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Gara in
12 Ore
:
39 Minuti
:
53 Secondi
IndyCar
20 set
-
22 set
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
5 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
61 giorni
FIA F3
26 set
-
29 set
Evento concluso
FIA F2
26 set
-
29 set
Evento concluso
G
Abu Dhabi
28 nov
-
01 dic
Prossimo evento tra
11 giorni
Formula 1
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Gara in
18 Ore
:
29 Minuti
:
53 Secondi
ELMS
20 set
-
22 set
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
WTCR
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Gara 2 in
01 Ore
:
39 Minuti
:
53 Secondi

Supersport, Villicum: Cluzel trionfa, Caricasulo quinto

condividi
commenti
Supersport, Villicum: Cluzel trionfa, Caricasulo quinto
Di:
13 ott 2019, 17:58

Jules Cluzel vince in Argentina davanti a Lucas Mahias ed Isaac Viñales, terzo a sorpresa. Federico Caricasulo è quinto e autore di una manovra aggressiva su Randy Krummenacher, solo settimo. L’assegnazione del titolo è rimandata a Losail.

La pista di San Juan Villicum ha segnato il penultimo appuntamento della stagione Supersport, che proclamerà il proprio vincitore in occasione del round finale, in Qatar. Titolo ancora da decidere e 8 punti di distacco tra i due contendenti sono il risultato finale della gara disputata sulla pista argentina. A vincere è stato Jules Cluzel, che ha dominato tagliando il traguardo con 2.4 secondi di vantaggio sugli inseguitori. Con questo successo, il francese è matematicamente ancora in lotta per il titolo, pur avendo 22 punti in meno rispetto al leader, Randy Krummenacher.

Proprio i due compagni di squadra e grandi contendenti si sono resi protagonisti nelle fasi finali di gara di un duello molto duro, che ha visto Federico Caricasulo uscirne vincitore. L’italiano è passato sotto la bandiera a scacchi in quinta posizione ed ora ha solamente 8 punti di distacco dallo svizzero, solo settimo. Chi invece festeggia il podio è Lucas Mahias, secondo alle spalle di Cluzel. Chiude il podio un ottimo Isaac Viñales, rientrato nel gruppo di testa nella seconda metà di gara e piuttosto efficace, tanto da conquistare la terza posizione.

Al semaforo Corentin Perolari ottiene un buono spunto e tiene la prima posizione prendendo da subito un po’ di margine. Lo seguono Jules Cluzel e Lucas Mahias, mentre Ayrton Badovini arretra fino alla settima posizione dopo un confronto con Kyle Smith, favorendo così il rientro del duo Bardahl Evan Bros. Federico Caricasulo sopravanza Randy Krummenacher e va a prendersi la quinta piazza.

La fuga di Perolari non va a buon fine, perché Cluzel recupera terreno ed alla fine del primo giro è molto vicino al proprio compagno di squadra. La Yamaha numero 16 scavalca la gemella #94 e va al comando, con Lucas Mahias spettatore privilegiato, che attende il momento giusto per sferrare l’attacco.

Mentre i due portacolori del team Yamaha GMT 94 continuano ad essere molto vicini e si portano dietro Mahias, Federico Caricasulo sorpassa Kyle Smith e va a prendersi la quarta posizione, cercando così di recuperare margine anche in classifica, dove Krummenacher è ancora in testa. Intanto Jules Cluzel prosegue stampando giri veloci e batte il record della pista in 1’42”960. Il francese si riprende così qualche metro di vantaggio ai danni del vicino di box, che deve guardarsi le spalle da un arrembante Mahias. Il pilota Kawasaki rompe subito gli indugi e si porta in seconda posizione, andando alla caccia del connazionale in testa.

Cluzel si allontana e ha 1.3 secondi di vantaggio sugli inseguitori, che formano un trio e sono molto vicini. Caricasulo infatti, che nel frattempo si è avvicinato, non si fa scrupoli ed entra deciso per sopravanzare Perolari, che prova a restituire il sorpasso dovendosi però accontentare di restare alle sue spalle. Chi invece fatica è Randy Krummenacher, più attardato rispetto ai primi e favorito solamente da un largo di Kyle Smith, che arretra fino alla settima posizione.

Cluzel ha ormai quasi 3 secondi di vantaggio sugli altri, che stanno formando un folto gruppo in lotta per il podio. Caricasulo comanda il gruppo, davanti a Mahias e Perolari, con Krummenacher che intanto si avvicina e si porta dietro Isaac Viñales, che risale pian piano. Arranca un po’ Raffaele De Rosa, che paga quasi 9 decimi dal gruppo di testa ed è settimo.

Mahias rompe gli indugi e sferra l’attacco su Caricasulo, da quel momento il gruppo inizia a lottare e le posizioni cambiano con le battaglie. Caricasulo deve difendersi, ma perde posizioni e scivola al quinto posto, mentre Krummenacher balza in terza posizione. Situazione ribaltata in questa fase di gara, che vede Mahias fuggire e lasciare lo svizzero, Perolari, Caricasulo e Viñales in lotta. La bagarre favorisce il rientro di Raffaele De Rosa, che si avvicina ed entra nella lotta per la terza posizione.

Caricasulo però non si arrende e ci riprova, approfittando di un Krummenacher in difficoltà e scivolato nuovamente in settima posizione. L’italiano entra deciso sul compagno di squadra e gli va davanti, facendo perdere la traiettoria allo svizzero, che si vede sfilare anche da De Rosa. All’ultimo giro Caricasulo sbaglia e va largo, permettendo a Perolari di stare davanti, ma l’alfiere del team Bardahl Evan Bros non molla e riprova a farsi sotto.

Intanto Jules Cluzel vince davanti a Lucas Mahias, con Isaac Viñales che sale sul terzo gradino del podio. Corentin Perolari, che scattava dalla pole, resta fuori dal podio in quarta posizione e riesce a tenersi alle spalle Federico Caricasulo, quinto. Raffaele De Rosa, quinto, resta davanti a Randy Krummenacher, solo settimo, mentre Thomas Gradinger è ottavo. Chiudono la top 10 Kyle Smith, arretrato fino in nona posizione, ed Ayrton Badovini, che scattava dalla prima fila ma non va oltre la decima piazza.

Articolo successivo
Supersport, Villicum: Superpole di Perolari

Articolo precedente

Supersport, Villicum: Superpole di Perolari

Articolo successivo

Krummenacher velenoso: “Il team vuole far vincere Caricasulo”

Krummenacher velenoso: “Il team vuole far vincere Caricasulo”
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Supersport
Location Villicum Circuit
Autore Lorenza D'Adderio