Sam Lowes agguanta la pole all'ultimo secondo

Il pilota britannico registra il miglior tempo negli ultimi decimi di secondo delle qualifiche

Sam Lowes agguanta la pole all'ultimo secondo
In due decimi esatti si è giocata la pole position del sesto appuntamento stagionale del Mondiale Supersport. Al circuito intitolato al compianto Marco Simoncelli Sam Lowes, vincitore dell’ultimo round a Donington Park, proprio allo scadere del tempo si è aggiudicato la quarta pole stagionale dopo Imola, Assen e Monza, la quinta in carriera bissando l’exploit dello scorso anno proprio all’ex-Circuito Santamonica. Il campione britannico Supersport 2010, ai comandi della CBR 600RR iscritta da Bogdanka PTR Honda, ha fermato i cronometri sull’1’38″987 distante sì mezzo secondo dal record 2010 di Michele Pirro (1’38″444), ma sufficiente per vincere il duello tutto in casa Performance Technical Racing con il proprio compagno di squadra (ma non di colori) Jules Cluzel, autore del gran tempo nelle ultime prove libere, per soli 12 millesimi. Qualifiche a dir poco convincenti con inevitabili ripercussioni in previsione della classifica di campionato, con Lowes che potenzialmente può raggiungere e sopravanzare domani in gara il leader Kenan Sofuoglu, terzo in griglia con la Kawasaki Ninja ZX-6R ufficiale preparata dal team Lorenzini, staccato di soli 0″123 e che precede Broc Parkes, quarto a completare la prima fila su Honda Ten Kate, in vantaggio nei primi due settori nel proprio giro veloce, ma staccato di 2 decimi netti al responso del cronometro sul traguardo. Ha mancato di un soffio la prima volta invece Massimo Roccoli, 5° all’esordio da sostituto dell’infortunato Vladimir Leonov con la Yamaha R6 del Yakhnich Motorsport, determinato a giocarsi al meglio quest’opportunità dopo un sofferto inizio di stagione,desideroso di ripetere la vittoria conseguita nel 2006 (prima ed unica in carriera nel mondiale) proprio a Misano. Il tri-Campione italiano sarà affiancato domani in seconda fila dall’ex iridato Fabien Foret (Kawasaki Intermoto Step), dal convincente sudafricano Ronan Quarmby (PTR Honda) e da Sheridan Morais, 8° con la seconda Kawasaki Lorenzini dopo un sofferto venerdì di prove. Ben figurano anche gli altri nostri portabandiera al via del round di Misano: Stefano Cruciani da wild card è 9° con la Kawasaki Puccetti con l’obiettivo di ripetere il 5° posto di Monza, seguito in 10° piazza dall’ex campione italiano Roberto Tamburini con la prima Honda Lorini. In una terza fila tutta tricolore non mancano anche le Triumph Daytona 675 di Ninetto Suriano condotte da Vittorio Iannuzzo (11°) e Alex Baldolini (12°), 14° è Raffaele De Rosa (Honda Lorini), 15° e alla miglior qualifica di sempre nel WSS Luca Marconi (Yamaha VFT Racing), più staccati Andrea Antonelli (19° alla prima presa di contatto con la Yamaha Bike Service), Fabio Menghi (20°, Yamaha VFT Racing), il campione italiano Stock 600 Dino Lombardi (22°, Yamaha Team PATA by Martini), 26esimo è Alessandro Torcolacci (wild card su Honda Kuja), ai margini della top-30 il primo campione del CIV Moto2 Alessandro Andreozzi (29° su Yamaha Bke Service) e Roberto Anastasia, incappato così come Marek Szkopek (sostituto del fratello Pawel, infortunato) in una scivolata nel corso del secondo turno di prove ufficiali. Domani alle 13:30 il via della gara con un ex-iridato 125 GP del calibro di Gabor Talmacsi al via, ma soltanto in 21esima posizione all’esordio in Supersport con la Honda ex-Lanzi ed ex-Dionisi del team ProRace.

Supersport - Misano - Qualifiche

condividi
commenti
Jules Cluzel si aggiudica le prove all'ultimo secondo
Articolo precedente

Jules Cluzel si aggiudica le prove all'ultimo secondo

Articolo successivo

Kenan Sofuoglu torna a vincere a Misano

Kenan Sofuoglu torna a vincere a Misano
Carica i commenti