Kenan Sofuoglu torna a vincere a Misano

Il pilota Kawasaki conferma la sua leadership in classifica e si tiene dietro Cluzel e Baldolini

Kenan Sofuoglu torna a vincere a Misano
Ritorno al successo per Kenan Sofuoglu (Kawasaki DeltaFin Lorenzini), che conquista la vittoria nella gara della World Supersport di Misano. Per il pilota turco si tratta della seconda affermazione in stagione dopo il primo posto all’esordio stagionale di Phillip Island, grazie alla quale consolida ed estende la sua leadership in campionato (106 punti) portando a 30 lunghezze il vantaggio sul secondo classificato che risponde ora al nome di Jules Cluzel. Partenza non irresistibile per il poleman Sam Lowes e Jules Cluzel ne approfitta per conquistare la leadership ma alla piega a sinistra della “Curva del Rio” Sofuoglu lo sopravanza ed è primo. Terzo è Stefano Cruciani che precede Massimo Roccoli. Il pilota di casa perde due posizioni alla prima staccata del carro e si ritrova sesto preceduto da Lowes e Foret, in recupero dopo aver tagliato al via la prima variante. Il leader della classifica prova a staccare gli inseguitori ma si ritrova il francese del team PTR Honda alle costole. Fabien Foret infila Cruciani alla prima staccata dopo il traguardo ma viene messo sotto investigazione dai commissari per un taglio avvenuto poco prima. Problema tecnico per Massimo Roccoli, che è costretto purtroppo a lasciare la corsa al terzo giro con il motore in fumo. Foret compie il giro più veloce in 1’39.775, il pilota Intermoto Step colma in due giri il gap che lo divideva dal duo di testa, ripetendosi nel giro successivo, il quarto della corsa, grazie ad un tempo di 1’38.513. Non va altrettanto bene per il compagno di squadra di quest’ultimo, Romain Lanusse, vittima di una scivolata nel medesimo passaggio. Caduta anche per il sudafricano Mathew Sholtz, a causa di un contatto con un incolpevole Imre Toth. Foret viene penalizzato ancora con la cessione forzata di due posizioni dai commissari. Contatto anche per Cruciani e Ronan Quarmby, con la wild-card marchigiana che ha effettuato un sorpasso eccessivo su Ronan Quarmby alla “Quercia”, al settimo giro, andando a colpire l’anteriore della CBR 600 del sudafricano con il posteriore della sua ZX-6R Puccetti Racing. Il pilota di provenienza CIV è riuscito comunque a riprendere la via della pista, ritirandosi definitivamente a conclusione della tornata. Foret si avvede della penalità, cede le due posizioni a vantaggio di Lowes e Baldolini rispettivamente al 9° e 11° giro, ma non in tempo utile: questo porta la direzione gara ad infliggergli un pesante ride-through. La gara entra nella sua seconda metà e la coppia di testa Sofuoglu-Cluzel viaggia su un altro passo rispetto alla concorrenza. Caduta per Sam Lowes al dodicesimo passaggio alla curva del “Rio”, il pilota di Lincoln riesce a riprendere la via della pista transitando in diciassettesima posizione. Questo cambiamento nella parte alta issa Baldolini al terzo posto provvisorio davanti al compagno di team Iannuzzo. Un visibimente arrabbiato Foret sconta alla fine il passaggio sulla corsia dei box, rientrando in undicesima posizione. Iannuzzo perde terreno dal compagno di squadra e si ritrova in una bagarre assieme a Tamburini e Morais. Tamburini ha la meglio sul connazionale ad inizio del sedicesimo giro ed è quarto, prendendo da subito un ottimo margine. Iannuzzo viene sfilato anche da Morais e scende al sesto posto. A due giri dal termine Sufuoglu riesce a rompere le resistenze di Cluzel, involandosi verso il successo di gara davanti al francese. Ottimo terzo posto per Alex Baldolini davanti a Roberto Tamburini, Sheridan Morais e Jed Metcher. Chiudono i primi dieci Vittorio Iannuzzo, Fabien Foret ed Andrea Antonelli.

Supersport - Misano - Gara

Supersport - Misano - Classifica piloti

condividi
commenti
Sam Lowes agguanta la pole all'ultimo secondo
Articolo precedente

Sam Lowes agguanta la pole all'ultimo secondo

Articolo successivo

Leonov spera di riuscire a correre a Motorland Aragon

Leonov spera di riuscire a correre a Motorland Aragon
Carica i commenti