WTCR
G
Salzburgring
11 set
Prossimo evento tra
33 giorni
G
Slovakia Ring
09 ott
Prossimo evento tra
61 giorni
WSBK
31 lug
Evento concluso
07 ago
SSP300 Gara 2 in
1 giorno
WRC
04 set
Prossimo evento tra
26 giorni
18 set
Prossimo evento tra
40 giorni
WEC
13 ago
Prossimo evento tra
4 giorni
W Series
G
Norisring
10 lug
Canceled
G
Brands Hatch
22 ago
Canceled
MotoGP
02 ago
FP4 in
01 Ore
:
56 Minuti
:
22 Secondi
Moto3
24 lug
Evento concluso
07 ago
Evento concluso
Moto2
24 lug
Evento concluso
07 ago
Evento concluso
IndyCar
17 lug
Evento concluso
07 ago
Postponed
Formula E FIA F3
31 lug
Evento concluso
FIA F2
31 lug
Evento concluso
07 ago
Gara 1 in
05 Ore
:
11 Minuti
:
22 Secondi
Formula 1
01 ago
Evento in corso . . .
ELMS
17 lug
Evento concluso
DTM
14 ago
Prossimo evento tra
5 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
07 ago
Qualifiche 1 in
01 Ore
:
46 Minuti
:
22 Secondi
11 set
Prossimo evento tra
33 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
Prossimo evento tra
26 giorni

Supersport, Buriram, Prove libere 1-2: Cluzel detta il ritmo

condividi
commenti
Supersport, Buriram, Prove libere 1-2: Cluzel detta il ritmo
Di:
15 mar 2019, 11:43

Plotone Yamaha nelle prime cinque posizioni, con Cluzel che svetta e precede Krummenacher, secondo. Terzo crono per Caricasulo, mentre Barbera sorpende ed è quarto. Raffaele De Rosa è sesto con la MV Agusta, alle spalle di Gradinger.

Il Mondiale Supersport fa tappa a Buriram questo weekend e, sotto il cocente sole thailandese, i piloti sono scesi in pista per disputare i due turni di libere del venerdì, che hanno decretato il più veloce della giornata. È Jules Cluzel ad ottenere il miglior crono nella seconda sessione, che lo ha portato a comandare la combinata. Alle sue spalle si piazza il vincitore di Phillip Island, Randy Krummenacher, staccato di pochi centesimi. Il terzo tempo lo agguanta Federico Caricasulo, in testa nella mattinata thailandese.

Grande prova di forza da parte del francese del team GMT94 Yamaha, che ha fermato il cronometro sull’1'37.641 nel finale della seconda sessione. Cluzel è così balzato al comando, restandoci fino allo sventolare della bandiera a scacchi che ha segnato la fine dell’attività in pista. Decisamente meno incisivo il compagno di squadra: Corentin Perolari è apparso in difficoltà e ha concluso le libere con il quindicesimo tempo complessivo, a ben due secondi di distacco dal vicino di box.

In questo venerdì di libere, Cluzel si è messo alle spalle i due principali rivali, che comunque gli restano attaccati. Randy Krummenacher, in sella alla Yamaha del team BARDAHL Evan Bros, ha agguantato il secondo tempo, a 190 millesimi dal francese. Giornata in progressione per lo svizzero, mentre fa un passo indietro Federico Caricasulo. L’italiano ha chiuso al comando la prima sessione, salvo poi restare più attardato nel secondo turno e archiviare il primo giorno del weekend con il terzo crono. Il margine dalla vetta comunque non è ampio, due decimi lo separano da Cluzel ed i due, già vincitori a Buriram, potrannno essere contendenti pericolosi nella gara di domenica.

Sorprende Hector Barbera: lo spagnolo, al debutto sul tracciato thailandese, archivia il venerdì con il quarto tempo complessivo, nonostante il gap inizi ad essere già più importante. Il portacolori del team Toth resta a quasi sei decimi da Cluzel, ma ha margine di miglioramento. Come in Australia, ha il potenziale per disputare il proprio weekend in progressione e sarà da tenere d’occhio, potrebbe rivelarsi come il quarto incomodo nella lotta per il podio.

Il quinto tempo appartiene a Thomas Gradinger, che completa il quintetto Yamaha. Resta però indietro rispetto al gruppo che lo precede e nella seconda sessione non è riuscito a migliorare il tempo delle FP1, rimanendo a sette decimi dalla vetta. Più attardati i suoi compagni di squadra: nella combinata, Isaac Viñales è settimo, mentre Loris Cresson non va oltre il tredicesimo crono.

Raffaele De Rosa è ancora una volta il primo dei piloti non-Yamaha. Il partenopeo, in sella alla MV Agusta, nelle seconde libere ha migliorato il tempo della mattinata, fermando il cronometro sull’1'38.460 e chiudendo in sesta posizione nella classifica combinata. Più in difficoltà il compagno di box Federico Fuligni, che alla fine del secondo turno era solo sedicesimo, posizione che occupa anche nella combinata.

A completare la top 10 troviamo tre Kawasaki, due delle quali del team Puccetti, guidate da Hikari Okubo e Lucas Mahias. Il giapponese ha disputato un ottimo secondo turno, portandosi in quinta posizione e scalando nel finale per chiudere con l’ottavo crono. Alle sue spalle si è piazzato il francese, nono a 71 millesimi dal compagno di squadra e a poco più di un secondo dalla vetta. La terza ZX-6R è quella del team Pedercini, guidata Ayrton Badovini. L’italiano, ottavo nella prima sessione e quattordicesimo nel pomeriggio, si è assicurato un posto nei primi dieci della classifica combinata.

Krummenacher vince la prima gara della stagione a Phillip Island

Articolo precedente

Krummenacher vince la prima gara della stagione a Phillip Island

Articolo successivo

Supersport, Buriram: Cluzel conquista una Superpole combattuta

Supersport, Buriram: Cluzel conquista una Superpole combattuta
Carica i commenti