Portimao, Gara: Caricasulo vince una gara rocambolesca piena di colpi di scena

condividi
commenti
Portimao, Gara: Caricasulo vince una gara rocambolesca piena di colpi di scena
Di: Lorenzo Moro
16 set 2018, 13:52

Federico Caricasulo vince una gara matta chiusa con un giro di anticipo dalla bandiera rossa. Mahias buca al penultimo giro mentre è in testa mentre Cortese stende Cluzel e poi riparte, quinto al traguardo.

Federico Caricasulo fa il bis! Dopo la vittoria di Misano, il pilota romagnolo trionfa anche in Portogallo al termine di una gara rocambolesca nella quale è successo di tutto. La gara infatti era data quasi per scontata nelle mani di Lucas Mahias, primo dalla prima curva al... penultimo giro: a pochi chilometri dalla vittoria infatti il pilota francese è stato vittima di una foratura allo pneumatico posteriore che lo ha messo fuori dai giochi ante tempo. Nello stesso giro però Hartog ha tamponato Quero Martin obbligando la direzione gara ad esporre la bandiera rossa interrompendo quindi la gara.

A questo punto Mahias, siccome il regolamento dice che la classifica finale è quella al termine del giro precedente la bandiera rossa, ha provato di ripartire per chiudere il giro e portare la sua moto al parco chiuso percorrendo un giro lunghissimo ed emozionante (nel corso del quale è caduto due volte) per poi raggiungere la sua squadra che lo aspettava in pit lane salvo poi venir privato della vittoria perché nel giro di rientro ha tagliato il tracciato in alcuni punti.

Leggi anche:

Secondo posto per Smith su Honda CBR600RR dopo una bella battaglia con Raffaele De Rosa per la conquista del gradino più basso del podio. Per la prima volta da un po' di tempo vediamo finalmente tre moto di tre case costruttrici diverse su un podio della Supersport anche se, con la vittoria odierna di Caricasulo, la Yamaha conquista il titolo mondiale costruttori per la Supersport.

Quarto sul traguardo lo svizzero del team Evan Bros Randy Krummenacher a precedere un fortissimo (e fortunatissimo) Sandro Cortese, autore di un altro dei momenti topici della giornata odierna. Il pilota tedesco infatti, leader della classifica ma in lotta serratissima per il mondiale con Jules Cluzel, nel corso del secondo giro, per tentare di superare l'avversario del team NRT ed andare a prendere Mahias, è scivolato rendendo la sua R6 un proiettile con il quale ha abbattuto il francese che stava percorrendo la curva seguendo una traiettoria più esterna.

Con Cluzel innocentemente fuori Cortese è rientrato in pista (provocando la rabbia di Cluzel che si è messo a sbracciarsi in mezzo alla pista) dando vita ad una furibonda rimonta che lo ha portato alla quinta posizione finale, che gli permette di allungare ulteriormente in classifica portandosi quindi a 149 punti, ben 16 di vantaggio sull'avversario che invece, per colpa dello zero di oggi, presta il fianco a Caricasulo e Krummenacher, entrambi a 129 punti, molto minacciosi alle sue spalle.

Come al solito il gruppetto di mischia della Supersport regala grandi emozioni, con gare sempre tirate e incerte fino alla fine, adesso non ci resta che aspettare Magny Cours per vedere come Cluzel (che non si è mostrato molto disponibile nei confronti dei tentativi di Cortese di scusarsi nel dopo gara) reagirà alla sconfitta odierna.

Alle spalle del "solito" gruppetto dei primi sei sono poi arrivati tutti gli altri tra i quali Ayrton Badovini, settimo a 23 secondi dal vincitore.

 

 

Prossimo articolo Supersport
Portimao, Superpole: Mahias batte tutti e si guadagna la partenza al palo

Articolo precedente

Portimao, Superpole: Mahias batte tutti e si guadagna la partenza al palo

Articolo successivo

Magny-Cours, Libere 1-2: Cluzel chiude in testa le prove del venerdì

Magny-Cours, Libere 1-2: Cluzel chiude in testa le prove del venerdì
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Supersport
Autore Lorenzo Moro
Tipo di articolo Gara