Lorenzo Zanetti sostituisce Roberto Rolfo al Team Factory Vamag

Il pilota torinese e la squadra di Learco Ghelfi hanno deciso di separarsi. Dopo la pausa estiva in sella alla MV Agusta F3 675 ci sarà il 29enne bresciano.

Lorenzo Zanetti sostituisce Roberto Rolfo al Team Factory Vamag
Roberto Rolfo, Team Factory Vamag MV Agusta
Roberto Rolfo, Team Factory Vamag MV Agusta
Roberto Rolfo
Podio: il vincitore Roberto Rolfo, Team Factory Vamag,secondo Lucas Mahias, GRT Yamaha, terzo Anthon
Roberto Rolfo, Team Factory Vamag MV Agusta
Roberto Rolfo, Team Factory Vamag MV Agusta

Nonostante la vittoria conquistata nel round d'apertura sul circuito di Phillip Island, le strade di Roberto Rolfo e il Team Factory Vamag si divideranno e al posto di Rolfo subentrerà Lorenzo Zanetti.

Il 29enne Zanetti ha disputato in questa stagione il CIV, campionato Superbike, sulla Ducati Panigale, e farà ritorno nel MOTUL FIM Superbike World Championship per la seconda parte del campionato.
Zanetti ha debuttato nel WorldSBK nel 2012, con la moto del Pata Racing, ed è poi passato a correre nel WorldSSP per quattro stagioni.

Avendo ottenuto spesso la top 5 nel campionato, Zanetti spera di tornare competitivo in questo 2017 con la MV Agusta F3 675. L'italiano svolgerà due test durante la pausa estiva e punta a correre una grande seconda parte della stagione, lavorando con questo team professionale.

Zanetti ha commentato: “Non è mai buono fare una sostituzione a metà stagione e auguro a Roby il meglio per il suo futuro. Tuttavia sono emozionato di tornare nel Campionato del Mondo sulla mia MV Agusta, e correre con un team professionale e appassionato come il Team Factory Vamag, che è fantastico. Dopo aver visto il loro duro lavoro nell'ultimo anno, penso che siano tra i migliori della categoria. Sono molto tranquillo ed emozionato, sono sicuro che il team mi darà la moto giusta per sentirmi bene e forte. Voglio anche ringraziare il Team Moto Corse, con cui terminerò la stagione del CIV e che mi ha permesso di accettare questa offerta".

Il team manager Learco Ghelfi ha spiegato così la decisione: “La principale ragione che ci ha portato a questa scelta sono stati i risultati non soddisfacenti e non siamo riusciti a ottenere quello che ci aspettavamo. Riconosciamo il promettente inizio di stagione, ma una gara vinta non corrisponde all'impegno preso".

Nel prossimo round, che si terrà sulla pista del Lausitzring in Germania, il team spera di fare progressi, dopo i test che saranno svolti nelle prossimo settimane, proprio per raccogliere risultati più concreti.

condividi
commenti
Sofuoglu non si batte, harakiri Mahias. E Caricasulo è sul podio

Articolo precedente

Sofuoglu non si batte, harakiri Mahias. E Caricasulo è sul podio

Articolo successivo

Lausitzring, Libere 1-2: Cluzel precede Morais di un soffio

Lausitzring, Libere 1-2: Cluzel precede Morais di un soffio
Carica i commenti