Miglior qualifica stagionale per Caldarelli al Fuji

condividi
commenti
Miglior qualifica stagionale per Caldarelli al Fuji
Redazione
Di: Redazione
19 nov 2012, 11:36

Il pilota italiano ha conquistato la prima fila, poi però in gara non è andato oltre il decimo posto

Si chiude con il miglior risultato in qualifica di tutto l’anno il 2012 agonistico di Andrea Caldarelli. Il ventiduenne pescarese, ha infatti conquistato un eccellente secondo tempo nella sessione di qualifica disputata dal Super GT al JAF, la Sprint Cup che come tradizione chiude l’annata motoristica in Giappone. Sempre con il Lexus Team KeePer Kraft, Andrea ha terminato le prove ufficiali con il tempo di 1’30”925, per un solo decimo battuto dal poleman Kazuki Nakajima, che insieme ad Andrea è stato protagonista con Toyota nel progetto WEC e Le Mans. Un risultato importante per Caldarelli, che ha dimostrato una costante crescita nella sua prima stagione a ruote coperte, dovendosi adattare ad uno stile completamente diverso da quello affrontato con le Formule. Gli equipaggi in questa occasione sono stati scissi, con i piloti che hanno affrontato una gara intera senza dover effettuare cambio pilota. Partito bene dalla prima fila, nei primi giri di gara Andrea è stato tamponato da un avversario, riportando la rottura del diffusore nella parte sinistra. Nonostante questo inconveniente Caldarelli si è rilanciato all’inseguimento della leadership, ma a metà gara un problema con gli pneumatici, ancora in fase di studio da parte dei tecnici Bridgestone e Lexus, ha costretto il pescarese a perdere posizioni sino alla decima piazza finale. Andrea Caldarelli: "Il risultato ottenuto in qualifica dimostra come sia io sia Kraft Racing siamo cresciuti in questa stagione, sino a diventare degli assoluti protagonisti. Già nella gara di Suzuka avevamo conquistato il podio grazie alla nostra costanza in gara, ed aver ottenuto la prima fila nella Sprint Cup è la conferma del buon lavoro fatto. Purtroppo, durante la corsa, prima un contatto poi un problema con gli pneumatici non mi hanno dato la possibilità di lottare per il podio, che era alla mia portata come dimostra il terzo giro più veloce in gara ottenuto. Sono però contento di aver dimostrato il mio potenziale e voglio ringraziare la mia squadra, i miei sponsor, il mio management e la mia famiglia per il supporto datomi in questa stagione 2012".
Prossimo articolo Super GT
Caldarelli continua nel Super Gt con il team KeePer

Previous article

Caldarelli continua nel Super Gt con il team KeePer

Next article

Un problema tecnico ferma Andrea Caldarelli a Motegi

Un problema tecnico ferma Andrea Caldarelli a Motegi

Su questo articolo

Serie Super GT
Piloti Andrea Caldarelli
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie