Caldarelli insegue la leadership ad Autopolis

Caldarelli insegue la leadership ad Autopolis

Con il quarto posto ha ottenuto punti preziosi che lo hanno portato ad 8 punti dalla vetta

Andrea Caldarelli conquista altri importanti punti per il campionato Super GT Giapponese nel terzo round della stagione 2014 andato in scena ad Autopolis. Dopo una buona qualifica, che ha consegnato al pescarese alfiere del Lexus KeePer Tom’s il quinto tempo al termine del Q2 nella prove cronometrate, la corsa ha visto Andrea guidare nella prima parte di gara. Durante la decima tornata Andrea ha superato per il quarto posto la Nissan del team Impul, andando poi a ricucire il gap con la vettura Numero 1 di Hirate e Tachikawa. Nonostante quest’ultima fosse più lenta nel guidato, Andrea accusava una minor velocità di punta a causa dello strozzamento dell’aspirazione e della zavorra derivante da regolamento per gli eccezionali risultati ottenuti ad inizio stagione. In questa difficile fase, in cui anche i doppiaggi non hanno aiutato, il ventiquattrenne ha perso nuovamente la posizione sulla vettura leader di campionato, arrivando ad accusare sino a dieci secondi di ritardo. Nel finale del suo stint però Caldarelli ha approfittato del miglior degrado delle sue gomme per riportarsi in scia a De Oliveira, decidendo col muretto di anticipare la sosta. Tuttavia un problema al pit-stop ha rallentato le operazioni, con il compagno Daisuke Ito che è rientrato in pista con una decina di secondi di ritardo. Grazie ad una safety-car intervenuta nel finale però, il giapponese ha potuto riavvicinarsi alla Nissan, battagliando duramente nel finale, salvo doversi accontentare della quarta posizione. Andrea Caldarelli: "Le Nissan in questa occasione erano le vetture più competitive, come dimostra il monopolio del podio, ma senza alcune piccole imperfezioni la nostra Lexus RC-F si sarebbe potuta inserire tra loro. L’obiettivo era quello di stare davanti ai nostri avversari in campionato, e per una breve parte di gara ce l’avevo fatta, ma poi ci siamo dovuti arrendere. La situazione comunque non è compromessa, siamo la prima Lexus classificata sia in gara che in campionato, a dimostrazione di quanto stiamo lavorando bene nonostante i ritardi iniziali del nostro programma. Adesso i punti da recuperare sono otto e ci proveremo già dal prossimo round di Sugo".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Super GT
Piloti Andrea Caldarelli
Articolo di tipo Ultime notizie