Andrea Caldarelli resta in lotta per il titolo

Andrea Caldarelli resta in lotta per il titolo

Il pilota italiano arriva all'ultimo appuntamento della stagione con pochi punti di distacco dalla vetta

Il penultimo appuntamento del Super GT andato in scena, per la prima volta, in Thailandia, ha mostrato come la coppia formata da Andrea Caldarelli e Daisuke Ito possa contendere il titolo sino all’ultima gara di campionato. Il ventiquattrenne pescarese del KeePer Tom’s ha concluso la corsa al quarto posto, uscendo dal tracciato di Buriram secondo in classifica, a pochi punti dalla vettura gemella di James Rossiter.

Come preventivabile, in una pista dai lunghi rettifili e con temperature elevate, con l’asfalto addirittura sopra i 52 gradi, la Lexus numero 37 ha dovuto fare i conti con le penalità tecniche derivanti dal vantaggio acquisito in campionato sin dalla vittoria del primo round, dovendo faticare in qualifica e nei lunghi rettifili, dove il restrittore ha tagliato notevolmente la potenza della Lexus RC-F.

Andrea Caldarelli: "Sono contento del fatto che arriveremo a giocarci il titolo nell’ultima gara di campionato. Nonostante il nostro mezzo fosse handicappato per regolamento, siamo riusciti a limitare i danni. In qualifica non siamo andati oltre il tredicesimo posto, ma sapevamo che in gara i nostri penumatici Bridgestone ci avrebbero permesso di avere un notevole vantaggio sugli altri, e così è stato. Dopo la sosta siamo tornati leader della corsa, concludendo quarti e incamerando punti per la classifica. Vorrei inoltre esprimere la mia vicinanza a Jules Bianchi e a tutta la sua famiglia. Siamo stati rivali in pista in Formula 3 e in GP2, ma mi auguro che possa presto riprendersi da questo terribile incidente".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Super GT
Piloti Andrea Caldarelli
Articolo di tipo Ultime notizie