Martin Bürki: “Piano piano intravvedo il traguardo...”

L’ottavo successo stagionale al Palexpo di Ginevra lancia il bernese verso il quinto titolo consecutivo Slalom nella categoria Turismo. “Bandiera a scacchi più vicina, non mollo la presa”.

Martin Bürki: “Piano piano intravvedo il traguardo...”
Patrick Flammer, Suzuki Swift Evo 2000, Flammer Speed Team
Martin Bürki, VW Polo MB, MB Motorsport
Patrick Flammer und Daniel Wittwer
Daniel Wittwer, VW Golf, Autersa Racing
Albin Mächler, BMW M2, ACS
Patrick Flammer, Suzuki Swift Evo 2000, Flammer Speed Team
Albin Mächler, BMW M2, ACS
Albin Mächler, BMW M2, ACS
Daniel Wittwer, VW Golf, Autersa Racing
Patrick Flammer, Suzuki Swift Evo, Flammer Speed Team
Daniel Wittwer, VW Golf, Autersa Racing
Martin Bürki, VW Polo MB, MB Motorsport
Martin Bürki, VW Polo MB, MB Motorsport

La medaglia d’argento assoluta dietro a Marcel Maurer, la solita d’oro tra i piloti alla guida di vetture Turismo. Nessuno sa fermare l’incontenibile Martin Bürki, oramai prossimo a festeggiare il quinto titolo (sarebbe anche il quarto consecutivo) di campione svizzero di Slalom.

“Non mi aspettavo la pioggia, quindi direi che la prima corsa è andata meravigliosamente bene”, ha esclamatop Bürki. E ne ha ben donde, visto e considerato il riferimento cronometrico di 2’03’’918 messo a referto grazie al quale si è piazzato davanti a tutti. Poi, la pioggia si è abbattuta su Ginevra. 

Dopo l’ottava affermazione nella categoria d'appartenenza, il 49enne capitolino si conferma in cima alla classifica a punteggio pieno. L’unico pilota a possedere ancora le carte in regola per insidiare il campione in carica è Daniel Wittwer, a patto che Martin Bürki abbandoni nelle ultime due tappe del campionato a Drognens e Ambrì. 

In caso accumulasse altre due affermazioni, Martin Bürki potrebbe raggiungere quota 162 punti e laurearsi conseguentemente campione in caso di ottava posizione a Drognens (la tappa si disputerà a Romont) il primo ottobre o una settimana più tardi con l’ultima manche di Ambrì, nel Canton Ticino.

“Amo il percorso di Romont. Vedo la bandiera a scacchi, ma non per questo mollo la presa”, ha confidato Martin, in prossimità di sorpassare la leggenda Fritz Erb (dieci volte campione nazionale) con cinque trofei consecutivi nel Campionato Svizzero di Slalom.

 

Albin Mächler (sesto assoluto) ha trionfato nel Girone E1 3000 con la propria BMW M2.

Oltre alle vetture 2000 di cilindrata, soltanto altre vetture non sono riuscite a prendere parte alla corsa ginevrina. Nella categoria InterSwiss 2000, Thomas Rüesch (Renault Clio) si è rivelato il più rapido seguito a ruota da Thierry Eggertswyler (Peugeot 405).

Siccome lo Slalom al Palexpo non risultava conteggiato ai fini della classifica IS, tanti piloti hanno disertato l’appuntamento.

Nella Classe E1 1600 si è potuto assistere al duello tra Mike Bürki e Stephan Burri, entrambi su Volkswagen Polo, con il figlio del leader del campionato che ha avuto la meglio aggiudicandosi il gradino più basso del podio nella propria categoria. 

Burri non si è assunto rischi eccessivi prendendo per buoni i 10 punti, utili a mantenere il comando della classifica piloti IS 1600.

Gli ultimi due appuntamenti saranno di vitale importanza per Stephan, che vanta inoltre l’occasione di giungere sul podio nella classifica generale, trovandosi soltanto a venti lunghezze di distanza da Daniel Wittwer (Volkswagen Golf), terzo assoluto alle spalle di Maurer e Bürki.

Quest’ultimo ha chiuso davanti a tutti nella Classe E1 2000 con un vantaggio di soli sei centesimi di secondo su Patrick Flammer, ottenendo il miglior risultato di sempre alla guida della propria Suzuki Swift Evo 2000.

Slalom Ginevra - Classifica generale

Slalom Genf - Classifica per categoria 

Swiss Slalom Championship - standings after 8 rounds

condividi
commenti
Slalom Ginevra: fortuna e sorrisi per Marcel Maurer

Articolo precedente

Slalom Ginevra: fortuna e sorrisi per Marcel Maurer

Articolo successivo

Martin Bürki è campione svizzero di Slalom: “stagione perfetta”!

Martin Bürki è campione svizzero di Slalom: “stagione perfetta”!
Carica i commenti