Sono soprattutto le mani a preoccupare Van der Drift

Il neozelandese non se la senta di dare colpe a Jousse per quanto accaduto

Dopo l'intervento alla caviglia di lunedì, Chris Van Der Drift è stato trasferito a Northampton, presso un centro specializzato nel recupero dagli infortuni alle mani. E' proprio la frattura alle dita, infatti, a preoccupare principalmente il pilota neozelandese. Oggi Chris ha anche rilasciato le sue prime dichiarazioni dopo il terribile botto di Brands Hatch, dove con la sua monoposto di Superleague Formula si è andato a schiantare contro un pilone di un ponte dopo essere decollato sulle ruote di Julien Jousse che lo precedeva. "Il mio recupero dipenderà dalla mano" ha detto Van der Drift. "Farò tutto il possibile per tornare a correre il prima possibile. Non so però quanto dovrò stare fermo, non mi resta che aspettare le prossime settimane per capire come procede il decorso". Sulle sue condizioni ha aggiunto: "Mi sento un pò ammaccato, ma tutto sommato non sto così male. Mi stanno dando parecchi antidolorifici e quelli sono senza dubbio d'aiuto. La caviglia è già stata operata, ora bisogna pensare alle dita". Il portacolori dell'Olympiacos ha anche parlato dell'incidente, spiegando che non se la sente di dare la colpa a Jousse per quanto accaduto: "La prima volta che si è mosso è venuto molto vicino, ma la seconda non mi ha lasciato spazio. Comunque è un normale incidente di gara, può capitare. L'importante è che io stia bene".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati SF
Piloti Chris van der Drift
Articolo di tipo Ultime notizie