GT World Challenge Europe Endurance
17 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
48 giorni
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
70 giorni
WSBK
28 feb
-
01 mar
Evento concluso
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
13 giorni
WRC
12 feb
-
16 feb
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Shakedown in
13 giorni
WEC
22 feb
-
23 feb
Evento concluso
18 mar
-
20 mar
Prossimo evento tra
18 giorni
MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
IndyCar
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
13 giorni
G
Birmingham
03 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
34 giorni
Formula E
14 feb
-
15 feb
Evento concluso
27 feb
-
29 feb
Evento concluso
Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
PL1 in
21 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
62 giorni
26 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
118 giorni

Coppa della Montagna: brividi e speranze per Piccinato

condividi
commenti
Coppa della Montagna: brividi e speranze per Piccinato
Di:
Tradotto da: Riccardo Didier Vassalli
19 lug 2017, 09:40

Nel girone riservato ai bolidi da 2000 cc di cilindrata, Clio Cup e vetture storiche, la corsa al titolo non sarà decisa unicamente dalle abilità del pilota. Per Giuliano il problema è… il numero di avversari inscritti.

Patrick Stöckli, Honda Integra, Ecurie Basilisk
Roland Graf, Renault Clio RS, RCU
Giuliano Piccinato, Honda Integra, Ecurie Basilisk
Beat Oertig, Peugeot 106 Maxi, RCU
Daniel Baumgartner, Mazda MX-5 Coupé, RCU
Giuliano Piccinato, Honda Integra, Ecurie Basilisk
Kevin Mostberger, Honda Integra, Ecurie Basilisk
Kevin Mostberger, Patrick Stöckli, Giuliano Piccinato, Ecurie Basilisk
Thomas Frei, Opel Kadett C, ACFL
Christoph Rohr, Audi 50, MB Motorsport
Hansueli Mathys, Fiat Uno, Equipe Bernoise
Marc Buchser, VW Polo, Equipe Bernoise
Martin Bächler, VW Lupo, RCU
Nicolas Bührer, BMW M1, Swiss Historic Racing Team

Come ipotizzato da Motorsport.com prima dell’esordio stagionale di Hemberg, chiunque voglia dire la sua nella Coppa Svizzera della Montagna 2017 dovrà fare prima i conti con Giuliano Piccinato.

Al termine della seconda manche stagionale di Reitnau, il garagista di Bättwil si trova in vetta alla classifica in compagnia di Werner Rohr, i soli a punteggio pieno grazie alle due affermazioni consecutive nelle rispettive categorie. 

 

 

C’è però un grande punto interrogativo nei pensieri di Giuliano. Se uno dei concorrenti iscritti alla prossima corsa in salita del 22 e 23 luglio, la celebre Ayent-Anzère, non si dovesse presentare, “Picci” non riceverebbe il punteggio pieno nella classe SuperSérie 2000 (per l’assegnazione del punteggio pieno sono richieste almeno cinque vetture al via).

Sono numerosi i piloti che sulla propria Honda Integra sfoggiano il logo Piccinato Corse, ma soltanto l’inconfondibile vettura gialla è pilotata da Giuliano.

“Non posso forzare o obbligare nessuno a partecipare alle gare. Purtroppo dipende dai miei colleghi e compagni”, ammette Piccinato. 

 

 

Patrick Stöckli e Kevin Mostberger, componenti dell’Ecurie Basilisk alla guida di un’ Honda Integra, reciteranno dunque un ruolo importante nell’economia del campionato. Se il primo ha già confessato di non voler prendere parte a nessuna delle corse in programma in questa stagione, il secondo sta cercando di alleggerire il peso della vettura per competere nel Gruppo A.

Werner Rohr si è già dimostrato un potenziale aspirante al titolo con la Toyota Corolla AE86, ma ad affliggere i pensieri suoi e di Giuliano Piccinato pensa Stephan Burri, pronto a infilarsi nella lotta per il titolo con la VW Polo. 

 

 

Nelle categorie IS 2000 ed E1 2000, la concorrenza è spietata e sono numerosi i piloti che possono ambire alla corona finale. Un esempio di tale competitività è fornito dalla vittoria di Thomas Frei (Opel Kadett 8V) a Reitnau, capace di avere la meglio su Jürg Ochsner (Opel Kadett 16V) per 28’ centesimi di secondo.

Daniel Baumgartner ha trovato un equilibrio perfetto tra la gestione degli pneumatici e lo stile di guida nella cronoscalata del Canton Argovia, Daniel ha centrato il primo successo in E1 2000 con la Mazda MX-5 Coupé davanti a Roland Graf (Renault Clio RS) e Patrick Flammer (Suzuki Swift Evo).

In E1 1400, lo svantaggio di peso della Volkswagen di Martin Bächler è stato compensato dall’aggressivo stile di guida sulla pioggia del driver zurighese, più veloce di Marc Buchser (VW Polo) e Christoph Rohr (Audi 50). 

 

 

Beat Oertig si è imposto due volte con la Peugeot 106 Maxi nella Classe E1 1600 anche grazie alla scarsa partecipazioni di avversari nella categoria.

In IS 1400 è già lotta a due tra Hansueli Mathys (Fiat Uno) e Stefan Schöpfer (Audi 50), con il primo trionfante nel primo round stagionale nel Canton San Gallo.

 

Per quanto concerne il trofeo Renault Classic Cup non sussistono preoccupazioni circa il numero dei partecipanti.

Dopo il successo di Denis Wolf con la Clio III a Hemberg, è stato Philipp Krebs il più veloce sui pendii di Reitnau con la Clio II, più leggera di 150 kg e meno potente rispetto alla versione che utilizza il rivale.

Come Giuliano Piccinato nella SuperSérie, anche le speranze di vittoria in VHC di Nicolas Bührer passano dal numero di partecipanti nella categoria. Il titolo 2017 non passa quindi soltanto attraverso la capacità del pilota e il potenziale della vettura (BMW M1 di Gruppo 4).

Swill Hillclimb Cup - standings after 2 rounds

Articolo successivo
Fotogallery: la Cronoscalata di Reitnau vinta da Eric Berguerand

Articolo precedente

Fotogallery: la Cronoscalata di Reitnau vinta da Eric Berguerand

Articolo successivo

Marcel Steiner: “È ora che cominci a guidare con la testa”

Marcel Steiner: “È ora che cominci a guidare con la testa”
Carica i commenti