TT 2018: attacco a tre punte per il Team Mugen

Al TT Zero, la gara del Tourist Trophy dedicata alle moto elettriche, il Team Mugen si presenterà con tre moto per tre assi delle road races: Bruce Anstey, John McGuinness e Lee Johnston.

TT 2018: attacco a tre punte per il Team Mugen

Dal 2010, da quando le moto elettriche corrono sugli oltre 60km del circuito stradale dello Snaeffell Mountain Course, il Team Mugen ha vinto quattro delle otto edizioni del TT Zero, dominando in maniera incontrastata dal 2014.

E nell'edizione 2018 la squadra giapponese non ha la minima intenzione di cedere lo scettro: sulla linea di partenza di Grandstand ci saranno 3 Shinden NANA, preparate per Bruce Anstey, John McGuinness e Lee Johnston.

Il rider neozelandese sale sulla Mugnen per andare a caccia del terzo successo consecutivo nella categoria dopo le vittorie conquistate nel 2016 e 2017, ma per riuscirci dovrà guardarsi certamente le spalle dai compagni di squadra. "McPint", dopo l'infortunio che lo ha bloccato nella passata stagione, appare pienamente recuperato e spinto dalla voglia di rimettersi in discussione. Il 23 volte vincitore del TT conosce benissimo come destreggiarsi sull'elettrica giapponese avendo vinto per Mugen in due occasioni (2014 e 2015), oltre a detenere il record assoluto della classe (Mountain fatto alla media di 119.279mph nel 2015). Ma non va sottovalutato Lee Johnston: il nordiralndese completa il terzetto e si presenta con la volgia di migliorare il terzo posto del 2015.

La Shinden NANA è stata presentata alla 45esima edizione del Tokyo Motorcycle Show. I tecnici sono intervenuti molto sull'aerodinamica, ridisegnando cuplolino e carena per ottimizzare l'efficienza del sistema di raffreddamento delle componenti e migliorare le prestazioni alle alte velocità. Anche il pacco batteria ha ottenuto sviluppi per massimizzare potenziale e capacità.

L'ingente dispiego di forze messo in strada da Mugen ha due scopi dichiarati. Puntare al quinto successo consecutivo al TT Zero e fissare il nuovo record della categoria che, come detto, regge dal 2015. Il sogno è sfondare il muro dei 119mph di media e portare il nuovo limite a 120mph.

 

Shinden NANA, Team Mugen
Shinden NANA, Team Mugen

Photo by: Isle of Man TT

condividi
commenti
TT 2018: Tyco BMW ingaggia Michael Dunlop

Articolo precedente

TT 2018: Tyco BMW ingaggia Michael Dunlop

Articolo successivo

Bruce Anstey in ospedale, il tumore è tornato

Bruce Anstey in ospedale, il tumore è tornato
Carica i commenti