TT 2017, Bruce Anstey è ancora il re del TT Zero

Per il neozelandese è back-to-back al Mountain nella categoria riservata alle moto elettriche. Alle sue spalle si piazzano Guy Martin e Daley Mathison.

TT 2017, Bruce Anstey è ancora il re del TT Zero

Bruce Anstey vince il TT Zero, bissando il successo ottenuto in categoria nel 2016, con le 37.7 miglia dello Snaeffell Mountain Course percorse nell'unico giro previsto per la gara alla media di 117.710mph in 19:13.924. Per lui è il dodicesimo successo in carriera al Tourist Trophy.

Otto le moto "full electric" iscritte al via. Anstey, che ha sostituito l'infortunato McGuinness sulla Mugen Shinden 2017, ha rispettato il ruolo di favoritissimo, nonostante i pochissimi km potuti fare sulla nuova moto. Ha fatto valere la sua maggiore esperienza sulle due ruote elettriche rispetto al compagno di squadra Guy Martin, partitendo subito forte e imponendo un ritmo insostenibile per tutti gli altri. Il neozelandese guadagnava secondi su secondi in ogni settore, la sua vittoria non è stata mai in discussione.

Guy Martin, ancora scosso per la caduta di domenica in SBK che ha consigliato ai vertici Honda Racing di ritirarsi, ha concluso al secondo posto a 40 secondi di distacco (19:55.331 a 113.632mph di media), centrando un podio sicuramente importate per il morale al suo ritorno al TT dopo l'anno sabbatico.

Chiude il podio un sorprendente Daley Mathison che, sulla UoN 02 preparata dalla Università di Notthingam, è rimasto sempre in scia della coppia favorita togliendosi il lusso di conquistare il terzo posto davanti a Dean Harrison (Sareola SP7) in virtù dei 20:43.7 alla media di 109mph impiegati per coprire il Mountain.

condividi
commenti
TT 2017, Alan Bonner è la terza vittima di una giornata irreale

Articolo precedente

TT 2017, Alan Bonner è la terza vittima di una giornata irreale

Articolo successivo

TT 2017, Honda Racing e Guy Martin si ritirano

TT 2017, Honda Racing e Guy Martin si ritirano
Carica i commenti