GP di Macao, SBK: Hickman firma la tripletta al Guia

condividi
commenti
GP di Macao, SBK: Hickman firma la tripletta al Guia
Michele Salvatore
Di: Michele Salvatore
17 nov 2018, 10:01

Hicky conquista la sua terza Macao dopo aver avuto ragione di Rutter. La gara, però, a 4 giri dalla fine, è stata interrotta dalle bandiere rosse per un incidente alla Fisherman

Peter Hickman, Aspire-Ho by Bathams Racing, BMW
Michael Rutter, Aspire-Ho by Bathams Racing, Honda
Michael Rutter, Aspire-Ho by Bathams Racing, Honda
Michael Rutter, Aspire-Ho by Bathams Racing, Honda
Michael Rutter, Aspire-Ho by Bathams Racing, Honda
Michael Rutter, Aspire-Ho by Bathams Racing, Honda
Peter Hickman, Aspire-Ho by Bathams Racing, BMW
Peter Hickman, Aspire-Ho by Bathams Racing, BMW

Il road racer più veloce del mondo conquista per la terza volta in carriera il Gran Premio Motociclistico di Macao. Il rider di Burton-upon-Trent si è messo alle spalle Rutter, negando così al Re del Guia il nono successo nell'ex protettorato portoghese. Passaggio di consegne tra i due assi delle corse su strada?

Martin Jessopp completa il podio, prendendosi la terza piazza dopo aver avuto ragione di un grandissimo Danny Webb, quarto alla sua terza Macao e Gary Johnson quinto.

La gara, però, è stata neutralizzata a quattro giri dalla fine, a causa di un brutto incidente alla Fisherman tra la Bimota di Ben Wylie e la BMW di Phil Crowe, per fortuna senza gravi conseguenze per nessuno dei due. Crowe ha addirittura rifiutato di essere portato in ospedale, al contrario di Wylie, portato via dal circuito in ambulanza per ulteriori accertamenti. 

Il film della gara è iniziato con un po' di apprensione già nel giro di formazione: mani alzate per segnalare l'olio in pista lasciato dalle WTCR e una leggera pioggerellina a rendere ancora più viscido l'asfalto.

Alla partenza, Rutter ha difeso la posizione su Hickman, mentre Jessopp si è fatto bruciare da Webb e Johnson scivolando in quinta posizione. .   

Leggi anche:

I due battistrada hanno dato vita a una replica della gara del 2016: Rutter a dettare il passo, Hickman ad attendere il momento giusto per la zampata. E al quarto giro, il "remake" si è completato. Hickman ha rotto gli indugi e dopo aver studiato l'avversario ha sferrato l'attacco decisivo tirando la staccata a The Blade alla Mandarin.

I due hanno corso sempre a un ritmo da qualifica, sul 2.25", insostenibile per tutti gli altri. Il record man del TT ha sempre avuto qualche decimo in più nel polso rispetto al 46enne 8 volte vincitore del Guia, andando anche a 1.2" di vantaggio. Quando Rutter ha provato a ricucire il gap, portandosi a 0.7", la gara come detto è stata neutralizzata.

Mentre la coppia del team Team Aspire Ho by Bathams ha preso via via il largo, lo spettacolo è stato tutto garantito dal terzetto alle loro spalle. Danny Webb, alla sua terza Macao, si è difeso da vero campione, ma nulla ha potuto quando il più esperto Jessopp ha cambiato passo per risalire su come una furia. La Ducati #40 si è sbarazzata prima della Kawasaki di Johnson e poi della BMW di Webb, ma comunque troppo tardi per provare a riprendere i due in testa.

Scorrendo la top ten, Saiger, Johnson e Sheils hanno chiuso rispettivamente al sesto, settimo, e ottavo posto, ma una parola in più va spesa per i due che hanno chiuso la top ten. Il giovane prodigio delle corse su strada, Davey Todd, il secondo newcomer più veloce della storia del TT, ha chiuso al nono posto la sua prima Macao grazie a una condotta di gara intelligente senza prendersi troppi rischi inutili. Decimo, alle sue spalle, la leggenda McGuiness. L'età, gli infortuni, le difficoltà di adattarsi a una moto che non aveva mai guidato (la Ducati lasciata da Irwin) possono contare per alcuni piloti... non per il Missile di Morecambe. 

 
Articolo successivo
GP di Macao, Qualifica 2 SBK: Peter Hickman si aggiudica la pole

Articolo precedente

GP di Macao, Qualifica 2 SBK: Peter Hickman si aggiudica la pole

Articolo successivo

Religion Of Sports: la terza stagione si apre con la morte di Dan Kneen

Religion Of Sports: la terza stagione si apre con la morte di Dan Kneen
Carica i commenti