Venerdì scatta il Monza Rally Show 2018: Suninen tra Valentino e il settimo sigillo

condividi
commenti
Venerdì scatta il Monza Rally Show 2018: Suninen tra Valentino e il settimo sigillo
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
05 dic 2018, 17:38

Valentino correrà con una WRC Plus così come "Uccio", Brivio e il suo rivale principale: Suninen. Bonanomi e Cairoli tra i grandi favoriti nelle WRC, mentre il parco partenti più interessante è quello R5.

Finalmente ci siamo. Tra poco meno di 2 giorni scatterà l'edizione 2018 del Monza Rally Show, kermesse che si svolge come ogni anno sulla pista brianzola che di fatto chiude l'anno di gare portando in pista alcuni tra i grandi protagonisti del mondo dei motori a 2 e 4 ruote.

4 WRC Plus, Valentino contro Suninen

La grande novità di quest'anno sarà la presenza di 4 vetture WRC Plus, ovvero la massima espressione dal punto di vista prestazionale delle vetture rally. Queste saranno tutte portate dal team M-Sport - campione del mondo WRC 2017 - e affidate al campione uscente della gara Valentino Rossi, a Roberto Brivio e a Alessio "Uccio" Salucci. I tre condivideranno lo stesso box, mentre la quarta WRC Plus sarà affidata a Teemu Suninen, ovvero l'unico pilota a essere attualmente sotto contratto con la squadra britannica in vista del WRC 2019.

Le previsioni dovrebbero essere tutte a favore di questi 4 piloti, che si spartiranno probabilmente la Top 4 e si daranno battaglia per la lotta finale. I grandi favoriti sono dunque Valentino Rossi e Teemu Suninen, che però dovrà cercare di resistere nelle prove Grand Prix, stage "pistaiole" che di solito permettono a Rossi di fare la differenza nei confronti dei rallisti puri.

Da segnalare inoltre il debutto di Suninen con accanto il nuovo navigatore, Marko Salminen. Il copilota finlandese ha preso il posto di Mikko Markkula, che ha navigato Teemu nella sua prima annata da pilota ufficiale M-Sport.

Tra le WRC spiccano Bonanomi e Cairoli

Interessante anche lo schieramento delle vetture WRC, che ambiranno ai primi posti dietro le vetture Plus, più performanti grazie a motori che erogano 80 cavalli in più. Marco Bonanomi parte con i favori del pronostico dopo le grandi prestazioni mostrate nelle ultime edizioni della gara-spettacolo monzese.

L'ex pilota dell'Audi correrà quest'anno al volante di una Ford Fiesta WRC dopo anni al volante di una Citroen DS3. Presente anche il solito Piero Longhi - quest'anno con una Hyundai i20 WRC New Generation - e uno dei grandi protagonisti del CIR degli anni passati, Alessandro Perico. Attenzione anche a Stefano D'Aste, Lorenzo Della Casa e Tony Cairoli, che potranno dire la loro nella lotta per la vittoria di categoria.

Strepitoso parco partenti R5

I favoriti d'obbligo sono gli 11 volte campioni italiani Paolo Andreucci e Anna Andreussi, che correranno con la solita Peugeot 208 T16 R5, ma dovranno vedersela con avversari di livello assoluto, che renderanno certamente questa categoria la più appassionante dal punto di vista sportivo.

Impossibile infatti non citare Luca Rossetti, in gara con una Hyundai i20 R5 New Generation, ma anche Simone Tempestini (sempre su Hyundai) e il campione italiano rally 2017 Giandomenico Basso, che correrà al volante di una Skoda Fabia R5. Darà sicuramente del filo da torcere a tutti anche Andrea Crugnola e la sua Ford Fiesta R5 EVO2.

Presenti altri grandi protagonisti del CIR come Kevin Gilardoni, Giacomo Scattolon, Alessandro Re, Andrea Dalmazzini e Rachele Somaschini. Interessante inoltre la presenza dell'ex campione di GP2 Davide Valsecchi, sempre al volante di una Ford Fiesta R5, così come di Guido Meda.

Articolo successivo
Presentato il calendario 2019 dell'IRC International Rally Cup Pirelli

Articolo precedente

Presentato il calendario 2019 dell'IRC International Rally Cup Pirelli

Articolo successivo

Monza Rally Show 2018: ecco la livrea della Ford Fiesta WRC Plus di Valentino Rossi!

Monza Rally Show 2018: ecco la livrea della Ford Fiesta WRC Plus di Valentino Rossi!
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Rally
Autore Giacomo Rauli