Valentino: "A Monza ho una WRC Plus perché avevo bisogno di stimoli! Spero ce ne siano di più nel 2019"

condividi
commenti
Valentino:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
08 dic 2018, 20:40

Rossi entra nei particolari della scelta che lo ha portato a correre con una WRC Plus in questa edizione del Monza Rally Show. La gara non è di fatto mai iniziata, perché la sta dominando sin dalla prima speciale.

Valentino Rossi ha ormai in tasca la vittoria assoluta del Monza Rally Show 2018. Anche oggi è riuscito a vincere tutte le speciali disputate, allungando la striscia aperta a 6 scratch consecutivi. Il settimo sigillo è quasi nelle sue mani ma a renderlo più felice è la possibilità di correre al volante di una Ford Fiesta WRC Plus, quella che ha corso nel Mondiale Rally 2018. Ricordiamo infatti che il telaio che usa il "Dottore" è lo stesso con cui Sébastien Ogier ha corso al Rally di Germania.

Il 6 volte vincitore del Monza Rally Show si è presentato ai microfoni della stampa al termine dell'ultima speciale della giornata e ha parlato a ruota libera della gara, ma soprattutto della scelta che lo ha portato a correre con una Ford Fiesta WRC Plus, una delle 4 che possono disporre non solo di un'aerodinamica molto più efficace, ma anche di un motore che ha 80 cavalli in più rispetto alle WRC usate sino al termine del Mondiale 2016 che sono in gara in questo fine settimana.

Valentino, com'è andata la seconda giornata di gara?
"Sono molto contento, perché la macchina è fantastica e mi sto divertendo molto. Mi sono subito trovato bene e siamo veloci. E' stata una bella giornata. Ho spinto subito al massimo perché vorrei portare al limite la vettura. Dà proprio un gran gusto questa macchina".

Leggi anche:

Abbiamo visto che hai avuto un piccolo problema nel corso della speciale Grand Prix...
"Nella Speciale Grand Prix 1 ho avuto un problema perché Spinelli mi ha tamponato alla prima variante ma mi è andata bene perché si è piegata la marmitta ma non ho perso prestazione. Sono comunque riuscito a fare un ottimo tempo".

Ormai hai la vittoria in tasca, cosa ti preoccupa?
"Il problema di domani è che iniziamo subito con la prova Grand Prix che è quella più impegnativa. Non è prestissimo ma dovrò cercare di essere sveglio. Poi ci sarà il Masters Show. Sarà una bella giornata. Poi c'è la lotta tra Uccio e Brivio".       

Nelle ultime ore Cairoli ha affermato di essere dispiaciuto di vedere poca sfida in questa edizione del Monza Rally Show...
"Sicuramente con le WRC normali ci sarebbe stata più lotta. Avrei lottato con lui, con i più forti. Bonanomi, D'Aste, Perico, ecc... Però era da tanto che correvo con le WRC 1.6, ho vinto tante volte e sinceramente avevo bisogno di una motivazione in più ed è per questo che corriamo con le WRC Plus. Spero che l'anno prossimo anche gli avversari possano prenderle, così ci divertiamo! Speriamo davvero ce ne siano più di 4".

"Ho visto Tony e ci siamo scambiati il casco oggi. E' stato bello perché poi abbiamo parlato del mondiale Cross, del suo avversario e del fatto che anche lui inizia a essere grande e ad avere avversari più giovani. E' sempre bello parlare con lui. Secondo me ora Herlings in MXGP è come Marquez in MotoGP. Ho paura che siano molto uguali tra loro. Tra me e Tony non ci sono problemi. Gli ho anche scritto sul casco che gli ho dato che ora ha anche lui la 'bega' del decimo titolo. Un bel problema. Però almeno se questo è il problema, vuol dire che ne hai vinti almeno 9!".

Hai parlato di motivazioni riguardo l'impiego delle WRC Plus a Monza. Ci sono altri motivi che ti hanno spinto a usarla?
"Per prima cosa voglio dire che ho preso queste macchine perché sono un grande appassionato di rally e queste vetture Plus sono come le 'Gruppo B' degli anni 80. Non so cosa succederà in futuro al Rally di Monza, non so se ci sarà un'altra opportunità di provare le Plus. Quest'anno c'era l'occasione e lo abbiamo fatto. Inoltre il team con cui corro, la M-Sport, non ha più le vetture con cui corre Cairoli perché è un team ufficiale del WRC e corre con le Plus. Mi trovo bene con questo team e poi ho sempre detto che quando smetterò con le moto mi piacerebbe correre con le macchine. E quindi sarebbe bello fare qualche rally. Così faccio un po' d'esperienza".

Quest'anno con questa scelta di usare le Plus non c'è gara...
"Però devo dire che sto lottando con Suninen, che è un pilota che fa il Mondiale. Ha la vettura come la mia, quindi sto andando molto forte. Mi sono trovato molto bene. L'unica differenza è che lui ha le Michelin e io le Pirelli. Monza è un rally molto particolare. Vale di più la mia esperienza in questa gara che la sua sulla Fiesta Plus. Lui questa gara non l'ha mai fatta. Però le vetture sono molto simili. Per lui è una gara difficile, perché questa è una gara particolare, non un rally vero e proprio".

Per concludere, ti piacerebbe sfidare anche altri piloti del Motomondiale al Monza Rally Show in futuro?
"Mi piacerebbe tornare a sfidare Dovizioso qui a Monza perché va forte e anche Pasini perché l'anno scorso ha fatto dei bei tempi. In passato abbiamo avuto Lorenzo, De Angelis. I motociclisti sono attratti da questa gara". 

 
Articolo successivo
Fotogallery: la seconda tappa del Monza Rally Show 2018

Articolo precedente

Fotogallery: la seconda tappa del Monza Rally Show 2018

Articolo successivo

Monza Rally Show 2018, PS7: Valentino firma anche "Grand Prix 2", Perico scavalca Bonanomi

Monza Rally Show 2018, PS7: Valentino firma anche "Grand Prix 2", Perico scavalca Bonanomi
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Rally
Evento Monza Rally Show
Sotto-evento Saturday
Piloti Valentino Rossi Acquista adesso
Team M-Sport
Autore Giacomo Rauli