Tutto pronto per il gran finale di ACI Rally Italia Talent 2021

Dal 7 al 9 dicembre a Busca il finale dell’ottava edizione della manifestazione con le Suzuki Swift Sport Hybrid. Si sfideranno 65 navigatori e 180 piloti - 20 dei quali disabili - scelti dagli esaminatori dell’Organizzazione tra ben 7.682 candidati. I più talentuosi di ogni categoria potranno correre gratuitamente una gara ACI Sport.

Tutto pronto per il gran finale di ACI Rally Italia Talent 2021

La stagione 2021 di ACI Rally Italia Talent sta per vivere il suo atto conclusivo. Da martedì 7 a giovedì 9 dicembre il Kart Planet del Circuito Internazionale di Busca, in provincia di Cuneo, ospiterà infatti le semifinali e le finali dell’ottava edizione della manifestazione dedicata ai motori. Dopo nove selettive regionali, gli esaminatori dell’Organizzazione hanno convocato sulla pista piemontese i 245 più validi aspiranti rallisti individuati durante la fase preliminare.

Nella prima delle tre giornate si svolgerà in prova unica la finale dei 65 navigatori selezionati. L’8 dicembre andrà in scena la semifinale dei piloti, cui sono ammesse 160 persone, 20 per ciascuna delle otto categorie previste dal regolamento (Under 16, Under 18, Under 23, Under 35, Over 35, Femminile, Licenziati Aci Sport e Non Licenziati Aci Sport).

I driver si sfideranno al volante di Suzuki Swift Sport Hybrid, Auto Ufficiale della manifestazione, per guadagnarsi l’ingresso in finale, che si disputerà il giorno successivo, alla quale accederanno solo in 40, i migliori cinque di ogni classe.

Le ultime sfide a bordo della hot hatch di Hamamatsu faranno emergere gli otto piloti vincitori di ACI Rally Italia Talent 2021 che, assieme ad altrettanti navigatori, potranno coronare il sogno di partecipare ad una gara dei Campionati o dei Trofei titolati ACI Sport tra le fila del Team di Rally Italia Talent.

Giovedì 9 dicembre si terrà anche la finale di Rally Italia Talent Ability, che vedrà 20 persone con disabilità affrontare le prove di destrezza con una Suzuki Swift a cambio robotizzato modificata dalla piemontese HandyTech con comandi speciali. In questo caso per i più valenti c’è in palio un corso di perfezionamento a cura degli Esaminatori di Aci Rally Italia Talent, sempre su una vettura allestita ad hoc.

Una grande successo, specie tra i giovani
Con la manifestazione che volge al termine, è possibile stilare un bilancio della stagione 2021 e questo non può che essere molto positivo.

ACI Rally Italia Talent ha raggiunto quota 7.682 iscritti, un grande successo in un’annata condizionata dalla pandemia e da un clima di grande incertezza generale.

Al di là dei numeri complessivi, i dati più significativi sono quelli relativi alle adesioni dei giovani e dei giovanissimi: Alle selettive locali hanno infatti preso parte ben 785 Under 18, mentre gli Under 16 sono stati 243, cifre che la dicono lunga su quale appeal abbia il Motorsport marchiato Suzuki sulle nuove generazioni.

Il format di ACI Rally Italia Talent permette ad ACI Sport e a Suzuki di far avvicinare nel modo migliore le ragazze e i ragazzi al mondo dei motori. Gli istruttori RIT, tutti rallisti di grande esperienza, risultano sempre disponibili nei confronti dei giovani, fornendo consigli utili a migliorare la guida e le capacità di controllo trasmettendo sani principi di sportività e di lealtà.

Questi valori sono condivisi da Suzuki che, con la sua Swift Sport Hybrid, dimostra agli automobilisti come una vettura rispettosa dell’ambiente possa offrire autentiche prestazioni sportive e una guida coinvolgente ed emozionante.

La palestra ideale

Swift Sport Hybrid raccoglie consensi unanimi tra i piloti in erba e consente loro di sviluppare una notevole sensibilità. Pesa infatti solo 1.020 km in ordine di marcia e il suo motore 1.4 Boosterjet K14D ha una potenza di 129 CV e una coppia di ben 235 Nm costanti tra i 2.000 e i 3.000 giri, valori che le permettono di vantare rapporti peso/potenza e peso/coppia tra i migliori del segmento. Ciò fa sì che le sue reazioni ai comandi siano rapide e sincere, in accelerazione e in frenata così come in curva.

Swift Sport Hybrid può offrire anche una dotazione di serie ricca e completa, che comprende per esempio i più evoluti sistemi di assistenza ADAS, per una guida autonoma di livello 2. Il dispositivo “guardaspalle”, per esempio, vigila sugli angoli ciechi e contrasta il cambio di corsia in presenza di altri mezzi, mentre il sistema “vaipure” sorveglia l’ambiente circostante durante ogni retromarcia. Standard sono poi anche i sistemi “occhioallimite” (riconoscimento dei segnali stradali), “attentofrena” (frenata automatica d’emergenza con riconoscimento di pedoni e ciclisti), “guidadritto” (mantenimento attivo della corsia di marcia) e “restasveglio” (monitoraggio dei colpi di sonno e della distrazione del pilota).

condividi
commenti
Marco Butti dal TCR alla nuova avventura nel Vedovati Rally
Articolo precedente

Marco Butti dal TCR alla nuova avventura nel Vedovati Rally

Articolo successivo

Vedovati Rally | Butti diventa il più giovane vincitore

Vedovati Rally | Butti diventa il più giovane vincitore
Carica i commenti