Suzuki vittoriose all'Italian Baja di Primavera con Codecà, Toffoli, Lichini e Bosco

condividi
commenti
Suzuki vittoriose all'Italian Baja di Primavera con Codecà, Toffoli, Lichini e Bosco
Di:
06 mar 2019, 10:38

I Grand Vitara dominano la prima gara delle auto fuoristrada all'Italian Baja di Primavera nel Gruppo T1 e Gruppo T2.

Mauro Cantarello, Cristian Darchi, Scuderia Malatesta
Mauro Cantarello, Cristian Darchi, Scuderia Malatesta
Mauro Cantarello, Cristian Darchi, Scuderia Malatesta
Mauro Cantarello, Cristian Darchi, Scuderia Malatesta
Mauro Cantarello, Cristian Darchi, Scuderia Malatesta
Lorenzo Codecà, Mauro Toffoli, Emmetre Racing
Andrea Luchini, Piero Bosco, Island Motorsport
Lorenzo Codecà, Mauro Toffoli, Emmetre Racing
Andrea Luchini, Piero Bosco, Island Motorsport
Alfio Bordonaro, Marcello Bono, Cram Racing Team
Andrea Luchini, Piero Bosco, Island Motorsport
Andrea Luchini, Piero Bosco, Island Motorsport

Inizia con ottimi risultati la stagione agonistica di Suzuki nel Campionato Italiano Cross Country. Un 2019 che si apre con l'affermazione della tecnologia Suzuki 4WD ALLGRIP dei Grand Vitara nel primo appuntamento della serie tricolore. All'Italian Baja di Primavera Suzuki è il primo costruttore classificato, grazie alle prestazioni vincenti di Lorenzo Codecà e di Mauro Toffoli, primi nel Gruppo T1, e di Andrea Luchini e Piero Bosco, primi classificati nel Gruppo T2 e vincitori del round d'apertura del Suzuki Challenge, trofeo monomarca dei Grand Vitara 1.9 DDiS.

I Grand Vitara non hanno avuto rivali in grado di contrastarli, veloci ed affidabili in ognuno dei cinque settori selettivi allestiti lungo i greti e nei terreni circostanti il fiume Piave, nella zona di Crocetta del Montello. La gara, che ha preso le mosse da Vidor, in provincia di Treviso, ha visto l'equipaggio ufficiale aggiudicarsi quanto in obiettivo alla vigilia.

La corsa al ventesimo trofeo Suzuki Challenge è iniziata rispettando i pronostici. I piloti più esperti e con alle spalle la vittoria in alcune edizioni precedenti alla 2019, sono stati i protagonisti. Si è affermato l'equipaggio del Poillucci Team formato da Andrea Luchini e Piero Bosco, in una gara dalle due facce; i terreni veneti portano bene al toscano di Barga, esperto quanto basta per far diventare virtù la sua capacità di spingere a fondo nei tratti e nei momenti più consoni, quelli più adatti alle caratteristiche del Suzuki Grand Vitara.

In perfetta sintonia con il navigatore Piero Bosco, il portacolori dell'Island Motorsport adotta una tattica attendista nel primo dei cinque settori selettivi in programma, ne prende le misure, quindi inizia la rimonta dal terzo impegno in poi.

I rilievi cronometrici migliorano, qualche avversario si fa da parte, va al comando del T2 ed il vantaggio su Alfio Bordonaro arriva a 1'43.

Tra la prima e la seconda giornata di gara, complice anche il cambio del senso di percorrenza del percorso, Bordonaro supera i problemi legati alle rotture del differenziale posteriore e azzera il ritardo dal lucchese, ma non in modo sufficiente per sopravanzarlo.

Il finale di gara è di quelli da attese: nell'ultima prova Bordonaro realizza un gran tempo, ma Luchini reagisce e mantiene la leadership per soli due secondi. Al traguardo di Vidor, Luchini è ottimo terzo assoluto e primo del T2 e del Suzuki Challenge. Alle sue spalle, per soli due secondi, è quarto della generale e secondo del T2 Alfio Bordonaro, in coppia con Marcello Bono sulla Grand Vitara 1.9 DDiS della Cram Racing Team, secondi anche del trofeo Suzuki.

L'esordio nel Suzuki Challenge di Alessandro e Marco Trivini Bellini, quest'ultimo debuttante a bordo del Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS, è di quelli promettenti: il giovane equipaggio mantovano si è rivelato veloce e concreto, superando in modo brillante le molte insidie del percorso e centrano un podio incoraggiante.

I Trivini sono, infatti, terzi del T2 e del Suzuki Challenge, precedendo gli alfieri della Scuderia Malatesta Mauro Cantarello e Cristian Darchi, ma anche Chinti Marino Gambazza e Sandra Castellani della Cram Racing Team, rallentati da un insabbiamento sin dalle prime battute, quindi da un problema tecnico.

Classifica Italian Baja di Primavera:

Gruppo T1: 1. Codecà Lorenzo - Toffoli Mauro (Suzuki Grand Vitara 3.6 V6 T1 - Emmetre Racing) in 2h09'20; 2. Castagnera - Dorigo (Nissan Navara) a 11'15; 3. Tommasini - Mirolo (Toyota Ra) a 12'31; 4. Lops - Tassile (Isuzu D-Max) a 18'02; 5. Mengozzi - Bombardini (Suzuki Grand Vitara) a 10h28'36.

Gruppo T2 e Suzuki Challenge: 1. Luchini - Bosco (Island Motorsport) in 2h17'09; 2. Bordonaro - Bono (Cram Racing Team) a 2"; 3. Trivini Bellini - Trivini Bellini (TB Racing) a 6'51; 4. Cantarello - Darchi (Scuderia Malatesta) a 10'59"17; 5. Marino Gambazza - Castellani (Cram Racing Team) a 22'25"30

Classifica Suzuki Challenge post Italian Baja di Primavera

Pilota: 1. LUCHINI Andrea punti 28; 2. BORDONARO Alfio 24; 3. TRIVINI BELLINI Alessandro 12; 4. MARINO GAMBAZZA Chinti 9; 5. CANTARELLO Mauro 6. Navigatore: 1. BOSCO Piero punti 28; 2. BONO Marcello 24; 3. TRIVINI BELLINI Marco 12; 4. CASTELLANI Sandra 9; 5. DARCHI Cristian 6

Albo d'Oro Suzuki Challenge: 2018 Petrucci e Manfredini; 2017 Bordonaro e Bono; 2016 Bordonaro e Bono; 2015 Lolli e Forti; 2014 Spinetti e Giusti; 2013 Dalmazzini e Fiorini; 2012 Lolli e Forti; 2011 Petrucci e Manfredini; 2010 Lolli - Forti; 2009 Lolli - Forti; 2008 Lolli - Forti; 2007 Fichera e Coco; 2006 Tout Terrain Fichera e Coco

Albo d'Oro C I Cross Country Rally: 2018 Lorenzo Codecà (Suzuki); 2017 Elvis Borsoi (Toyota); 2016 Codecà Lorenzo (Suzuki); 2015 Codecà Lorenzo (Suzuki); 2014 Andrea Dalmazzini (Suzuki); 2013 Codecà Lorenzo (Suzuki); 2012 Codecà Lorenzo (Suzuki); 2011 Codecà Lorenzo (Suzuki); 2010 Manfrinato Giovanni (Renault); 2009 Colombo Riccardo (Mitsubishi); 2008 Codecà Lorenzo (Suzuki). CI Tout Terrain: 2007 Codecà Lorenzo (Suzuki); 2006 Ciampolini Roberto (Mitsubishi); 2005 Codecà Lorenzo (Mitsubishi); 2004 Ciampolini Roberto (Mitsubishi); 2003 Ciampolini Roberto (Mitsubishi); 2002 Autieri Marco (Mitsubishi); 2001 Vanni Corrado (Nissan); 2000 Riccardo Colombo (Mitsubishi); 1999 Toro Andrea; 1998 Auteri Marco (Mitsubishi); 1996 Vanni Corrado (Nissan); 1995 Vanni Corrado (Nissan)

Articolo successivo
Rally Italia Talent: le selezioni regionali con le Suzuki all’ultimo atto in Piemonte

Articolo precedente

Rally Italia Talent: le selezioni regionali con le Suzuki all’ultimo atto in Piemonte

Articolo successivo

Terminata la prima fase di selezione di ACI Rally Italia Talent con Suzuki

Terminata la prima fase di selezione di ACI Rally Italia Talent con Suzuki
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Rally
Autore Redazione Motorsport.com
Be first to get
breaking news