Suzuki Rally Cup: Cappello si impone in Salento

Suzuki Rally Cup: Cappello si impone in Salento

Alla fine l'ha spuntata con un margine di appena 12" su Sarasera. Podio anche per Peloso

Si attendeva che il caldo infiammasse l'asfalto salentino, ma qualche nube ha fatto ombra e così le strategie scelte dai concorrenti hanno influenzato le prime speciali dei protagonisti della Suzuki Rally Cup.

Nella superspeciale che si è corsa la sera del venerdì sul tracciato della Pista Salentina di Torre San Giovanni-Marina di Ugento, infatti, la scelta della mescola degli pneumatici, che non si sarebbero poi potuti sostituire prima del parco assistenza del sabato,si è rivelata determinante: chi ha scelto la mescola dura confidando sul caldo del sabato, ha avuto la peggio.

Così il giovane under25 Davide Cagni ha fatto un bel tempo sulla superspeciale, per poi fermarsi tradito dal semiasse della sua Swift N2, mentre il veloce trentino Marco Cappello con alle note Simone Fabbian e i Michelin a mescola tenera montati sulla loro Swift Sport hanno continuato a accumulare vantaggio sugli inseguitori.

Gianluca Saresera davanti a Corrado Peloso, che con il fido Paolo Carrucciu alle note, erano impegnati soprattutto a prendere confidenza con la loro nuovissima Swift R1b. Sfortunati e ... distratti Nicola Angilletta e Michael Berni che ingenuamente sostituiscono gli pneumatici prima del momento previsto dal regolamento di gara, e resisi conto dell'errore fatale prendono quindi mestamente la strada di casa.

Saresera e Cappello hanno continuato a darsele di santa ragione, mantenendo il distacco sempre ai minimi termini, ma alla fine, pur lasciando al giovane Under25 bresciano Gianluca Saresera l'ultima speciale, Cappello-Fabbian si aggiudicano l'appuntamento del Rally del Salento pur se con soli 12" di vantaggio su Saresera-Tumaini, terzo l'equipaggio aostano Peloso-Carrucciu.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Rally
Articolo di tipo Ultime notizie