Suzuki all'Italian Baja con aspettative Tricolori importanti

condividi
commenti
Suzuki all'Italian Baja con aspettative Tricolori importanti
Redazione
Di: Redazione
20 giu 2018, 10:46

Il terzo round del Campionato Italiano Cross Country è gara nella quale Suzuki punta a importanti affermazioni. Da giovedì 21 a domenica 24 giugno, a Pordenone, gli equipaggi dei Grand Vitara potranno confermarsi al vertice assoluto della specialità.

Andrea Tomasini, Mauro Toffoli, Suzuki Gran Vitara
Marino Gambazza Chinti, Sandra Castellani, Suzuki New Gran Vitara, Cram Racing Team
Alfio Bordonaro, Marcello Bono, Suzuki Gran Vitara, Cram Raing Team
Giuseppe Ananasso, Alessio Cancelli, Suzuki Gran Vitara
Andrea Luchini, Piero Bosco, Suzuky Gran Vitara
Margherita Lops, Alberto Marcon, Suzuki Gran Vitara, Collodel 4x4
Andrea Alfano, Carmen Marsiglia, Suzuki Gran Vitara, Ramingo 4x4

L'Italian Baja è una gara dura, incredibilmente complicata, eccezionalmente imprevedibile nei risultati, ad altissimo coefficiente di difficoltà e di punteggio. Competizione che da sola vale una stagione. Vincerla è ambizione di tutti ma è alla portata di pochi e Suzuki lo ha già fatto nel passato, più volte. I Grand Vitara hanno dimostrato, quest'anno, di aver ritrovato il passo vincente e l'affidabilità che hanno permesso, in precedenza, di firmare ben nove titoli tricolori di specialità.

Al terzo round della stagione 2018, Suzuki arriva con tre Grand Vitara a monopolizzare il podio assoluto, del Gruppo T1 e del Gruppo T2, derivante dalla vittoria di Lorenzo Codecà e Matteo Lorenzi sulle pietraie friulane di Rauscedo e sugli sterrati sardi di Berchidda, ma anche con l'affermazione di Claudio Petrucci e Paolo Manfredini tra le vetture di serie ed ai sempre più importanti piazzamenti di Andrea Tomasini e Mauro Toffoli.

Ipotecare i titoli è l'obiettivo prefissato alla vigilia della gara pordenonese. I settantotto punti di vantaggio che Codecà vanta sul quarto classificato, Elvis Borsoi, rappresentano un distacco importante, ma non garantiscono certezze.

Il team Suzuki sta preparando i Grand Vitara senza tralasciare nulla al caso, pianificando ogni mossa per vincere sulle pietraie e le Grave dei fiumi Cosa e Tagliamento.

È lotta ancora aperta per il Suzuki Challenge, il trofeo monomarca dedicato ai concorrenti con i Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS T2, giunto anch'esso al terzo round e, anche in questo caso, l'Italian Baja potrebbe rivelarsi la gara decisiva e rendere imprendibile Petrucci.

Il romano della Poillucci è leader della serie con due sonanti affermazioni e conduce con cinquantasette lunghezze di vantaggio sul siciliano Alfio Bordonaro.

Autore di eccellenti prove, Giuseppe Ananasso è un ottimo terzo della classifica, di poco avanti al siciliano Marino Gambazza che sconta "dazio" al primo anno nella combattuta serie. Dell'elevata competitività del trofeo ne sa qualcosa il varesotto Andrea Alfano, veloce protagonista nelle gare ma quinto in graduatoria a precedere il toscano Andrea Luchini.

L'Italian Baja è gara da tre giorni con 734 chilometri e sei Settori Selettivi. Giovedì 21 giugno si svolgerà la cerimonia di partenza in centro a Pordenone, il giorno seguente il via da Pordenone Fiere, con arrivo domenica 24 in Corso Vittorio Emanuele II, a Pordenone.

Prossimo articolo Rally
Suzuki Rally Cup: record d'iscritti al Rally della Marca

Previous article

Suzuki Rally Cup: record d'iscritti al Rally della Marca

Next article

Neuville correrà al Rally di Ypres con una i20 R5 dalla livrea dedicata a uno scopo benefico

Neuville correrà al Rally di Ypres con una i20 R5 dalla livrea dedicata a uno scopo benefico

Su questo articolo

Serie Rally
Autore Redazione
Tipo di articolo Preview